L’esplosione della piattaforma petrolifera “prevista” nel film Knowing (2009)

Stampa / Print

NB: per il lettore di luogo comune che capitasse qui, consiglio la lettura dell’articolo specifico in cui si trovano le risposte a certe confutazioni.

Nel recente film “Knowing” del 2009 è presente una scena in cui un uomo guarda un notiziario televisivo che informa … sull’esplosione di una piattaforma petrolifera in Messico!

Come è possibile che un film di appena un anno fa “preveda” quanto è accaduto? Solo coincidenze? Difficile da credersi visto che le coincidenze sono troppe: la piattaforma che esplode, il luogo preciso, la data così ravvicinata: nel film viene descritto quasi esattamente quello che è successo il 20 aprile 2010, un anno dopo! Ciò avvalora i sospetti espressi nel recente articolo golfo del messico tra disastri procurati e atomiche salvifiche.

E guardate adesso il logo della summit entertainment che ha realizzato il film. Guardate bene dal ventesimo secondo del filmato in poi: una coppia di montagne (ma che assomigliano un po’ a delle piramidi) il cui profilo si trasforma in una sorta di disegno stilizzato di un gabbiano che si libra nel cielo. Tutto normale? No, perchè tale disegno è in bianco su sfondo azzurro ed ha le stesse precise caratteristiche delle scie chimiche che sfregiano di continuo i nostri cieli (la solita pubblicità subliminale).

Questa strana “coincidenza” messa assieme a tutte le altre già notate nell’articolo sulla sospetta esplosione vulcanica in islanda tra i recenti eventi di importanza planetaria (dalla distruzione delle torri gemelle all’implementazione della modificazione climatica su scala planetaria, passando per l’eruzione del vulcano e la gigantesca onda anomala dello tsunami del 26/12/2004) e le figure del gioco illuminati card. lasciano ben poco spazio all’ipotesi della coincidenze casuali.

Difficile al momento verificare se sono corrette le ipotesi portate vanti dal sito www.whatdoesitmean.com (dove si riferisce di un sottomarino coreano che avrebbe intenzionalmente attaccato la piattaforma); personalmente diffido di molte cose scritte su quel sito ma al momento non si può escludere niente. Del resto tra i leader mondiali c’è chi ha confessato apertamente che le crisi e le pandemie sono degli ottimi mezzi per arrivare ad un governo mondiale e chi ha pubblicamente dichiarato che molte delle sciagure più recenti sono state in fin dei conti delle grandi opportunità.

Le informazioni dei mass media per adesso ci mostrano come l’azienda petrolifera responsabile del disastro avrebbe corrotto funzionari governativi per avere la possibilità di attuare quelle perforazioni tremendamente rischiose che nessuno avrebbe mai dovuto avallare. Ciò non toglie che le diatribe sulle responsabilità dell’incidente potrebbero in realtà nascondere il fatto che non si tratti di un vero incidente, ma di un progetto terroristico accuratamente pianificato dalle élite globali come molti altri dall’11 settembre in poi.

[A proposito della figura qui sopra, notate che l’attentato al pentagono non viene raffigurato esattamente per come si avvererà pochi anni dopo, così come nel film knowing la piattaforma si incendia ma non vi è la catastrofica fuoriuscita di petrolio cui stiamo assitendo adesso]

Per altro come interpretare il fatto che la sostanza chimica utilizzata per ripulire le acque dal petrolio fosse altamente tossica e che adesso (lo rivela il Washington Post) l’agenzia per l’ambiente americana (Epa) ha ordinato il ritiro istantaneo di questa sostanza chimica perché giudicata altamente tossica. Un cambio di decisione che lascia di stucco: fino a poche settimane era stata l’Epa stessa a dare il suo consenso per l’impiego del disperdente. Da notare in effetti che la sostanza usata in Gran Bretagna, ben 10 anni fa, non aveva superato il test di tossicità.

Come è stato allora possibile compiere questo ulteriore scempio nello scempio? Errori, confusioni, distrazioni così colossali in una situazione simile sono impensabili (ci hanno provato pure con le versioni ufficiali sull’11 settembre a farci credere che i terroristi non sono stati bloccati a causa della “sfortunata concomitanza” di errori umani), per cui viene di pensare ad un ulteriore tentativo intenzionale di avvelenamento, compiuto dalle stesse istituzioni (agenzia per l’ambiente) che nascondono quotidianamente ai propri concittadini le prove delle scie chimiche.

Per ulteriroi approfondimenti sui sospetti qui evidnziati leggi anche l’articolo successivo.

Appendice:

Un sito francese fa notare le coincidenze tra un passo dell’apocalisse (Ap. 8,7-9) e quanto appena successo.

E il secondo angelo suonò la tromba: e come una gran montagna di fuoco fu scagliata nel mare. e un terzo del mare divenne sangue, e un terzo delle creature che vivono nel mare morì, e un terzo delle navi andò distrutto.

Le somiglianze ci sono, ma al momento non ci sono navi distrutte, e poi, che dire di quanto sarebbe dovuto accadere prima?

E il primo suonò la tromba, e grandine e fuoco mescolati a sangue scrosciarono sulla terra. E un terzo della terra fu arso, e un terzo degli alberi andò bruciato e ogni erba verde si seccò.

Se le previsioni dell’apocalisse si riferissero all’episodio della piattaforma nel golfo del Messico e se fossero corrette avremmo prima dovuto sperimentare quanto scritto nei precedenti versetti, e per fortuna non è ancora accaduto. Ciò non toglie che viviamo tempi eccezionali in cui si susseguono terremoti, uragani, attentati, guerre, e disastri di ogni genere, mentre il cielo azzurro è ormai un pallido ricordo a causa dell’azione continua di avvelenamento intenzionale portata avanti in maniera concorde da tutti i governi di questo pianeta (che ha come scopo anche quello del controllo mentale) , e contemporaneamente tutti i governi mondiali (con l’eccezione di quello polacco, non a caso decapitato in un recente “attentato”) lanciano campagne di avvelenamento dei loro cittadini camuffate da prevenzione vaccinale.

La situazione è veramente tragica, e siamo ormai sull’orlo di un baratro, c’è qualcuno che preme sull’acceleratore per generare crisi economiche, difffondere intenzionalmente agenti infettivi e veleni. Evidentemente i nostri leader mondiali sono messi alle strette da qualcosa che potrebbe da un momento all’altro far vacillare il loro tirannico dominio, e per cautelarsi vogliono realizzare al più presto il Nuovo Ordine Mondiale.

Difficile capire con certezza cosa o chi stia minacciando quei criminali che governano il mondo, anche se riflettendo sulle molte menzogne del sistema di potere e della cultura ufficiale si può avere un’idea dei motivi per cui tutto ciò sta succedendo, e di chi manovri dietro il sipario, costringendo i nostri psicopatici governanti ad avvelenare l’aria che loro stessi respirano, a violentare la terra sulla quale cammineranno i loro stessi figli e nipoti.

Fonte: http://scienzamarcia.blogspot.com/2010/05/lesplosione-della-piattaforma.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *