Società Ammalata: Mercurio e Vaccini

Stampa / Print
di The Vigilant Citizen

Traduzione a cura di Anticorpi

Il primo capitolo di questa inchiesta: Cibi, Bevande e Farmaci – ha esaminato gli effetti dello aspartame, del fluoro e di molti farmaci prescritti.
Tutte queste sostanze provocano una diminuzione della potenza cognitiva che, su larga scala, conduce allo ottundimento della popolazione. Questo secondo articolo si concentra su un altro elemento tossico reperibile negli alimenti di ogni giorno e nei vaccini obbligatori: il mercurio.
Il mercurio è un metallo pesante naturalmente presente nello ambiente. Tuttavia esso non è adatto al consumo umano in quanto estremamente dannoso, soprattutto per il cervello. Benché alcuni sostengano che qualsiasi sostanza possa essere consumata con moderazione, molti esperti concordano sul fatto che nessuna quantità di mercurio sia innocua per il corpo umano. Nonostante numerosi studi relativi agli effetti negativi del mercurio, il metallo pesante viene continuamente aggiunto ai vaccini obbligatori ed i cibi lavorati.
Il mercurio è causa di degenerazione neuronale e gravi disturbi del sistema nervoso centrale. L’esposizione diretta al mercurio provoca violenti effetti immediati:
“L’esposizione ad elevati livelli di mercurio metallico, inorganico o organico può causare danni permanenti al cervello, ai reni e allo sviluppo di feto. Gli effetti cerebrali sono irritabilità, timidezza, tremori, cambiamenti nella vista, dello udito e problemi di memoria.”
La maggior parte delle persone esposte ad esso a piccole dosi subisce un lento ma costante deterioramento del cervello. Con il trascorrere degli anni la sostanza finisce per menomare la capacità di giudizio ed il pensiero razionale, diminuire la capacità mnemonica e la stabilità emotiva. In altre parole: ti rende stupido.
Gli effetti del mercurio possono anche trasferirsi da una donna in gravidanza al suo sfortunato bambino non ancora nato. Secondo l’Environmental Protection Agency, il mercurio trasmesso al feto durante la gravidanza può avere conseguenze durature tra cui disturbi della memoria, diminuzione delle capacità linguistiche e altre complicanze cognitive.
E’ stato denunciato che il mercurio è riscontrabile in quantità pericolose nei pesci come il tonno, il pesce spada e il tilefish. Il che produce una situazione ironica: anzichè rendervi più intelligenti grazie agli Omega 3, il pesce finisce per produrre lo effetto esattamente opposto sul cervello, per via dello avvelenamento da mercurio.
Purtroppo, il mercurio si trova anche in altri prodotti.
Vaccini
“Penso che sia assolutamente criminale somministrare mercurio ad un bambino”.
Boyd Haley, Presidente Dipartimento di Chimica, Università del Kentucky
Il mercurio si trova in grandi quantità nella composizione dei vaccini obbligatori. Prima di entrare nel dettaglio, ecco alcuni dati riguardanti i vaccini in America, come enunciati dal Dr. Sherri Tenpenny:
– Il governo è il maggiore acquirente di vaccini del paese. In effetti, quasi il 30 per cento del bilancio annuale dei Centers for Disease Control (CDC) è impegnato nello acquisto di vaccini, così da garantire una vaccinazione a tutti i bambini del paese.
– Diverse compagnie di assicurazione private, autrici di alcuni tra i migliori studi di responsabilità, hanno del tutto abbandonato la copertura dei danni alla vita a causa di: atti divini, guerre nucleari, incidenti collegati a centrali elettriche e … vaccinazioni.
– Sono state approvate diverse leggi per la esclusione della responsabilità da eventuali danni prodotti dalle vaccinazioni, e allo stesso tempo le leggi dello stato impongono ai genitori di iniettare ai loro figli fino a 100 antigeni vaccinazione in età pre-scolare.
– Se a seguito di una vaccinazione si verificano nei giovani pazienti lesioni o decessi, i genitori non possono citare in giudizio il medico, la azienda produttrice del farmaco e neppure il governo; essi possono esclusivamente presentare una istanza di risarcimento danni presso un Tribunale, processo che può durare anni e spesso si conclude con la archiviazione del caso.
– In ogni stato vi sono leggi che richiedono la vaccinazione obbligatoria contro diverse malattie trasmissibili, per tutti i bambini in età prescolare. La mancata vaccinazione non solo può precludere ai bambini la ammissione presso la scuola, ma i loro genitori o tutori possono subire sanzioni civili e penali. Le scuole tuttavia non hanno l’abitudine di informare i genitori è che in ogni stato esiste una deroga che consente ai genitori di rifiutare legalmente di vaccinare i propri figli, e non precludere la ammissione a scuola.
– La gran parte dei medici sostiene la industria dei vaccini. Una parte considerevole del reddito di un pediatra deriva dal rimborso assicurativo per le vaccinazioni. La continua espansione del calendario vaccinale, che contempla vaccini sempre più costosi, è stata una fonte di incremento delle entrate per i medici preposti alle vaccinazioni.

