Coca cola “La formula della felicità” (pubblicità, obesità e l’irresponsabilità sociale)

Stampa / Print

Esiste una correlazione tra la pubblicità di alimenti vista dai bambini e lo sviluppo dell Obesità? Secondo me si, anche se in onore del vero bisogna dire che in Quebec dove i programmi dei bambini sono senza pubblicità l’obesità infantile è quasi raddoppiata negli ultimi cinque anni. Negli Stati Uniti tra il 1977 e il 2004, la pubblicità di alimenti nei programmi televisivi nazionali per bambini è stata limitata in misura del 34% ma l’obesità infantile è quadruplicata. Dal 2007 il Regno Unito ha adottato misure restrittive in materia di pubblicità per i bambini ma l’obesità infantile continua a crescere. In Danimarca, Belgio, Norvegia, le misure di limitazione sono state adottate in tutti questi paesi, il numero di obesità infantile rimangono alti. Infine, in Giappone dove gli investimenti pubblicitari di alimenti nei programmi dei bambini sono tre volte in Europa i numeri dell’obesità infantile restano i più bassi di tutti i paesi industrializzati.

L’obesità è in aumento perché viviamo in un ambiente che la favorisce, le responsabilità possono essere individuali, familiari ma anche sociali (e in questo settore i media). Per questo non è corretto che gli spot si pongono in modo contrario all’educazione alimentare, già abbiamo strumenti per la prevenzione deboli se poi questi vengono messi in discussione continuamente generano confusione nei bambini.

Questo spot è il chiaro esempio della mancanza di consapevolezza del problema. Non c’è responsabilità sociale da chi lo realizza a chi lo trasmette, anche la carenza istituzionale dei mezzi di controllo è sorprendente. Dove è la Iap istituto autodisciplina pubblicitaria? Dove è la AIIPA (Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari)e il suo codice etico? Se lo sono mangiati anzi bevuto per l’occasione ? Per favore almeno evitate di parlarmi di responsabilità sociale di Cola Cola non prendetemi in giro!

Si possono investire tutti i milioni di parole e di euro possibili in comunicazione per la prevenzione dell’obesità e poi uno spot cosi li brucia in 1 minuto!

Coca cola porta a tavola la felicità!!!

(A chi? Alla Coca cola sicuramente, si). Peggio di cosi non si poteva fare! Mente le mamme che non portano la coca cola a tavola, sono mamme che non portano la felicità in famiglia?
Non si tratta solo di un problema educativo perché a tavola si dovrebbe bere solo acqua, ma un problema di salute. Una Coca cola in lattina contiene sette zollette di zucchero chi ha fatto lo spot se lo è mai chiesto? Lo spot ha una firma d’autore per l’amore del cielo, è elegante nella forma, volendo anche gradevole, ma si potevano anche scrivere cose diverse è stato trascurato l’aspetto educativo completamente. PS. La Coca Cola la bevo anche io ogni tanto tuttavia questo non giustifica la superficialità con cui l’azienda fa affermare “la Coca Cola porta in tavola la felicità”.

Fonte: http://papillevagabonde.blogspot.com/2010/02/coca-cola-la-formula-della-felicita.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *