Chi è Paolo Attivissimo?

Stampa / Print
Paolo Attivissimo è un noto personaggio della rete, che si propone al pubblico come “cacciatore di bufale”, ovvero una persona che verifica certe notizie e certe affermazioni particolarmente estreme per conto di chi non abbia il tempo, la voglia, o la capacità di farlo da solo. Offre quindi un servizio molto utile, specialmente a tutti coloro che si avventurano in rete per la prima volta, e ancora non hanno imparato a districarsi fra le mille diverse “verità” che ci si ritrova quotidianamente di fronte navigando in Internet.

Attivissimo predica un approccio rigorosamente scientifico, teso a separare le superstizioni, le dicerie, e le cosiddette “leggende metropolitane” dagli eventi reali ed appurati come tali. Non a caso il suo mantra preferito è “affermazioni eccezionali necessitano di prove eccezionali per essere validate.”

Pur avendo realizzato ricerche encomiabili in passato, Attivissimo ha però mostrato, sull’undici settembre, di faticare non poco ad aderire ai suoi stessi principi.

Come molti sanno, la critica alla versione ufficiale consta ormai di una serie di accuse che si può considerare, nella migliore delle ipotesi, “imbarazzante” per chi ce l’ha raccontata. Si va da quattro terroristi che si trasformano in acrobati dell’aria senza aver mai guidato un jet nella loro vita, a due edifici alti 400 metri che riescono a cadere da soli interamente sulla propria pianta, e lo fanno in maniera praticamente identica pur essendo stati colpiti ad altezze e con angolazioni completamente diverse. Solo per vedere, nello stesso luogo e nella stessa giornata, il primo edificio al mondo in acciaio (che appartiene casualmente allo stesso proprietario), cadere e distruggersi anch’esso per intero, e anch’esso perfettamente sulla propria pianta, in seguito ad un semplice incendio. Oppure avremmo, nel corso della stessa giornata, i primi due Boeing nella storia dell’aviazione civile che scompaiono nel nulla dopo essersi schiantati, mentre i resti dei loro passeggeri – ma non dei terroristi – vengono tutti recuperati e positivamente identificati, nessuno escluso. Oppure ancora dei passaporti che resistono alle stesse fiamme a cui l’acciaio delle Torri si deve umilmente inchinare…. eccetera eccetera eccetera.

Come il lettore avrà modo di verificare – visitando il nostro, o qualunque altro sito che si occupi di 11 settembre – le “anomalie” di questo genere nella versione ufficiale abbondano, e arrivano spesso a sfidare le più note leggi della fisica e della statistica, per non parlare di quelle del più comune buon senso.

Nonostante questo, quando Enrico Mentana, al termine di una puntata di Matrix che riassumeva proprio questa valanga di accuse contro la versione ufficiale, chiese a Paolo Attivissimo quali di queste secondo lui fossero da prendere in maggiore considerazione, egli rispose con una sfumatura di disdegno “praticamente nessuna”.

Ci si domanda quindi se il principio “affermazioni eccezionali necessitano di prove eccezionali” sia da applicare sempre, secondo Attivissimo, oppure in alcuni casi soltanto.

Nella prima ipotesi, dovremmo concludere che Attivissimo è davvero una persona di bocca buona, visto che riesce ad accettare a scatola chiusa una versione ufficiale come quella dell’undici settembre senza farsi venire il minimo dubbio. Nel secondo invece dovremmo dedurre che Attivissimo non è purtroppo il “cacciature di bufale” che dice di essere – scientifico, rigoroso e super partes – ma un banalissimo debunker come mille altri, che si dedica sistematicamente, per scelta personale, filosofica o politica, a combattere tutto ciò che rischia in qualche modo di mettere a repentaglio lo status quo sociale.

Al di là della sua ovvia libertà di agire come meglio crede, resta il fatto che di certo, in nessuno dei due casi, Paolo Attivissimo può definirsi un “amico della verità”.

Fonte: http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/0-Intro/FAQ/FAQ.html

Leggi altre notizie su Paolo Attivissimo nello Speciale Paolo Attivissimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *