Stampa / Print
A tutti noi è certamente capitato di svegliarci qualche mattina con gli occhi gonfi; oppure, al contrario, di rientrare a casa la sera, dopo una lunga giornata, con gli occhi arrossati e le palpebre pesanti. Le cause possono essere numerose e di varie tipologie come ad esempio lo stress, l’uso troppo prolungato di lenti a contatto, l’aver dormito troppo o troppo poco, l’uso continuo, per molti ore al giorno, del computer e via dicendo. Spesso però, quando questo gonfiore ci sorprende al mattino, esso può dipendere dalla ritenzione idrica. Questo fenomeno molto comune infatti, che solitamente ci fa gonfiare gambe e piedi, può interessare anche gli occhi, una volta che ci si è coricati e quindi messi in posizione distesa. Molte volte tale ritenzione può dipendere, tra l’altro, dall’aver bevuto troppa acqua prima di andare a letto o dall’aver cenato con cibi molto ricchi di sodio. Cosa fare? ecco alcuni consigli casalinghi. La parola d’ordine è rinfrescare per cui sciacquare il viso e la zona oculare con acqua fresca, appena svegli, è buon inizio. Ugualmente fare questa azione al rientro la sera, dopo la fine della giornata, porterà sicuramente sollievo ai nostri occhi stanchi ed arrossati. Un altro importante alleato è il cetriolo, che va tenuto in frigorifero per tutta la notte e poi tagliato in fettine dello spessore di 1 cm l’una e lasciato sugli occhi qualche minuto. In alternativa anche una patata tagliata a metà andrà benissimo, l’importante è che sia fredda. E’ bene inoltre limitare l’uso del sale nella dieta quotidiana e bere molta acqua nel corso della giornata, in modo da liberarsi dalle tossine, evitando però di esagerare nelle ore serali.

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.