Stampa / Print
Il primo scandalo politico finanziario della storia dell’Italia unita.
Il crac della Banca di Roma arrivò a coinvolgere anche il presidente del Consiglio Giovanni Giolitti (perché coprì i colletti bianchi legati allo scandalo), con un processo che assolse tutti i responsabili.
La fiction di stasera su Rai 1 partirà proprio da questo scandalo, di cui ne hanno parlato nel loro libro “Il ritorno del principe” Saverio Lodato e Roberto Scarpinato.
Si parlava, in questo saggio, del potere criminale, ovvero del lato oscuro del potere politico italiano, fatto di scandali, ruberie, accordi con bande criminali, anche eversive. Un potere capace di fare le leggi e piegarle poi ai loro interessi.
Il potere che risiede nel palazzo (o nel residence, per dirla alla Oliviero Beha), da cui è abituato a non dover rispondere a nessuno, men che meno ai cittadini.
La serva ruba, la padrona è cleptomane, diceva Trilussa. O, per dirla alla Minzolini, il politico non ruba, ma compie solo reati politici.

Fonte: http://unoenessuno.blogspot.com/2010/01/lo-scandalo-della-banca-romana.html

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.