Il Futuro stà per essere scritto ora

Stampa / Print
L’Establishment si stà battendo per restare in vita mentre il globo raggiunge un punto critico nella storia

Old-Thinker News | 28 Luglio 2010
Di Daniel Taylor
traduzione:http://nwo-truthresearch.blogspot.com/

Il mondo, e i suoi lineamenti, stanno raggiungendo un punto critico nella storia. Le attuali tendenze puntano verso cambiamenti drammatici nel governo e nella società. Le istituzioni di lunga data stanno lottando per rimanere a galla mentre nuovi concorrenti sfidano le vecchie idee. Nel frattempo, l’elite globale, prevedendo questi cambiamenti, stà combattendo per mantenere il controllo sul sistema globale che viene lacerato dal collasso economico e da un risveglio politico globale. Come ammesso dai maggiori strateghi globalisti, come Zbigniew Brzezinski, si stanno formando delle crepe in molti centri di controllo dell’establishment.
Il Risveglio Politico Globale
La Global Governance è stata per decenni un’obiettivo a lungo termine per le elite. Tuttavia, è in atto un risveglio politico globale, che si stà rivelando un grande scoglio sotto i piedi dell’elite del mondo. Durante un recente meeting al Council on Foreign Relations riunito a Montreal, Zbigniew Brzezinski ha ammesso che:”L’umanità è ormai politicamente risvegliata e in agitazione”, affermando che una elite fratturata “…rende il contesto molto più difficile per qualsiasi grande potenza, incluso gli Stati Uniti, l’attuale potenza mondiale leader.”
In un precedente intervento del 2009, Brzezinski aveva fornito altri particolari, dicendo:”…ai vecchi tempi, era più facile controllare un milione di persone, letteralmente, era più facile controllare un milione di persone piuttosto che uccidere un milione di persone. Oggi, è infinitamente più facile uccidere un milione di persone piuttosto che controllare un milione di persone. E’ più facile uccidere che controllare…”
Un esempio delle lamentele di Brzezinski si può riscontrare nella debolezza dell’Unione Europea. L’Unione Europea, una ammessa creazione del Gruppo Bilderberg, è uno dei preferiti progetti globalisti che doveva essere un modello per la global governance. Oggi, però, l’UE è vittima di un collasso economico e della discordia, che stanno portando delle reazioni contro l’ideologia collettivista dietro l’unione. La Governance Globale e Regionale stà affrontando un ulteriore problema, in particolare il fatto che senza la percezione di una minaccia esterna la coerenza del sistema crolla. Pascal Lamy, direttore generale dell’Organizzazione Mondiale del Commercio e frequente partecipante alle riunioni del Bilderberg, dichiarò in un discorso del Novembre del 2009 che:

“La dimensione antropologica della sovranazionalità è stata probabilmente sottovalutata. Una volta che è scomparsa l’imminenza della minaccia di una nuova guerra, è come se il collante che tiene unita l’Europa in quanto comunità, fosse sparito esso stesso. Come se non ci fossero miti, sogni e aspirazioni comuni.”

Lamy dichiarò inoltre che “…Stiamo assistendo ad un allontanamento crescente tra l’opinione pubblica Europea e il progetto Europeo.”
Gli indizi di un’elite apprensiva e fratturata furono abbondanti nel corso della riunione del Bilderberg 2010 a Sitges in Spagna. La consapevolezza del pubblico si è diffusa in modo così significativo che diversi partecipanti al Bilderberg hanno declinato l’invito alla riunione annuale di quest’anno, temendo rappresaglie al ritorno in patria.
Mentre il risveglio politico globale stava frantumando i metodi di controllo che avevano lavorato negli anni passati, l’attuale crisi finanziaria e la conseguente presa di potere da parte delle banche globali rappresenta un altro problema per i popoli liberi del mondo.

I media Dinosauri mordono alla schiena
Un breve sguardo ai media mainstream ci svelerà una delle tendenze significative che ci indicano questo periodo storico. Avvertendo l’aumento sensibile delle fonti di informazione alternative, il governo si stà muovendo per tassare i siti web di informazioni, nel tentativo di soffocare la concorrenza. Allo stesso tempo, diversi giornali si stanno muovendo verso contenuti online e si fanno pagare per il servizio.
Nel XXI secolo, i media online e i siti web di informazioni sono diventati il fornitore dominante di informazioni. Per questo motivo la Cina ha bloccato gran parte di internet ai propri cittadini, cercando di mantenere il controllo. Secondo lo scrittore e “critico del web” Andrew Keen, in tutto il mondo l’internet del futuro sarà monitorato dai “gatekeepers” che verificheranno l’accuratezza delle informazioni postate nel web. Il rapporto “Outlook 2009” del fascicolo di Novembre-Dicembre di The Futurist riferisce che:

“L’imprenditore di internet Andrew Keen ritiene che l’anonimato di internet 2.0 di oggi cederà il passo ad un’internet 3.0 più aperto, nel quale dei gatekeepers di terze parti monitorizzano le informazioni postate sui siti web per verificare la loro accuratezza.”