Thimerosal

Un bambino riceve circa 21 vaccini prima dei sei anni, più altri 6 prima dei diciotto anni, per un totale di 27 somministrazioni durante l’infanzia. Molte di queste iniezioni contengono thimerosal, un conservante aggiunto a tali farmaci, composto al 49% di mercurio. L’uso senza precedenti di mercurio sui bambini ha creato una generazione di bambini con deterioramento cognitivo.
“I sintomi denotati dai bambini esposti al mercurio sono reali e possono essere direttamente collegati ai vaccini ricevuti da bambini. E’ ironico pensare che mentre i vaccini dovrebbero avere lo scopo di proteggerli, in realtà si ripercuotono negativamente sul loro sviluppo neurologico.”
L’uso del thimerosal nei vaccini è stato collegato da molti scienziati alla crescita impressionante dei casi di autismo negli ultimi due decenni. Non sarà che la campagna di parificazione dei down si sia spinta un tantino oltre il lecito?
“Tutti i bambini regolarmente vaccinati, al sesto mese di vita hanno assorbito una quantità eccessiva di mercurio, direttamente mediante i vaccini raccomandati dallo EPA. Ci sono molte similitudini tra i sintomi di avvelenamento da mercurio e quelli della patologia dello autismo, tra cui deficit sociale, deficit linguistico, comportamenti ripetitivi, alterazioni sensoriali, deficit cognitivi, disturbi del movimento, e problemi comportamentali. Ci sono anche somiglianze tra i sintomi fisici come reazioni biochimiche, gastrointestinali, muscolari, neurofisiologiche, EEG, sistema immunitario.”
A causa delle sospette connessioni fra vaccini e autismo, più di 5.000 famiglie americane hanno presentato reclami presso tribunali federali, contro le società produttrici dei vaccini. Nella maggior parte dei casi gli autori dei ricorsi non hanno ottenuto alcun risarcimento. Una guerra di pubbliche relazioni è in corso da anni, così come sono stati pubblicati studi e contro-studi volti a dimostrazione o negazione dei legami tra vaccini e autismo. Spesso gli studi che sostengono la affidabilità dei vaccini sono finanziati dalle stesse società che li producono.
Nonostante le smentite, l’uso del Thimerosal è stato silenziosamente e progressivamente abbandonato nella produzione di vaccini per bambini. Non molto dopo l’abbandono del conservante i casi di autismo sono nettamente diminuiti nel paese.
“Sul numero del 10 marzo del Journal of American of Physicians and Surgeons, sono mostrati alcuni dati che confermano che da quando il mercurio è stato rimosso dai vaccini per l’infanzia, il tasso di autismo e di altri disturbi neurologici nei bambini non solo ha smesso di aumentare, ma è nettamente diminuito di ben il 35 per cento. Lo studio è stato effettuato da una equipe di ricercatori indipendenti che hanno utilizzato i database del governo stesso, analizzando le statistiche relative ai disturbi neurologici infantili, tra cui l’autismo, prima e dopo la rimozione di conservanti a base di mercurio.

Secondo una dichiarazione della Association of American Physicians & Surgeons, o AAPS, i numeri dalla California che ha segnalato i tassi di autismo ha colpito un massimo di 800 nel maggio 2003. Se questo trend fosse continuato, le relazioni sarebbe salito a oltre 1.000 entro l’inizio del 2006. Ma il numero effettivamente scese a 620, una diminuzione reale del 22 percento, e una diminuzione dalla proiezione del 35 percento.”

La graduale eliminazione del thimerosal dai vaccini destinati ai bambini è una ottima cosa, tuttavia il conservante si trova ancora in molti vaccini destinati agli adulti. Qualcuno avrà forse pensato che i vaccini al mercurio siano troppo forti per i bambini, rendendoli malati ed in ultima analisi poco produttivi, ma appropriati per gli adulti? La classe dirigente non sta cercando di creare una generazione di persone autistiche, che avrebbero necessità di ricevere cure costantemente, ma una massa di “utili idioti” che possono svolgere le attività ripetitive e noiose, accettando senza mettere in discussione ciò che viene detto.

Ad oggi, si trova ancora timerosal nei vaccini antinfluenzali. Tali somministrazioni sono stagionali, il che significa che i pazienti sono incoraggiati a richiedere prima di ogni inverno il loro vaccino / dose di mercurio.
I promotori del vaccino influenzale sostengono che non causi malattie osservabili. Ciò su cui però nessuno si è mai soffermato a discutere è la lenta e graduale degenerazione neuronale in cui incorre la maggior parte delle persone a causa del costante avvelenamento da mercurio. Tale processo di rallentamento delle funzioni cerebrali non è facilmente osservabile né quantificabile, eppure si sta verificando su scala mondiale. Se il mercurio è in grado di ridurre allo autismo le menti fragili dei bambini, probabilmente inciderà negativamente – danneggiando le capacità cognitive – anche sulle menti sviluppate.
Nuove malattie appaiono periodicamente in tutto il mondo, pubblicizzate dalle campagne allarmistiche dei mass media, con il risultato che annualmente la gente si affolla per richiedere una somministrazione del farmaco miracoloso. Sembra quasi che il tutto sia creato per generare nuove richieste di vaccini.

La H1N1, nota anche come influenza suina, è stata l’ultima di queste malattie che hanno terrorizzato per molti mesi milioni di persone. Quando la truffa fu scoperta, le campagne di vaccinazione di massa fortemente promosse dai media furono sospese in tutto il mondo. Un dato non molto pubblicizzato: la influenza suina era curabile facilmente come una qualsiasi “normale” influenza. Un secondo dato cui non è stato dato risalto: la maggior parte dei vaccini conteneva Thimerosal.
Spopolamento?

I vaccini potrebbero fare parte della strategia volta alla riduzione della popolazione mondiale. In un discorso tenuto nel mese di aprile 2010, Bill Gates ha citato l’uso di vaccini nello sforzo di ridurre la popolazione mondiale.

“Gates ha fatto il suo commento durante una conferenza privata tenuta nel 2010 in Long Beach, California, in un discorso dal titolo “Rinnovare a Zero.” Il tutto nell’ambito di una proposta scientificamente assurda di riduzione “a zero” delle emissioni di CO2 di origine umana in tutto il mondo entro il 2050, durante il quinto minuto nel discorso, Gates ha dichiarato: “Prima abbiamo da fare con la popolazione. Il mondo oggi è popolato da 6,8 miliardi di persone e si avvia a raggiungere entro breve i 9 miliardi. Ora, se facciamo un ottimo lavoro su nuovi vaccini, cure sanitarie, servizi di salute riproduttiva, riusciremo a ridurre il previsto incremento del 10 o 15 per cento.

