Stampa / Print
di Paolo Barnard

Di Pietro non ha fatto qui una sciocchezzuola, non una svista, o un errore fisiologicamente comprensibile in cotanto eroe. Ha firmato un colpo di stato, perché il Trattato di Lisbona è un colpo di stato perpetrato con l’inganno scientemente e dalle conseguenze potenzialmente devastanti per tutti i cittadini. Ora, se un vostro eroe è capace di una simile aberrazione giuridica e dei diritti fondamentali delle persone, come potete affidare a costui una lotta per la giustizia futura in Italia? Se lo fate, e lo state facendo, vi meritate appieno l’appellativo di scellerati, in gergo idioti, che vi affibbio.
Secondo, preciso per chi mi critica per i toni sprezzanti nei confronti del popolo dei seguaci dei ‘paladini’ Antisistema, che io ho speso dieci anni a cercare di comunicare con costoro e con metodi assai più concilianti. La conclusione è che sono persone ottuse all’inverosimile, fanatiche, del tutto incapaci di pensare un secondo con mente libera, ma soprattutto responsabili di una catastrofe civica che ho lungamente spiegato (es. http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=121). Li disprezzo, esattamente come loro disprezzano i seguaci adoranti di Bossi o Ghedini. Le mie parole sferzanti non li cambieranno mai, ma servono a rendere chiara al rimanente pubblico la drammaticità della catastrofe civica sopraccitata.

Barnard

http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=149

Fonte: http://www.mentereale.com/News/preciso-su-di-pietro-e-miei-toni.html

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.