Stampa / Print

Oggi Federico Mello, sul Fatto Quotidiano, all’interno della consueta rubrica di approfondimento sul mondo del web, dedica ampio spazio a byoblu.com e a “INTERNET FOR GIULIANI“, il doppio DVD prodotto dalla rete per la rete che, in quattro ore di approfondimenti, vi racconta quello che la tv non vi dice sui terremoti.

Io resto convinto che sia possibile mantenere aperto uno spazio indipendente, senza andare a rubare ma producendo un servizio utile alla collettività. In fin dei conti, avere poche risorse e pochi mezzi a disposizione significa anche non essere neppure così pretenziosi in termini di budget. Bastano 3mila dvd venduti.
Tanti? Pochi? Dipende. Si vedrà alla fine. Ma provarci non costa nulla e, in cambio, può significare una svolta, la dimostrazione della sostenibilità anche in Italia di un modello di informazione diverso, non per forza strutturato e vincolato ad una linea editoriale ingessata e di corrente. Libero. Come già accade in molti altri paesi, dove con un blog si può anche vivere senza essere costretti a vendersi a destra o a sinistra. Siete pronti?
E poi? E poi andremo a caccia di qualcos’altro. Il blog non si ferma qui. O vi siete già stancati di imparare cose nuove?

Presto metterò a disposizione una pagina dedicata all’evoluzione delle vendite del doppio dvd e all’elenco delle donazioni. Intanto, ecco il contributo del Fatto Quotidiano.

IL BLOGGER LANCIA UN SOS
di Federico Mello

Alla fine degli anni ’90, in pieno boom da new economy, un interrogativo aleggiava sospeso sui listini dei titoli tecnologici gonfi a dismisura: “Ok, ma come si guadagna con un sito internet?”. Di lì a poco il trucco venne svelato: il boom si sgonfiò e molte aziende fallirono. Oggi, nonostante la crescita costante del mercato pubblicitario online, i ricavi degli spot tengono in piedi solo le grandi testate web: per tutti gli altri rimangono appena gli spiccioli.

Stante questa realtà, sono ancora molti gli smanettoni, appassionati, blogger che si spendono con generosità per continuare a fare il logo lavoro barcamenandosi per far quadrare magri bilanci. Tra questi c’è Claudio Messra, un video-blogger che negli anni, a forza di inchieste, si è conquistato un pubblico numeroso e partecipe. Sul suo Byoblu.Com, telecamera in spalla, Claudio in questi anni ha dato il suo contributo all’informazione dal basso: dopo il terremoto dell’Aquila ha approfondito gli studi di Giampaolo Giuliani e fatto conoscere le teorie dello studioso ad un vasto pubblico; solo qualche giorno fa ha pubblicato la toccante lettera di Bruno Panuccio (anche lui tra i trenta blogger che lo scorso febbraio a Roma si ritrovarono davanti all’ambasciata americana: “Obama, save the internet in Italy” il loro appello contro le leggi censura). Bruno è il padre di Sara Panuccio, una delle due ragazze scomparse a Ventotene il 20 aprile 2010 a causa di una frana: “Bisogna farsi sentinelle del proprio territorio – scrive Bruno a Byoblu – attivarsi in prima persona affinchè, alle perdite di vite umane inevitabili, non se ne aggiungano anche altre, inutilmente e colpevolmente”.

Ora però i bilanci di Messora sono in profondo rosso. Il blogger ha lanciato un appello sul web: chiede ai suoi lettori di “contribuire a mantenere l’informazione indipendente offerta dal blog con l’acquisto di un DVD realizzato su Giuliani o con una donazione. Altrimenti sarà costretto a chiudere”.

E sarebbe una perdita per tutti.

Fonte: http://www.byoblu.com/post/2010/05/08/Il-blogger-lancia-un-SOS.aspx#continue

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.