In parole povere, uno degli uomini più potenti del mondo ha affermato limpidamente che si aspetta che i vaccini siano utilizzati per ridurre la crescita della popolazione. Quando Bill Gates parla di vaccini, parla con autorità. Nel gennaio 2010 presso il Forum d’élite Davos World Economic, Gates ha annunciato che la sua fondazione avrebbe devoluto 10 miliardi dollari (circa ¤ 7.500 milioni) nei prossimi dieci anni per sviluppare e fornire nuovi vaccini per bambini nei paesi in via di sviluppo. “
Sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio (HFC) (dolcificante)
Si definisce veleno una “sostanza che causa infortunio, malattia o morte, in particolare mediante elementi chimici.” Basandosi su tale definizione, lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio (HFC) risulta essere un vero veleno. Lo HFCS è un dolcificante a base di mais utilizzato dal 1970. Esso continua a sostituire lo zucchero bianco ed il saccarosio in alimenti trasformati, ed è molto presente nella maggior parte dei prodotti alimentari trasformati reperibili nei supermercati. Gli studi hanno stabilito che gli americani consumano una media di 12 cucchiaini al giorno di fruttosio.
Grazie alle sue proprietà dolcificanti lo HFCS si trova in molti prodotti zuccherini come marmellate, bibite e prodotti da forno pre-confezionati. In molti però non si accorgono che si trova anche in numerosi altri prodotti comprese zuppe, pane, sughi per pasta, cereali, antipasti surgelati, prodotti a base di carne, condimenti per insalate e condimenti. Lo HFCS si trova anche in prodotti cosiddetti “per la salute”, tra cui le barre proteiche “a basso contenuto di grassi”, ed in generale alimenti e bevande energetiche.
Come può qualcosa di così buono essere così cattivo? Ecco alcuni fatti circa lo HFC:
– Lo HFCS è stato collegato alla crescita dei tassi di obesità e diabete nel Nord America, specialmente tra i bambini. Il fruttosio si converte in grasso più di altri zuccheri. Ed essendo un liquido, passa molto più rapidamente nel flusso sanguigno.

– Le bevande contenenti HFCS hanno livelli più elevati di composti reattivi (carbonili), che sono collegati con cellule e tessuti dannosi che conducono al diabete.

– Vi sono prove che il fruttosio di mais sia metabolizzato dallo organismo in modo diverso rispetto allo zucchero di canna, con conseguente riduzione della sensazione di sazietà e un maggior potenziale eccesso di alimentazione.

– Studi condotti da ricercatori della UC Davis e della Università del Michigan hanno dimostrato che consumare fruttosio, che è più facilmente convertito in grasso nel fegato, aumenta i livelli di grasso nel sangue sotto forma di trigliceridi.

– A differenza di altri tipi di carboidrati costituiti da glucosio, il fruttosio non stimola il pancreas a produrre insulina. Peter Havel, un ricercatore nutrizionale presso la UC Davis che studia gli effetti metabolici del fruttosio, ha anche dimostrato che il fruttosio non produce l’aumento della produzione di leptina, un ormone prodotto dalle cellule di grasso del corpo. Sia insulina che leptina agiscono come segnali al cervello per abbassare l’appetito in funzione del peso corporeo. Dalla ricerca di Havel emerge anche che il fruttosio non sembra in grado di sopprimere la produzione di grelina, un ormone che aumenta la fame e l’appetito.

– Lo HFCS viene metabolizzato diversamente rispetto a come l’organismo metabolizza lo zucchero di canna e di barbabietola; ciò si traduce in una alterazione della funzionalità di alcuni ormoni a loro volta deputati a controllare alcune funzioni metaboliche. Il fegato è costretto a fare gli straordinari, dovendo espellere una maggiore quantità di grasso dalla circolazione sanguigna. Il risultato finale è che i nostri organismi sono essenzialmente indotti con l’inganno a mangiare di più, smaltendo meno grassi.

– Uno studio del Journal of National Cancer Institute ha asserito che le donne dalla dieta ricca in carboidrati totali e fruttosio mostravano un rischio aumentato di cancro colorettale.

– Lo HFCS interferisce con la interazione del cuore con minerali essenziali quali magnesio, rame e cromo.

– Lo HFCS è stato collegato ad una inibizione della azione dei globuli bianchi, con conseguente indebolimento dello intero organismo.

– La ricerca suggerisce che il fruttosio conduce effettivamente alla malattia più facilmente del glucosio. Il glucosio viene metabolizzato in ogni cellula del corpo, mentre il fruttosio deve essere metabolizzato interamente dal fegato. Nei test effettuati su animali nutriti con grandi quantità di fruttosio si sono riscontrati maggiori depositi di grasso e maggiore predisposizione alla cirrosi; problemi molto simili a quelli che si sviluppano nel fegato degli alcolisti.

– Lo HFCS è molto raffinato, persino più dello zucchero bianco.

