FAQ 1.11 e 1.12. Una questione non significativa e un’altra non certo risolta dal nostrano cacciatore di bufale

Stampa / Print
Sulla FAQ 1.11. La risposta di Attivissimo è certamente sensata. Ma la questione sollevata è priva di interesse e rientra probabilmente fra le teorie del complotto più balzane.

FAQ 1.12. “Come mai il giorno prima degli attentati due dirottatori andarono in gita fino a Portland, nel Maine, e tornarono a Boston con un volo alle 6 di mattina dell’11 settembre, rischiando di perdere la coincidenza con il volo che dovevano dirottare?” la risposta di Attivissimo potrà anche sembrare, a una prima lettura, di quelle giuste, ma a ben vedere è buttata lì. Non si sa se se la sia inventata lui di sana pianta o l’abbia tratta da qualche fonte, si spera, più autorevole di lui, anche perché la questione di cosa ci sia andato a fare Atta a Portland, quella notte, ha dato dei grattacapi agli esperti di terrorismo per almeno cinque anni, almeno fino al settembre 2006! (http://www.msnbc.msn.com/id/14686192/ns/msnbc_tv-hardball_with_chris_matthews/ ). Il direttore dell’FBI, Mueller, testimoniando davanti alla Commissione sull’11/9 il 26 settembre 2002, non aveva potuto dare spiegazioni per quello strano episodio (“Statement for the Record,” Joint Intelligence Committee Inquiry, Sept. 26, 2002). Perché fare quella a gita a Portland, che per Attivissimo sarebbe un “test”, proprio quella notte, correndo il grave rischio di perdere la coincidenza se solo il volo avesse tardato di un’ora e perché dunque non fare il test, chessò, il giorno prima, riducendo quindi il rischio? La spiegazione di Attivissimo non sembra chiarire questo tipo di interrogativi. E se questo interrogativo continuasse a non trovare una risposta esatta, il bizzarro fatto troverebbe come suo quadro interpretativo più compatibile le teorie MIHOP, dove I “terroristi” non sono altro che figuranti incompetenti che non partecipano in modo effettivo agli attentati, perché in realtà gli attentati sono prodotti in catene di comando di tecnici professionali mercenari, forse provenienti da altri paesi e ai quali poco importa delle conseguenze dei loro atti, che peraltro in buona parte ignorano. Quelle che poi Attivissimo evita di affrontare sono le mirabolanti complicazioni e contraddizioni delle molteplici storie uscite riguardo a questa gita a Portland, che secondo alcuni fra i primi autorevoli resoconti, sarebbe stata fatta non da Atta ma dai fantomatici “fratelli Bukhari”! (http://www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=8937 ). Sono quelle tipiche irregolarità, incongruenze, che la versione ufficiale della Commissione (con Attivissimo al seguito) ha fatto di tutto per appianare successivamente. Ma esse restano negli archivi informatici, come enigmatici e inquietanti Moai.

Fonte: http://bufalattivissimo.splinder.com/post/21250265/FAQ+1.11+e+1.12.+Una+questione

Leggi altre notizie su Paolo Attivissimo nello “Speciale Paolo Attivissimo” – clicca QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *