Il caso DAVID KELLY

Stampa / Print
Ascolta il servizio di Amedeo Lomonaco

LONDRA. = E’ una vicenda dalla doppia cornice quella che tinge di giallo la morte del 59.enne scienziato britannico, David Kelly. Il mistero sul decesso del microbiologo ha avuto come scenario principale l’Oxfordshire, regione dove la polizia inglese ha ritrovato venerdì scorso il corpo senza vita dello studioso.
David Kelly

Il curriculum dell’uomo, esperto di armi di distruzione di massa, ex ispettore delle Nazioni Unite in Iraq, consulente del governo Blair e probabile fonte dei recenti scoop della Bbc sui servizi segreti britannici, accusati di aver ingigantito la minaccia Iraq alla vigila della seconda guerra del Golfo, sembra aprire lo sfondo della contea inglese verso piste complesse. Ma secondo le indagini finora condotte, David Kelly si sarebbe suicidato e, come spiega un portavoce della polizia, “l’autopsia ha rivelato che la causa della morte è un’emorragia da una ferita al suo polso sinistro”. Anche i familiari dello scienziato sembrano confermare l’ipotesi del suicidio: “Gli eventi delle ultime settimane – hanno dichiarato – avevano reso la vita di David intollerabile”. Restano comunque i dubbi e gli interrogativi su questo decesso e nuove risposte, in questo caso politiche, arrivano dall’Asia, seconda importante cornice della vicenda Kelly. Il primo ministro britannico, Tony Blair, giunto oggi a Seul, in Corea del Sud, dopo aver visitato il Giappone, ha respinto la richiesta dell’opposizione di riconvocare il Parlamento per discutere il caso. Dopo le polemiche scatenate in America, dove il direttore della Cia, George Tenet, ha ammesso le responsabilità dei Servizi di intelligence statunitensi, le notizie sul presunto traffico di uranio tra Iraq e Niger, rivelatesi non corrette, sembrano dunque provocare scossoni anche in Inghilterra. Ma il premier britannico passa al contrattacco e afferma di non avere nessuna intenzione di dimettersi per il caso Kelly. Per la Radio Vaticana, Amedeo Lomonaco (20/07/2003)
Fonte: http://www.villaggiomondiale.it/DavidKelly.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *