Stampa / Print
Patrizia era candidata, “loro mi hanno chiesto di candidarmi e non sono stata io a chiederlo” Ignazio Larussa smentisce categoricamente che Patrizia sia mai stata iscritta in nessuna lista a favore delle Europee, e lo fa a Porta a Porta garantendo agli Italiani che questa è la verità. L’Italia è l’unico paese al mondo dove la verità può avere 1000 altre verità, e dove una faccia può assumere 1000 sembianze diverse. Belpietro non è un giornalista, ma un grande politico, uno che riesce sempre a fare sembrare tutto e il contrario di tutto, da candidare assolutamente in qualità di ministro dell’economia dopo che Tremonti sarà fuggito all’estero con i suoi capitali personali che non farà assolutamente rientrare in Italia. Vogliamo dire a Belpietro che non c’era bisogno della D’Addario per sputtanare in mondovisone il premier, e l’immagine della “riunione sghignazzante” mandata in onda dalla BBC dove ne hanno dette di tutte e di più, non lascia spazio a nessuna altra intepretazione, se non quella che il mondo sà bene di chi si stia parlando e conosce il premier italiano molto meglio degli Italiani stessi, questo a causa dell’effetto “libertà di stampa e di opinione”. Patrizia non si è presentata “spontaneamente davanti ai magistrati” ma è stata convocata, non si è presentata nelle redazioni dei giornali ma è stata intervistata, non ha fatto nessun gesto vendicativo nei confronti di chi gli aveva promesso di occuparsi dei suoi problemi, e non ha ricattato nessuno e tanto meno estorto denaro, altrimenti sarebbe Lei ad essere indagata, cosa che invece non risulta. La ragazza vive male, questo è vero, si è vista sfumare i sogni della sua vita che aveva riversato in un agriturismo, sogni per i quali il padre si è siucidato e che l’hanno portata a considerare l’ipotesi di guadagni più “fluidi” noleggiando il suo corpo, cedendo prestazioni sessuali e compangia per persone “psicolabili”. Escort è il termine nobile per definire una prostituta nei nostri giorni, e Patrizia lo ha fatto chiaramente capire che è una “escort” e che questa è la sua professione attuale, la stessa che di fatto svolgono molti giornalisti con l’unica differenza che hanno uno stipendio certo e riescono a fare il mestiere più vecchio del mondo senza nemmeno bisogno di spogliarsi e di farsi la doccia dopo l’intervento. Il furto! Questo punto è passato velocemente senza che nessuno si soffermasse sull’argomento, perchè Patrizia dice che la sua casa è stata svuotata con il chiaro intento da parte dei “ladri” di trovare qualcosa, ma cosa? Le registrazioni? Non si sà, nessuno ha approfondito lasciando nel silenzio una risposta logica che si commenta da sola. Perchè Patrizia ha registrato tutto? Questo è il dilemma essenziale della vicenda? Le ipotesi sono tante, può essere che avesse intenzione di utilizzare le registrazioni per “sputtanare il premier in mondovisione” come ha affermato Belpietro, oppure può essere invece come afferma la stessa Patrizia, che siccome aveva subìto svariate forme di minaccia e anche di violenza, già da tempo registrava tutto, dimostrabile da altre decine di registrazioni di altri “incontri” che la stessa dice di avere come prova a suo carico. Per quanto poco interessante, potrebbe anche essere che Patrizia sia una vera e propria “maiala affamata di sesso” e che quindi gli piace registrarsi e registrare certe cose per poi rivedersele in privato, cosa che a quanto pare piace a miliardi di persone, niente di nuovo. Come ha detto qualcuno, “l’importante è che abbia registrato” altrimenti sarebbe stata l’ennesima farsa all’Italiana piena di smentite e risate e mavalà. Dulcis in findo, il premier è un puttaniere e per giunta poco attento, e questo lo sà tutto il mondo a quanto pare, ma si tratta di stabilire se questo và a incidere con la politica del nostro paese, e capire se uno che ha sempre voglia di trombare non sia in grado di governare un paese. La storia è piena di “trombatori e trombati”; ma nel passato raramente, salvo qualche caso sporadico, si è portato tutto in piazza e davanti all’opinione pubblica come in questo caso. C’è chi parla di disegno ben architettato per fare cadere il governo, che se dovesse scivolare sulla buccia di una “escort” sarebbe davvero il colmo del ridicolo. Piuttosto a noi viene da pensare se tutto questo grande teatro del lusso e delle ballerine non sia di fatto un altro degli ennesimi tentativi di tenere lontano dai riflettori quelli che sono i veri, reali, concreti problemi del nostro paese, dove tutto e tutti stanno andando a puttane, non solo i politici che se lo possono permettere, ma soprattutto chi non ha nemmeno i soldi per farsi una sega.

Fonte: http://www.diciamolatutta.tv/

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.