Stampa / Print

Dr. Elio F. Gagliano Medico Chirurgo

Nel dicembre 2009 avevo scritto LA GRANDE BEFFA in cui denunciavo la truffa architettata da Big Pharma/OMS per la vendita stramilionaria del vaccino contro la pandemia di Influenza A.

Se qualcuno ha pensato che farneticassi, ecco che cosa ha scritto eDott (sito riservato ai medici) tre mesi dopo:

“Influenza A: la grande marcia indietro dei vaccini.
L’organizzazione mondiale della Sanità non ha ancora tolto l’allarme rosso eppure, in quasi tutti i Paesi occidentali i vaccini cominciano il loro viaggio a ritroso: in Italia, dalle Asl sul territorio a Roma, e da lì probabilmente all’Africa, dove col virus hanno avuto e ancora hanno più problemi di noi.
Si parla di centinaia di migliaia di fiale inutilizzate: su 10 milioni di dosi di vaccino distribuite nel nostro Paese, sono state meno di 900mila le persone vaccinate al 31 gennaio scorso.
Profetici sono stati medici e operatori socio-sanitari, i primi a cui è stato chiesto di vaccinarsi, ma di cui solo 161mila (il 15% del totale) ha risposto alla chiamata”.
Le cose non sono andate diversamente nel resto d’Europa, dove i governi hanno cercato, dapprima di bloccare o ridurre gli ordini, poi a rinegoziare l’acquisto di scorte non utilizzate. Non credo che le cose siano andate meglio nel resto del mondo civilizzato.

Adesso mi auguro che, forti di questa esperienza, governi, medici e gente comune, non si lascino abbindolare dalla GlaxoSmithKline quando questa annuncerà che il vaccino per smettere di fumare è pronto. E speriamo che l’OMS non ci metta lo zampino come ha fatto per il vaccino antinfluenzale

http://www.forcesitaly.org/Portale_News/news_viewer.php?id=1144

Fonte: http://www.mentereale.com/articoli/la-grande-beffa-ufficialmente-confermata

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.