Cura diabete senza insulina: Ricerca bloccata

Stampa / Print
Diabete e insulina vanno insieme – almeno così ci dice la medicina farmaguidata. C’è chi sostiene che non è così, che non è necessario bucarsi con siringhe di insulina per tutta la vita. Dice il Dottor Domenico Fico che il diabete si può curare, con un intervento semplicissimo, però ha trovato la strada chiusa da tutte le parti. Le pubblicazioni mediche rifiutano i suoi articoli, la sperimentazione viene bloccata e perfino le associazioni dei diabetici, per gran parte sostenute da fondi farmaceutici, si mostrano stranamente disinteressati. Non è una mervaviglia che il Dottore abbia il dente avvelenato. Giovanna, una nostra lettrice, ha insistito nel portare il caso alla nostra attenzione. “Il diabete mellito tipo due può essere curato, può essere guarito, può e deve essere debellato”, scrive Domenico Fico. Il suo sito www.diabetenews.8m.com/ descrive i dettagli della sua scoperta e lancia un appello al Presidente della Repubblica. Non mi posso pronunciare sulla validità della tesi di Fico, ma certamente la cosa non merita il muro di silenzio che trova. Fate le ricerche dovute. Accertate se le proposte hanno merito, ma non bloccate il tutto solo perché l’insulina è un ghiotto business. Qui una recente lettera di Domenico Fico a un’associazione di diabetici, trasmessaci da Giovanna che dice: “per difendere anche la mia libertà di scelta terapeutica trasmetto, come atto dovuto, l’ennesima delle innumerevoli comunicazioni fatte dal dr.Fico e ricevuta per conoscenza, a riscontro di una mia.” Il messaggio comincia così: “Sono un vecchio medico, so come guarire il diabete mellito tipo due, ma non conosco la FAND, e non so se si tratti di una associazione pro diabetici o pro venditori dell’inutile insulina, quindi contro i
diabetici. Per risolvere il dilemma, invio questo messaggio. Se, come solitamente accade, non avrò risposta saprò con certezza quale sia la vera natura dell’Associazione…”Innanzitutto, vi invito a visitare il mio sito (www.diabetenews.8m.com), dove ho pubblicato uno studio originale sul diabete. Avrete allora la possibilità di constatare come quella malattia potrebbe essere agevolmente e definitivamente guarita, mediante un modesto intervento di microchirurgia vascolare. Se essa, invece, continua ad espandersi ed a mietere innumerevoli vittime, lo si deve all’infamia di quelle pseudo associazioni pro diabetici, che perseguono il solo fine di commercializzare al meglio i loro dannosi farmaci, ed alla turpe complicità dei mezzi d’informazione, al servizio della mafia farmaceutica. Io ho scoperto quale sia la patogenesi del diabete due, patogenesi che non si trova in alcun trattato di medicina. E senza conoscere la patogenesi di una malattia non è certamente possibile curarla. La patogenesi del diabete due è rappresentata dalla inattivazione dell’insulina neoincreta al suo passaggio attraverso un fegato insufficiente. La dimostrazione di tale patogenesi è data da vari studi, ma uno di essi (Gentile S., Turco S., Torella R. – Diabetes mellitus after liver transplantation a possible relation with the nutritional status. – Diabetes res Clin. Pract. 41: 203-205. 1998) riporta 17 casi di cirrotici epatici con associato diabete mellito tipo due, operati di trapianto del fegato. In tutti i 17 casi, dopo il trapianto, il diabete guarì o migliorò nettamente, a dimostrazione che la malattia diabetica trova la sua patogenesi in un particolare tipo di insufficienza epatica, che provoca l’inattivazione dell’insulina. Pertanto, io propongo, per la cura del diabete due, la deviazione della vena pancreatico-duodenale dalla circolazione portale, dove sfocia fisiologicamente, alla circolazione generale (vena renale), in modo che l’insulina neoincreta, non attraversando più il fegato, non subisca l’inattivazione. In tal modo, “l’inguaribile” diabete guarirebbe. Continuo a chiedere che si ponga questo mio studio all’attenzione dei diabetologi e dei diabetici, così che se ne possa publicamente dibattere. Non ottengo mai risposta. Possibile che la criminalità che si annida nel settore sia tanto potente da impedire con tanta efficacia che il messaggio giunga agli interessati? Ed i giornali ai quali invio i miei messaggi, innanzitutto il Corriere della Sera, sono forse diretti da manigoldi al servizio dell’industria farmaceutica? Malgrado la mia età avanzata, sono ottantunenne, non riesco a credere a tanta infamia. Ma avrò risposta dalla FAND? Il direttore del Corriere della Sera si deciderà a darmi un qualche cenno di risposta, o gli ordini del boss glielo vietano? Ed il direttore del Messaggero, come si comporterà? Anche egli impedirà che la notizia della possibilità di guarire il diabete venga diffusa ? dr. Domernico Fico
foci@libero.it
tel.- 0731789566 Il diabete mellito tipo due può essere curato, può essere guarito, può e deve essere debellato www.diabetenews.8m.com/

Fonte: http://www.laleva.org/it/2005/10/cura_diabete_senza_insulina_ricerca_bloccata.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *