Stampa / Print

Con noiosa insistenza e con pervicace ottusità, i disinformatori (meteorologi, militari, giornalisti a mezzo servizio etc.) affermano che non esiste prova alcuna dell’esistenza delle scie chimiche. Nulla di più falso!

Abbiamo pensato quindi di raccogliere, in un unico post, le prove-cardine che distruggono le menzogne costruite ad arte per ingannare la popolazione e volte a giustificare gli sfregi nel cielo come semplici ed innocue scie di condensazione. Il fulcro di tutta la questione, benché recentemente siano state stravolte le leggi della fisica per tentare di negare la realtà delle scie velenose, è rappresentato dalle quote di sorvolo dei tankers chimici. Si tratta di quote assolutamente non compatibili con la formazione di contrails che sono – lo ribadiamo – un fenomeno rarissimo.

Eccole qui di seguito:

The range finder proof (La prova del telemetro)
Scie chimiche: osservate strane modifiche sui jetfan di velivoli non identificati
La prova del cumulo
La prova dello stratocumulo
La prova trigonometrica
La prova del focale
La prova del radar Airnav
La prova del laser verde
La prova del suono
La prova di Google Earth
La prova U.S.A.F.
Dispositivi di irrorazione su velivoli MD-80
Le analisi del CNR (il video)
Il trimetialluminio nelle scie chimiche
Dossier scie chimiche (a cura del fisico Corrado Penna) anche in versione da masterizzare su CDRom.
– Il documento di confutazione alle FAQ del C.I.C.A.P.


Fonte: http://www.tankerenemy.com/2008/06/le-prove.html

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.