– Il mais da cui deriva lo HFCS è quasi sempre geneticamente modificato, come lo sono gli enzimi utilizzati nel processo di raffinazione.

– Molti studi hanno osservato una forte correlazione tra l’aumento di HFC degli ultimi anni e quello della obesità durante lo stesso periodo.

La obesità, tra i numerosi danni che provoca all’organismo, influenza direttamente le funzioni cerebrali. Alcuni ricercatori stanno studiando il ruolo della obesità nella degenerazione del cervello.
“… i ricercatori hanno a lungo sospettato che esistesse una relazione tra obesità ed un calo di potenza del cervello. Nuovi studi ora confermano la tesi secondo cui l’essere sovrappeso sia dannoso per il cervello. I ricercatori della Università della California in un articolo pubblicato in Archives of Neurology hanno dimostrato una forte correlazione tra la obesità centrale e il restringimento di una parte del cervello (l’ippocampo), fondamentale per la memoria (misurate nelle scansioni MRI).”
Questo non significa che le persone obese siano stupide. Significa che il loro cervello non è probabilmente efficace come potrebbe essere.
Inoltre, anche se lo HFCS non facesse ingrassare, sarebbe comunque in grado di influenzare il vostro cervello. Studi recenti hanno dimostrato che il dolcificante contiene … avete indovinato … mercurio!
“Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Environmental Health il mercurio è riscontrabile in nove campioni di sciroppo di fruttosio commerciale su 20.

Il secondo studio – effettuato dallo Istituto per le politiche agricole e commerciali (IATP) – ha scoperto che su 55 prodotti alimentari di marca esaminati, quasi uno su tre conteneva mercurio, soprattutto latticini, salse e condimenti.”
Naturalmente le aziende che producono lo HFCS negano i risultati di tali studi, sostenendo che il dolcificante sia “naturale”. Tali rassicurazioni provengono da coloro che, sapete, vendono il prodotto …
Ben fatto, amico!
In Conclusione
Nonostante esistano molti studi che descrivono gli effetti negativi del mercurio sul cervello umano, i governi continuano a promuovere la vaccinazione della popolazione, mediante farmaci che contengono thimerosal. Inoltre, organi istituzionali hanno protetto le case farmaceutiche che producono i vaccini e gli alimenti che contengono HFCS contro ogni tipo di cause legali.

Il fatto che molti dirigenti di queste imprese ricoprano posizioni chiave allo interno del governo, potrebbe fornire una spiegazione. Ci sono infatti una quantità ristretta di persone che occupano posizioni di elevato potere, sia nel settore pubblico che in quello privato. La maggior parte di queste persone non sono mai state elette per ricoprire posizioni governative, eppure influenzano le politiche pubbliche in funzione della loro agenda, a prescindere dal partito politico al potere.

Guardate la composizione del Gruppo Bilderberg, il Comitato dei 300 o del Council of Foreign Relations e troverete i direttori generali delle aziende che producono cibo e medicinali … e le stesse persone che approvano leggi per regolamentare la alimentazione e la farmacologia.

Dal momento che nessun funzionario pubblico rischia di tradire i propri compagni di merende, spetta a ciascuno di noi informarci su ciò che consumiamo.

Leggere le etichette è abbastanza utile, tuttavia se non avete idea di che cosa siano cose come il “glutammato monosodico” la lettura della etichetta non vi aiuterà molto.

Questa serie di articoli mira a sensibilizzare le persone circa le sostanze più pericolose presenti nei prodotti in uso tutti i giorni. Personalmente non posso certo affermare di avere una dieta perfetta … Sono cresciuto negli anni ’80, con l’amore per gli alimenti lavorati come caramelle, bibite ed hamburger.

Tuttavia nel momento in cui si reperiscono informazioni e si inizia a rendersi conto che ogni passo nella giusta direzione può realmente farci sentire meglio, il passo successivo diventa più facile. Nessuno può farlo per voi: tocca a voi fare questo passo avanti … verso la disintossicazione da Burger King.

Articolo in lingua inglese pubblicato sul sito The Vigilant Citizen
Link diretto all’articolo:
http://vigilantcitizen.com/?p=4116

Fonte: http://www.anticorpi.info/2010/08/societa-malata-mercurio-e-vaccini.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *