Stampa / Print
WBprotest.jpg Non sono io l’economista della situazione, ma questa notizia mi sembra talmente incredibile che voglio segnalarla. Il Telegraph titola “La Banca Mondiale potrebbe finire i soldi”, e si scopre che non esagera affatto, visto che le dichiarazioni vengono direttamente dal Presidente dell’istituzione Robert Zoellick. Il succo è che la Banca Mondiale ha prestato talmente tanti soldi in giro ai Paesi più poveri a causa della crisi, che ora ha le casse vuote. Verrebbe sotto sotto da gioire, pensando ai disastri combinati dai prestiti della Banca Mondiale e del suo compare Fondo Monetario (per info leggetevi Shock Economy di Naomi Klein): la crisi ci regala insomma anche la fine dei “baci della morte” iperliberisti inflitti a Paesi già agonizzanti di loro. Ma aspettiamo a festeggiare. Zoellick è lungi dal prendere atto di una tendenza irreversibile: tutt’altro. In realtà, la Banca Mondiale sta battendo cassa. Vuole 5 miliardi di dollari entro aprile, e li vuole dalle nazioni “ricche”. L’avvertimento lanciato è chiaro: Sappiamo che la situazione è difficile per tutti e che non è il momento per chiedere denaro, (MA) se l’International Financial Corporation si ritroverà a corto di fondi la cosa è preoccupante, perché uno dei suoi compiti è usare il denaro dei governi per lo sviluppo del settore privato nei Paesi emergenti. Niente soldi alla Banca Mondiale, fine del business nel Terzo Mondo. Capito, picciotti? http://crisis.blogosfere.it/2009/10/la-banca-mondiale-in-bancarotta.html

Fonte:http://mercatoliberonews.blogspot.com/2009/10/la-banca-mondiale-in-bancarotta.html

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.