Stampa / Print


Molte notizie interessanti oggi, di quelle che neanche la stampa allineata che tifa per il rimbalzo del PIL giapponese riesce ad evitare.

Partiamo dagli USA.

Chicago, chiuso per crisi

Chicago oggi salta un turno per bancarotta: numerosi gli affezionati lettori che hanno postato il ink all’articolo di Repubblica che ha già fatto il giro del web, ecco uno stralcio:

Oggi è vietato ammalarsi a Chicago. Guai ad avere bisogno di un certificato, o di qualsiasi altro servizio municipale. La spazzatura resterà a fermentare sui marciapiedi nell’afa estiva: è sospesa anche la nettezza urbana.

La città di Barack Obama non ha più soldi nelle sue casse. Il sindaco Richard Daley, democratico, ha dovuto ricorrere a misure estreme. Fra cui tre giorni di vacanze forzate, a casa senza stipendio, per i dipendenti municipali.

Il Comune annuncia che farà del suo meglio per garantire i servizi d’emergenza – le volanti della polizia, le ambulanze e i vigili del fuoco – ma è meglio non immaginare cosa succederà oggi a chi finisce in una “E. R.” (emergency room, o pronto soccorso) col personale ai minimi e tutti gli altri reparti ospedalieri chiusi.

La sospensione di ogni servizio pubblico oggi provocherà disagi gravi ma farà risparmiare solo 8,3 milioni di dollari di stipendi, un’inezia rispetto alla voragine di perdite della città. Perciò Daley ha già preannunciato altri sacrifici e tagli ai servizi essenziali: tutti gli impiegati comunali dovranno prendersi molti giorni di riposo non remunerato, compresi gli insegnanti alla riapertura delle scuole.

Ne risentirà anche la sicurezza: per mancanza di fondi viene sospeso il celebre piano del sindaco per ritirare le troppi armi in circolazione ricomprandole ai privati.

A dire il vero, l’articolo ammicca un po’ al catastrofismo, tanto è vero che omette di dire che in realtà la giornata di oggi, il primo lunedì dopo ferragosto, è un “Reduced Service Day” , uno dei tre pianificati, come la vigilia di Natale e il venerdì del Giorno del Ringraziamento.

Qui la fonte originale – il comunicato ufficiale dell’autorità cittadina di Chicago.

Resterano operativi al 100% i servizi essenziali alla popolazione come polizia e pompieri. Forse la notizia vera è che tra i servizi essenziali che resteranno attivi c’e’ l’autorità che riscuote i ticket dei parcheggi…

Fonte: http://informazionescorretta.blogspot.com/2009/08/chicago-chiuso-per-crisi.html

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.