Stampa / Print
Ovvero cosa succede quando la fantasia dei banchieri si sposa in una radiosa giornata di mezza estate con quella – creativa per antonomasia – del ministro Tremonti. Succede che le Banche continueranno a fare quello che hanno sempre fatto ma ricavandoci sgravi fiscali e nuovi criteri contabili per mascherare le perdite, il governo sbandiera il nulla come se avesse salvato la patria, gli imprenditori non ci guadagnano proprio un bel niente e noi contribuenti mettiamo mano al portafoglio e paghiamo, come sempre, il conto più gli interessi. Tutto spiegato in questo articolo.

Fonte: http://ildiariodiperestroika.blogspot.com/2009/08/salvare-le-imprese-no-le-banche.html

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.