Il bloggher Andrew Steele scrive, per quanto riguarda un recente incidente che ha coinvolto il deputato Bob Etheridge della Carolina del Nord:”Siccome le videocamere sono maggiormente a disposizione del consumatore medio e siccome la popolarità degli utenti è alimentata da siti come YouTube, i cittadini giornalisti sono diventati abbondanti in America nell’ ultimo decennio”. Steele continua:”Questo fenomeno ha indebolito il potere di controllo dei media nell’influenzare e modellare la realtà, così come il potere dei politici di controllare la loro esposizione attraverso tali media.”
Il consenso attuale tra l’intellighenzia di governo – per esempio Cass Sustein, lo Zar della regolamentazione di Obama – è che, nella nuova era dei media, l’informazione debba essere filtrata. Le “Teorie del complotto” stanno diventando troppo prolifiche, e una elite intellettuale deve guidare la società verso il “modo giusto” di pensare. Questo tipo di ingegneria sociale è la filosofia trainante dietro molte delle iniziative in corso provenienti dalla Casa Bianca di Obama.
Mentre i media tradizionali cercheranno di mantenere la loro posizione e soffocare la crescita del colosso dei media alternativi, questa crescita si è rivelata troppo esplosiva per essere contenuta. I Bloggers e i siti di notizie alternative continuano a sfornare racconti importanti su tutti gli aspetti della società. Un esempio: un blogger ha esposto il recente tentativo della BP di usare immagini ritoccate con photoshop per dare un’impressione esagerata dei suoi sforzi di pulitura del petrolio.

Uno sguardo al futuro
Nei pochi anni trascorsi, sono state rilasciate diverse relazioni dal Ministero della Difesa del Regno Unito, dal Washington Post, dall’US Army War College e dalla Fondazione Rockefeller in associazione con il Global Businness Network, le quali delineano i contorni dei futuri potenziali per l’umanità. Sinistramente, tutti riportano temi distopici sorprendentemente simili.
Come Old-Thinker News riportò a Marzo, il Ministero della Difesa del Regno Unito pubblicò il rapporto Global Strategic Trends – Out to 2040. Questo rapporto era un aggiornamento di una precedente relazione del 2006 del Ministero della Difesa DCDC Strategic Trends 2007-2036 che estendeva la sua visione strategica al 2036, raffigurando il balenare di tumulti di folle, i chip cerebrali e la rivoluzione.
La relazione di aggiornamento Out to 2040 copre una vasta gamma di questioni sociali e tecnologiche, e anticipa una forte spaccatura tra ricchi e poveri. Il Ministero vide anche “…l’emergere di una elite globale, una rete potente di individui e istituzioni che siede al di sopra del livello dei singoli stati e influenza l’agenda globale…”
Gli analisti che nel 2008 scrissero il documento dell’US Army War College Leadership in the Era of the Human Singularity: New Demands, New Skills, New Response,” raffigurarono un futuro nel quale erano possibili scenari multipli. Uno vedeva un nuovo rinascimento e uno sviluppo umano senza precedenti con l’aiuto tecnologia, l’altro una nuova epoca buia di totalitarismo mondiale sotto il controllo dell’alta tecnologia.
Nel documento Human Singularity, il Dottor Barton Kunstler documenta l’impatto dell’ESI (Enhanced Singular Individuals – Individui Singolari Potenziati), così come il profondo effetto sulla società che possono avere le tecnologie di potenziamento umano. Kunstler dichiara:

“Questo è il nocciolo del potere, e anche il centro di gran parte del pensiero futurista. La Tecnocrazia è stata dipinta a lungo come uniforme e oppressiva, con il controllo sociale come obiettivo primario. In termini più ampi, Gli ESI influenzeranno l’organizzazione sociale per rispecchiare e favorire l’espressione dei loro talenti eccezionali. Questo cambiamento potrebbe implicare un impegno per la creatività e l’innovazione, con la società organizzata per favorire gli artisti, i visionari, gli scienziati e gli inventori…Oppure potrebbe portare a scenari simili a quelli di 1984, dovuto ad un potere dotato di tecnologia invasiva, che penetra nel corpo e nella psiche”

Kunstler continua prevedendo un possibile scenario di “…totalitarismo di controllo globale assoluto”.

“I livelli di intelligenza e benessere fisico introdotti dalla singolarità umana potrebbero portare ad un altro tipo di singolarità, una “singolarità storica”. Essa potrebbe rivelarsi una condizione di totalitarismo di controllo globale assoluto. Oppure potremmo assistere al suo opposto: un drammatico aumento della saggezza collettiva…”

Però un altro recente rapporto pubblicato dalla Fondazione Rockefeller e dal Global Business Network nel maggio del 2010 presenta un futuro inquietante. Tra le molte questioni sollevate, “Scenarios for the Future of Technology and International Development” delinea un mondo in cui il conflitto di basso livello si espande a livello mondiale, mentre:

“A livello globale, il gap tra quelli che hanno e quelli che non hanno, è cresciuto in modo più ampio che mai. I molto ricchi hanno ancora i mezzi finanziari per proteggersi; le comunità recintate germogliano da New York a Lagos, fornendo luoghi di rifugio che sono circondati da baraccopoli. Nel 2025, è di rigore costruire non più case, ma fortezze con alte mura, sorvegliate da personale armato.”

Il 27 aprile del 2008, il Washington Post pubblicò un lungo reportage dal titolo “Washington’s Future, a History“. L’articolo è il prodotto di uno sforzo di collaborazione di esperti in varie posizioni governative e aziendali. La relazione delinea due scenari futuri che potranno verificarsi nell’arco dei prossimi 17 anni. Uno di questi delinea un’America in cui sono state adottate carte d’identità nazionale; i cittadini giornalisti sono monitorati e censurati 24 ore su 24 dalla polizia di internet; le città sono diventate zone sigillate disseminate di checkpoints (che possono essere facilmente attraversate da coloro che hanno l’appropriato impianto elettronico), e il tenore di vita della maggior parte della popolazione è drasticamente diminuito, mentre prospera un’elite benestante.
L’articolo del Post segue le orme di vari personaggi immaginari in una futura distopia, uno di questi è Victor. Questo personaggio particolare è responsabile del controllo dei cittadini giornalisti. Egli è

“…assegnato al monitoraggio e alla manipolazione dei bloggers e dei cittadini giornalisti che colpiscono e scrivono sui federali. Così, mentre il lavoro del giornalismo si è trasmesso ad un equipaggio eterogeneo di volontari che operano dalle loro macchine e dalle loro camere da letto, adesso il governo ha delocalizzando molti dei suoi sforzi di comunicazione con gli elettori, e Victor era un ipotetica ronda 24 ore su 24 che intercettava ogni pensiero incendiario che poteva essere minaccioso per i politici nel suo settore assegnato.”

Altrove, gli impianti di autorizzazione come misure di sicurezza, permettono agli “ufficiali” di muoversi liberamente attraverso i checkpoint. L’articolo del Post continua:

“La privatizzazione delle strade e delle linee di transito che Paula avrebbe dovuto utilizzare per arrivare a Konterra, fiorente capitale satellite della nazione nella contea nord occidentale di Prince George, rende il pendolarismo da Washington quasi impossibile. Solo i gradi migliori della sua agenzia potevano permettersi un lungo pendolarismo durante le costose ore di punta, e Paula poteva difficilmente passare ad orari di lavoro notturno con due bambini a casa. La guida da Washington a Konterra gli prendeva già abbastanza tempo; ora, i checkpoint ai passaggi di controllo degli spostamenti dentro e fuori dal distretto interno, potrebbero allungare ogni giornata di lavoro di 2 o 3 tre ore, specialmente per le persone come Paula che non hanno ancora un impianto di autorizzazione di sicurezza, e poche prospettive di poterselo permettere.”

Se ci deve essere un tempo per l’attivismo e la partecipazione all’interno della società, questo è adesso. Mentre il futuro potrebbe non essere come il quadro qui dipinto, c’è comunque un motivo nel fatto che molteplici relazioni in anni diversi siano tutte munite di un similie linguaggio. Internet rimarrà senza censura? La stampa resterà libera? Andando su questa strada – ma non in un futuro molto lontano – cosa faremo con le tecnologie che si intrometterano all’interno dei nostri corpi e nelle nostre menti? Potrà una tirannica elite globale – come previsto dai documenti pubblicati dal Ministero della Difesa, dall’Army War College e da altri – dominare il globo con una dittatura scientifica tecnocratica? Ci troviamo innanzi a questioni complesse e multiformi che necessitano di essere affrontate.
——————————–
Un messaggio di Daniel Taylor di Old-Thinkers News:
Distopia o Rinascimento, tirannia o libertà? Il nostro mondo si trova a subire drastici cambiamenti. Ci troviamo di fronte a scelte difficili. Come stai trattando gli altri? Come stai vivendo la tua vita? Una delle maggiori sfide nei prossimi anni sarà la prospettiva di conservare la nostra umanità. E’ facile indurire il vostro cuore verso gli altri, il mondo e se stessi. E’ possibile cambiare il mondo iniziando con il mondo all’interno di se stessi. Fissate un umile esempio da seguire e portate una fiamma.

“Sognate il futuro,
Si, sognate.
Lasciate che il calore delle visioni risplenda
e illumini il vostro domani
Raggiungete luoghi lontani
si, raggiungeteli.
Lasciate che la vostra visione vi insegni
l’illuminazione per l’umanità
Credete nella speranza e nell’amore
si, credete
Lasciate che le visioni di speranza e di amore tessano il tessuto della vostra vita “


Charles W. Taylor

Fonte: http://nwo-truthresearch.blogspot.com/2010/08/il-futuro-sta-per-essere-scritto-ora.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *