Che cosa sono i Bioalimenti?

Stampa / Print
Che cosa sono i Bioalimenti? Viviamo in una società non naturale: inquinamento, concimi chimici, raffinazione industriale, cibi in scatola, ecc., ecc., sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole, per non parlare degli stress psicologici del mondo moderno, che letteralmente “consumano” le nostre cellule uccidendole o deteriorandole. Da qui nasce l’esigenza di tornare fondamentalmente ad un’alimentazione più sana e “primitiva” possibile: cibi crudi per assicurare enzimi vivi a cellule vive; abolizione delle cosiddette “calorie vuote” come farine raffinate e zucchero bianco, prodotto chimico quest’ultimo, del tutto privo di elementi nutritivi e vero veleno per l’organismo; moderazione nel consumo del caffè (che è una frustata per il corpo) e delle bevande alcoliche.
Tutto ciò comunque non basta: il ritmo a cui consumiamo è molto maggiore di ciò che i nostri cibi anche genuini sono in grado di offrirci. L’alimentazione va perciò integrata con concentrati di cibo ad alta “densità” vitaminica, proteica, minerale, per andare a colmare i vuoti già in essere, ma soprattutto per impedire che se ne formino. Che cosa sono questi vuoti? In sostanza, secondo la nutrizione ortomolecolare, che letteralmente significa “raddrizzare la molecola” (nutrendola), sono i piccoli o grossi disturbi che ci impediscono di essere in perfetta salute: acne, coliti, sovrappeso, artrosi, diabete, colesterolemia, pressione alta, ulcere, psoriasi, stitichezza ecc.. Qualsiasi disagio fisico e, secondo il premio Nobel Linus Pauling, anche mentale, può essere ricondotto a carenze nutrizionali che determinano il cattivo funzionamento di quella macchina incredibilmente complicata che è il nostro corpo: basta un solo “bullone” mancante per farla inceppare; e i nostri bulloni sono i circa 50 elementi nutritivi che ogni giorno non dovrebbero mancare sulla nostra tavola! Seguono alcune informazioni, tratte dai libri più aggiornati sull’argomento, dei più importanti tra i “magnifici 50”.
Informazioni su alcuni bioalimenti Acido ribonucleico (RNA)
E’ l’acido che trasmette alle cellule le istruzioni genetiche del DNA; ha una funzione antiossidante, può perciò rallentare l’invecchiamento causato da radicali liberi e ossidanti. Con l’età la produzione di RNA diminuisce: è possibile stimolarne la sintesi con vitamina B-12. AlfaAlfa (Madicago Sativa)
Da rimedio per i cavalli presso gli arabi, è diventata l’erba per acquistare salute e forza col nome di Al-Fal-Fa, che significa “padre di tutti i cibi”. Le radici di questa pianta sono così profonde (anche 15 metri) da raggiungere minerali inaccessibili alla maggior parte delle piante. Contiene le vitamine A, E, K, B, D, molte proteine e minerali di fosforo, ferro, potassio, cloro, sodio, silicio e magnesio. Ha otto enzimi necessari all’assimilazione del cibo. E’ anti-stress, protegge contro le emorragie perché contiene la vitamina K. Efficace per malattie di stomaco (gastriti, ulcere) perché contiene la vitamina U, la stessa contenuta nel succo di cavolo. E’ indicata per scarso appetito, un buon lassativo, un diuretico naturale. Cura l’obesità ed è da provare anche per l’alito cattivo eventualmente con l’Acidophilus). Cartilagine di squalo
L’ultima scoperta, secondo la “Vitamin Bible” di Earl Mindell è la cartilagine di squalo, disponibile in polvere negli opercoli di gelatina, oppure in forma oleosa. Questo integratore alimentare non ha effetti collaterali ed ha mostrato effetti positivi sul sistema immunitario. E’ stato scoperto un suo effetto protettore contro le sostanze cancerogene, delle proprietà preventive dell’osteoartrite, delle infiammazioni e dello scleroderma. Ea sorpresa, questa sostanza ha migliorato anche l’attività sessuale. Consolida maggiore (Symphytum officinalis)
La consolida maggiore è ricca di calcio, potassio, fosforo e minerali in traccia. Le foglie sono ricche di vitamine A e C. E’ una buona fonte dell’aminoacido lisina e una delle poche fonti vegetali di vitamina B-12. ma soprattutto contiene l’allantoina che è una sostanza azotata, cristallina, capace di stimolare la rapida riproduzione delle cellule. Questa sostanza aumenta la velocità con cui la natura può guarire fratture ossee, ferite, ustioni, tessuti infiammati, ulcere. La consolida è anche una delle più ricche fonti di silicio, la cui carenza si registra tra i pazienti affetti da ernia ed ulcere.

Dolomite

E’ una forma naturale di calcio e magnesio che viene assimilata senza bisogno di vitamina D. Raccomandata per casi d’ipertensione o per coloro che seguono diete a basso tenore di sale. Ghiandolari
Sono estratti di singoli organi (ovaie, prostata, pancreas, timo, surrenali), la cui introduzione nell’alimentazione si basa sulla premessa, ormai divenuta cosa certa (perché provata col metodo di ricerca radioattiva), che il simile aiuta il simile; quindi se si prende il ghiandolare di prostata, è la prostata dell’individuo ad averne un beneficio. La procedura più efficace, secondo un nutrizionista di fama mondiale Kurt Donsbach, dopo vent’anni di ricerca ed applicazione pratica, è l’uso di un composto multighiandolare, e ciò perché quella che sembra dal punto di vista sintomatico una funzionalità carente in un organo può, in realtà, provenire da un altro che controlla certe funzioni del primo. Il composto multighiandolare naturalmente è concepito in maniera diversa per uomo o per donna. Gamma oryzanol
Una delle ultime novità nel campo dell’alimentazione per sportivi è un estratto naturale derivato dalla parte esterna (parenchima ed aleurone) dei semi di oryza: il Gamma Oryzanol. Questo rivoluzionario estratto ha dimostrato di poter attivare l’ormone della crescita in modo naturale dalla ghiandola pituitaria, cosa che promuove l’attività anabolica del corpo, cioè la costruzione dei tessuti, senza il bisogno di dover ricorrere a pericolosi steroidi sintetici. Ginseng
E’ uno stimolante fisico e mentale usato dai Cinesi da circa 5000 anni come preventivo e toccasana d’ogni male; leggermente lassativo, aiuta il corpo a disintossicarsi ma soprattutto protegge dallo stress. Ha un effetto normalizzante del livello di zucchero nel sangue, della pressione, del colesterolo ecc. ed è preventivo di molte malattie degenerative come aterosclerosi ed artrosi. E’ uno stimolante del sistema endocrino che aiuta ad assimilare vitamine e minerali. Alcuni scienziati dicono che l’elemento attivo nel ginseng è un minerale chiamato germanio. Purché sia più efficace è preferibile prenderlo a stomaco vuoto prima di colazione. Inosina
E’ una sostanza chiamata da alcuni “l’ultimo segreto degli atleti russi”. infatti sembra efficace soprattutto a livello energetico muscolare aiutando nella sintesi di ATP, (adenosina trifosfato) sostanza importante per qualsiasi lavoro dei muscoli. In azione sinergica con il magnesio, è importante anche per la sintesi degli acidi nucleici (RNA/DNA) e così influisce in modo benefico nella riparazione e la manutenzione della nostre cellule. Kelp (Fucus vesiculosus – Alga bruna)
E’ un’alga straordinaria, ricchissima di vitamine (gruppo B, D, E) e minerali tra cui calcio, magnesio, ferro ecc.. E’ quindi un rimineralizzante importantissimo soprattutto per il contenuto di iodio che ha un effetto normalizzante sulla tiroide (aiuta a diminuire o ad aumentare di peso, a seconda dei casi).Aiuta i ricambi, è dimagrante e valido per combattere cellulite, reumatismi, obesità, linfatismo, asma, alta e bassa pressione, pelle secca, capelli fragili e opachi. E’ utile anche in caso di digestione lenta e stitichezza.

Spirulina (Spirulina platensis – Spirulina maxima)

Le spiruline, alghe di acqua dolce chiamate anche alghe azzurre sono, al contrario dell’alga kelp, prive di iodio. Contengono però alte quantità di minerali quali ferro, fosforo, calcio, manganese, magnesio, zinco e potassio, oltre a numerosi elementi in traccia. Contengono praticamente tutte le vitamine ma sono particolarmente ricche di Vitamina A e di Vitamina B-12.L’aminoacido di particolare rilievo nelle spiruline è la fenilalanina, che stimola l’emissione da parte della corteccia cerebrale della colecistochinina, sostanza conosciuta per la sua azione di attenuante dell’appetito. Perciò la spirulina va spesso usata nelle diete dimagranti. Lecitina
La lecitina consiste di lipidi combinati con fosforo continuamente prodotta dal fegato, da cui passa nell’intestino e poi nel sangue. Aiuta le cellule a rimuovere i grassi ed il colesterolo dal sangue e ad utilizzarli; aumenta la produzione di acidi biliari, costituiti da colesterolo, che viene così ridotto; serve da materia strutturale per ogni cellula del corpo, particolarmente per quelle del cervello e dei nervi; è un potente emulsionante dei grassi saturi ed è importante per prevenire e correggere l’arteriosclerosi; previene la formazione dei calcoli alla cistifellea. Contenendo anche colina, migliora le funzioni cerebrali. Octacosanolo
Octacosanolo è l’ingrediente attivo dell’olio di germe di grano, che come noto aumenta l’energia e la resistenza allo sforzo. Oltre ad un impiego prettamente sportivo, è stato usato con notevole beneficio dai sofferenti di disordini neuro-muscolari; tra questi, distrofia muscolare, morbo di Parkinson, sclerosi, danni cerebrali non gravi e sintomologia connessa ad un post-attacco cerebrale. E’ stato usato anche in casi di sviluppo muscolare ritardato. Olio di fegato di merluzzo
E’ una fonte naturale di vitamina A e vitamina D, nota vitamina antirachitica, che l’organismo usa per fissare il calcio. E’ di aiuto non solo ai bambini, ma anche agli anziani, che hanno bisogno di disponibilità di calcio nell’organismo. Fa bene oltre che alla pelle, agli occhi, le ossa, e il cuore. Aminoacidi Gli aminoacidi sono i costituenti delle proteine; esistono aminoacidi essenziali che devono essere assunti con il cibo ed aminoacidi che il corpo riesce a sintetizzare. Il complesso di aminoacidi è una proteina predigerita, concentrata, costituita dagli otto aminoacidi essenziali più gli altri che l’organismo sintetizza.
E’ predigerita per una rapida assimilazione. La CARNITINA si trova nella carne (muscolo e organi). Può essere sintetizzata nel fegato dalla metionina, purché ci sia disponibilità adeguata di quest’ultimo aminoacido e della vitamina C. La carnitina è importante nel metabolismo dei grassi. E’ stata usata nella riduzione dei trigliceridi, nei disturbi di circolazione, nell’infarto del miocardio, nei disturbi renali e nel trattamento del morbo di Alzheimer.La sua azione di energetico muscolare (aumenta la velocità di contrazione dei muscoli e allevia la stanchezza e il dolore) consiglia un utilizzo nel campo sportivo. La GLUTAMMINA è una forma dell’aminoacido “glutammico” particolarmente utile perché fa in modo che l’acido glutammico sia subito trasportato dal corpo al cervello. E’ spesso usata insieme alle vitamine del gruppo B ed alla vitamina C per aiutare coloro che per abuso di cibi dolci oppure di droga, medicinali, alcool soffrono di disturbi che riguardano le funzioni cerebrali, depressione, memoria, apprendimento, spinta sessuale ecc… La LISINA è un aminoacido usato in particolare per combattere l’herpes (anche genitale) di cui arresta la crescita del virus. (Da 300 a 1200 mg al giorno per la cura e 500 mg come mantenimento). Sembra il metodo più sicuro ed efficace e soprattutto non tossico per controllare questo spiacevolissimo virus, congiuntamente ad una alimentazione ricca dello stesso aminoacido e che non contenga un altro aminoacido contrastante come l’arginina. La METIONINA è importante per il funzionamento del fegato e la produzione di anticorpi. In caso di febbre reumatica nei bambini e di tossicosi gravidica si è riscontrata una particolare carenza di questo aminoacido che è anche un lipotropico, cioè impedisce un anormale accumulo di grasso nel fegato. Importante per prevenire la caduta dei capelli. La FENILALANINA riduce l’appetito se presa la sera a stomaco vuoto prima di andare a letto (da 100 a 500 mg). E’ consigliabile l’uso come aminoacido puro piuttosto che nei cibi (contenuto nella carne e nel latte) per evitare la competizione con altri aminoacidi. Il cervello la usa per formare la “norepinefrina”, un elemento necessario alla comunicazione di certe cellule nervose coinvolte nella regolazione dell’appetito. La fenilalanina può alleviare o prevenire la depressione conseguente a gravi perdite, malattie ecc.. La CISTEINA: I capelli sono costituiti per circa l’8% di questo aminoacido che ne accelera la crescita. Insieme alla vitamina B-1 ed alla C offre grossa protezione contro l’azione degenerante della acetaldeide prodotta dal fumo e dall’alcool ed aiuta ad eliminare i metalli pesanti. Con tutti gli altri antiossidanti protegge dalla aterosclerosi e da tutti i processi di degenerazione cellulare. L’ARGININA si trova nel latte e nella carne. Ha un effetto stimolante sul sistema immunitario (contro le infezioni), rigenerante del tessuto del fegato. In forti dosi brucia i grassi e forma muscoli. L’ORNITINA ha lo stesso impiego dell’Arginina ma ha un’efficacia doppia. Inoltre, rinforzando il sistema immunitario, previene e cura l’artrite causata da tale carenza.. Enzimi Acidophilus
E’ un lattobacillo, amico dell’intestino, che mantiene il buon funzionamento della flora intestinale. Il suo uso regolare mantiene pulito l’intestino, aiuta ad eliminare alito cattivo, stitichezza, flatulenza ed a risolvere problemi di acne, micosi e candida albicans. E’ consigliato in caso di somministrazione di antibiotici.
Coenzima Q-10 o CoQ (Ubidecarenone)
E’ un componente essenziale che normalmente si trova nei mitocondri, quella parte intracellulare che produce l’ATP, la molecola basilare della cellula per l’energia. I livelli di CoQ-10 decrescono con l’avanzare della età, anche del 80%. Fra i benefici effetti anti-invecchiamento prodotte dal CoQ possiamo annoverare: aumento della produzione della energia e buona resa negli esercizi da parte di gente sedentaria; stimolazione del sistema immunitario e correzione del declino delle funzioni immunitarie nei topi; capacità di lavorare come un potente antiossidante con una struttura simile a quella della vitamina E. Una altra caratteristica del CoQ è quella di prevenire la tossicità di molte medicine. Enzimi di papaia
La papaia è un frutto straordinario, addirittura da leggenda. Ancora oggi molte tribù lo chiamano “l’albero della medicina”, e ciò per il contenuto di papaina, un enzima che non si trova in alcun altro frutto e che ha la proprietà di rendere digeribili gli alimenti proteici nonché grassi e carboidrati. Superossido dismutasi (SOD)
E’ un enzima con proprietà anti-ossidanti: protegge cioè le cellule, che rimanendo sane, prevengono le malattie e allentano il processo di invecchiamento. Il SOD offre protezione dai cosiddetti “radicali liberi”. Questi sono causati, in particolare, da radiazioni, grassi rancidi e prodotti di scarto dell’ossigeno bruciato. Si chiamano così perché sono entità chimicamente reattive che, avendo una carica negativa in più, reagiscono senza freno, danneggiando le cellule normali: penetrano nella cellula e causano cambiamento nel DNA. Sono implicati nella genesi delle trombosi, artrite, danni cerebrali, enfisema polmonari, iperpigmentazione cutanea, cateratte, rughe ecc.. Il SOD è stato trovato di particolare efficacia nella prevenzione dei danni da radiazione (raggi X, microonde, raggi ultravioletti, luci fluorescenti, onde radio ecc.). L’enzima catalasi, spesso accoppiato al SOD, distrugge i perossidi e migliora l’utilizzazione del SOD stesso. Bromelaina
La bromelaina è un’enzima ricavata dal gambo dell’ananas. Ha forti proprietà anti-infiammatorie e va usata anche nelle diete dimagranti. Insieme agli orotati di magnesio e potassio viene usata dal medico tedesco, Hans Nieper, nella terapia delle malattie cardiache, soprattutto per prevenire l’infarto in persone che già in precedenza ne hanno sofferto e quindi ne sono particolarmente soggette. MINERALI Calcio
Interviene in tutte le funzioni vitali dell’organismo in relazione a molti minerali e vitamine. Previene gli attacchi di ansietà e di nervosismo, i crampi alle gambe (insieme alla Vit. E), il rachitismo, la congiuntivite cronica, le scottature solari (insieme alla Vit. A). La sua carenza viene messa in relazione all’osteoporosi, ai disturbi artritici e reumatici.Insieme al magnesio fondamentale per la salute del cuore e col fosforo interviene nella formazione delle ossa e dei denti. Viene distrutto dalla mancanza di esercizio fisico e dallo stress. Il corpo, in normale condizioni, ne ha bisogno di circa 1000 mg al giorno. Cromo
Contiene il cosiddetto “fattore di tolleranza al glucosio” per cui è importantissimo sia nel diabete che nell’ipoglicemia. Mantiene basso il livello di colesterolo ed è coinvolto nella sintesi delle proteine. Ferro
Combatte l’anemia da carenza. Le donne ne sono particolarmente soggette (gravidanza, mestruazioni). Gli uomini ne hanno bisogno in caso di emorragie. Debolezza, vertigine, mancanza di fiato, palpitazioni, unghie fragili, smemoratezza possono essere sintomi di anemia da carenza di ferro. Il ferro è un componente essenziale dell’emoglobina il cui compito è il trasporto dell’ossigeno. Germanio
Scoperto dal chimico tedesco Winkler, fu sintetizzato in forma organica per la prima volta nel novembre 1967 in Giappone dal dott. Kazuhiko Asai ed il suo staff di ricerca. L’importanza di questo minerale nel campo della nutrizione deriva dalla sua proprietà di aumentare l’ossigenazione delle cellule. I suoi cristalli grigio-argento emettono degli ioni negativi che hanno un effetto benefico e disintossicante; aiuta a rimuovere metalli tossici dal corpo, quali cadmio, piombo e mercurio. Il germanio è stato dimostrato efficace nel combattere le malattie degenerative, il diabete, l’ipertensione, la cirrosi epatica, l’epilessia e persino il cancro. In natura questa sostanza la troviamo soprattutto nel ginseng, antico rimedio e radice rivitalizzante dell’oriente, nell’aglio e – guarda caso – nei comunissimi funghi eduli. Iodio
E’ un minerale in traccia importantissimo. E’ il nutriente della tiroide che secerne un ormone, la tiroxina, contenente appunto iodio, il quale influenza la crescita, lo sviluppo fisico e mentale ed il mantenimento della salute. La carenza di iodio causa l’ingrossamento della tiroide, fatica, sensazione di freddo, polso lento, pressione bassa, tendenza ad ingrassare, colesterolo alto ecc.. Normalmente occorre più iodio nelle fasi critiche della vita quali fanciullezza, pubertà, adolescenza, gravidanza, allattamento e menopausa. E’ contenuto naturalmente nell’alga (fucus vesiculosus o quercia marina). La carenza di iodio, secondo Bernard Eskin, direttore dell’Istituto di Endocrinologia dell’Università della Pensylvania, può contribuire alla comparsa di cisti e noduli al seno. Lo iodio è particolarmente indicato per la salute dei capelli, unghie, pelle, denti, cuore, arterie. Magnesio
E’ il minerale miracoloso, tranquillante, anti-depressivo naturale. Insieme al calcio regola il battito cardiaco ed aiuta in caso di fibrillazione ventricolare, aritmie, angina pectoris; è efficace nel trattamento dell’ipertensione (quando vi è una contrazione muscolare troppo pronunciata). Mantenendo il calcio ed il fosforo in soluzione, protegge dalla formazione di calcoli renali. Spazza via il colesterolo in eccesso e mantiene in salute il sistema nervoso accrescendo la resistenza alla fatica. Previene la carie e rafforza le ossa. La carenza di magnesio viene messa in relazione a diarrea persistente, convulsione, allucinazioni, confusione mentale, tremori, tic, esaurimento cronico e talvolta ipertrofia prostatica. Importante per la salute delle vene e delle arterie in cui è fattore di prevenzione dell’ateriosclerosi. Manganese
E’ necessario per mantenere in efficienza il sistema enzimatico della struttura ossea. Quando è carente si manifestano errori di comportamento. Il pancreas soprattutto, ma anche il fegato ed i reni hanno bisogno di manganese per un corretto funzionamento. Aggiungendo manganese alla dieta si è spesso migliorata la condizione dei sofferenti di sclerosi multipla e miastenia grave. La perdita di controllo neuromuscolare viene messa in relazione a carenza di manganese. Vampate al viso, nel periodo della menopausa, raucedine cronica, grande accumulo di muco, caviglie deboli ed ossa molto sensibili sono probabilmente sintomi di carenza di manganese. Potassio
Insieme al sodio funge da pompa per introdurre gli elementi nutritivi nelle cellule del corpo e per rimuovere i prodotti di scarto. Quando questo meccanismo si inceppa, le cellule perdono efficienza per l’accumulo di sostanze tossiche e si ha gonfiore o edema. Il potassio aiuta a mantenere l’equilibrio acido/basico. E’ indispensabile per il funzionamento dei muscoli (in particolare del tratto digerente, cuore ecc.) e ne combatte la debolezza. Indicato nei disturbi nervosi ed in caso di acne adolescenziale, favorisce la secrezione di ormoni e la purificazione del sangue attraverso i reni. Perciò è indicato per: cellulite, menopausa, prevenzione della gotta, reumatismi, sciatica, attacchi di cuore, paralisi, ritenzione di liquidi (provocati soprattutto dall’uso di cortisone, medicinali, alcool). Diuretico naturale. La carenza provoca affaticamento, stitichezza, insonnia, ipoglicemia, pressione alta. Il corpo umano ne ha bisogno in quantità due volte e mezza superiore al calcio e cinque volte al magnesio e ciò per dare un’idea della sua vera importanza. Rame
E’ un minerale in traccia necessario perché in caso di anemia permette al ferro di poter essere assorbito, trasportato nel sangue o utilizzato. Gli enzimi, tra l’altro, debbono contenere questo minerale perché possano risanare i tissuti. Sembra che l’assunzione di rame (di cui e comunque pericoloso l’accumulo) abbia ritardato lo sviluppo del cancro in animali e diminuito il danno al fegato in caso di cirrosi. Selenio
E’ un minerale essenziale che si trova nel corpo in piccole quantità e come la vitamina E è un antiossidante naturale. Conserva l’elasticita del tessuto ritardando l’ossidazione degli acidi grassi polinsaturi, causa prima della solidificazione delle proteine nel tessuto stesso; combatte quindi l’invecchiamento. Allevia i disturbi connessi alla menopausa ed aiuta a curare ed a prevenire la forfora e le micosi. Zinco
Lo zinco è direttamente interessato in alcune funzioni fisiologiche fondamentali che interessano tutte le cellule. E’ necessario per la crescita (nanismo), lo sviluppo dell’apparato sessuale maschile, la normale funzione della prostata. Combatte la sterilità maschile e migliora le prestazioni sessuali. Favorisce la guarigione da ferite, lesioni, e mantenendo sane le arterie combatte l’insorgere della arteriosclerosi e l’accumulo del colesterolo. Utile in caso di pressione alta, lo zinco, insieme al cromo è indispensabile per il corretto funzionamento dell’Insulina. Lo zinco è stato impiegato con successo negli spasmi (alle gambe) dovuti a circolazione difettosa e nelle ulcerazioni varicose croniche. Aiuta inoltre a mantenere la pelle sana. Vitamine Vitamina A
E’ una delle vitamine anti-ossidanti, cioè impedisce all’ossigeno di combinarsi con sostanze di scarto e di formare composti tossici. Mantiene sane le mucose, idrata la pelle, combatte l’acne, aiuta la funzione visiva ed uditiva, aumenta la resistenza dell’organismo alle infezioni (spazzando via le cellule morte), soprattutto del tratto respiratorio, genito-urinario e della bocca. Importante per l’accrescimento osseo e per l’attività sessuale e la procreazione. Beta Carotene
E’ la sostanza che colora di giallo il succo di carota; una pro-vitamina, cioè a dire, viene trasformata in vitamina A quando il corpo ne ha bisogno. Comunque rispetto alla vitamina A ha delle proprietà particolari tra cui quella di neutralizzare una forma particolarmente attivata di ossigeno, che si forma dall’esposizione alla luce del sole o dall’ozono. Questo tipo di ossigeno nell’uomo può danneggiare considerevolmente i lipidi (grassi) e gli acidi nucleici DNA e RNA e provocare quindi invecchiamento della cute. Il beta carotene reagisce con questo ossigeno deattivandolo senza esserne distrutto. In caso di facili scottature il beta carotene (più C, E, PABA e B-5) può essere di grosso aiuto. E’ indispensabile per la persona che fuma. Fra le persone che assumono grandi quantità di beta carotene si sviluppano pochissimi casi di cancro di qualsiasi tipo, anche di quello ai polmoni, anche se essi hanno fumato sigarette per anni. Vitamina B-1 (Tiamina)
Una vitamina anti-ossidante, cioè impedisce all’ossigeno di combinarsi con sostanze di scarto e di formare composti tossici. Necessaria per la crescita, aiuta la digestione con la produzione di acido cloridrico. E’ essenziale per il normale funzionamento del sistema neuro-muscolare e del cuore. La sua carenza rende difficile la digestione dei carboidrati e lascia acido piruvico nei tessuti, da cui una deficienza di ossigeno che causa affaticamento e debolezza muscolare. Aiuta a combattere insonnia, depressione, sciatica, neurite, stitichezza, gas intestinali, nausea. Migliora l’attività mentale, soprattutto la memoria. Vitamina B-2 (Riboflavina)
E’ molto importante nei tessuti molli del corpo dove aiuta le cellule nello scambio dell’ossigeno. Necessaria per il metabolismo dei grassi, proteine e carboidrati, promuove la salute in generale. Importante per gli occhi di cui allevia il bruciore, cateratte, difficoltà di visione, previene la dermatite di tipo grasso. Aumenta la resistenza alle infezioni da fungo. Una carenza di riboflavina porta a depressione, disturbi del pensiero, smemoratezza. Vitamina B-3 (Niacina o Acido nicotinico / Niacinamide o Nicotinamide)
Sono entrambi efficaci, anche se possono avere un impiego specifico diverso. La niacina, forma acida, può causare arrossamento in quanto libera istamina dalle cellule e riduce così la tendenza alle reazioni allergiche. (L’arrossamento dura poco tempo e si previene usando un basso dosaggio iniziale e aumentando gradualmente). Migliora la circolazione, riduce il colesterolo ed i grassi nel sangue. E’ anti coagulante. Per gli atleti, la niacina è una delle vitamine più importanti, perché aiuta la circolazione del sangue nei tessuti e porta via i prodotti di scarto, permettendo un più veloce recupero. In entrambe le forme la B-3 è necessaria per il corretto funzionamento del sistema nervoso e del tratto gastro-intestinale (diarrea) e per mantenere sana la pelle. La nicotinamide, che non dà arrossamenti, viene più usata nella cura di disturbi nervosi (paure, angosce, irritabilità, perdita della memoria, manie) e per disturbi della bocca e delle gengive. Vitamina B-5 (Acido pantotenico)
E’ la vitamina anti-stress di cui hanno particolare bisogno le ghiandole surrenali per funzionare normalmente. E’ molto importante nella digestione delle proteine e nell’utilizzazione degli amidi. La sua carenza porta ad invecchiamento precoce, malattie della pelle, indurimentodella pelle, stitichezza, disordini digestivi, prematuro incanutimento. Aiuta a costruire gli anti-corpi, aumentando così la resistenza alle infezioni. Influenzando favorevolmente le surrenali è di grosso aiuto in quei disturbi in cui vi è una disfunzione di queste ghiandole, come artrite, ipoglicemia, allergie, infezioni ecc.. Normalizza la pressione bassa. Vitamina B-6 (Piridossina)
E’ importante per la pelle, l’utilizzazione dei grassi e delle proteine, la formazione del sangue e la funzione dei nervi e dei muscoli. E’ un’insospettata benefattrice, soprattutto per le donne; acne pre- mestruale, nausea in gravidanza, anemia, crampi, gonfiori mestruali, vertigini, artrite in menopausa, reumatismi. Aiuta la digestione per sofferenti di dispepsie. Aiuta a ristabilire la deambulazione, quando le gambe sono paralizzate per cause attinenti a patologia nervosa. Ha effetto sul tono muscolare, oltre che nervoso ed è impiegata con successo nel trattamento delle sclerosi multiple, delle distrofie muscolari, del morbo di Parkinson, epilessia ecc.. In grossi dosaggi allevia l’intolleranza alla luce solare. Insieme al magnesio previene calcoli renali, convulsioni, debolezza, irritabilità. Protegge il pancreas e impedisce un anormale accumulo di ferro. E’ di grande aiuto per prevenire il diabete insieme al magnesio. Vitamina B-12 (Cobalamina)
Vitale nella formazione dei globuli rossi, mantiene integro il sistema nervoso. Migliora la crescita, l’appetito e rinforza contro le infezioni. Indispensabile come supplemento in gravidanza per i vegetariani e nei disturbi delle persone anziane (memoria, tremito, balbuzie, debolezza e dolore agli arti, sensazione di freddo e mani addormentate ecc.). Acido folico
Fa parte del complesso B idrosolubile e funziona come coenzima, insieme alle vitamine B e C, nell’utilizzazione delle proteine. Antianemico, perché necessario alla formazione di globuli rossi, è altresì essenziale al processo di riproduzione e di crescita di tutte le cellule del corpo. E’ benefico nel trattamento della diarrea, ulcere allo stomaco, problemi mestruali, ulcere alle gambe. Migliora la circolazione in pazienti sofferenti di arteriosclerosi.E’ di importanza fondamentale in gravidanza perché la carenza può provocare tossicosi, nascita prematura, emorragia post-partum ed anemia megaloblastica. Può essere di aiuto in problemi di pelle (psoriasi), unghie, artrite, calvizie, diverticolite, stress. Biotina
Parte del complesso B, aiuta la formazione degli acidi grassi e l’utilizzazione di proteine, acido folico, B-5 e B-12. Una carenza nell’uomo causa dolore muscolare, scarso appetito, depressione, insonnia. Le sue funzioni fisiologiche comprendono la buona conservazione della pelle (dermatite seborroica), delle ghiandole sebacee, dei nervi, del midollo spinale e delle ghiandole sessuali. Inoltre sembra abbia valore profilattico nel rallentare la caduta dei capelli. Colina
Viene considerata una vitamina del complesso B. E’ associata in primo luogo alla utilizzazione dei grassi e del colesterolo. Mantiene sano il fegato, impedendo l’accumulo dei grassi e perciò viene usata per l’aterosclerosi e per l’indurimento delle arterie. Aiuta qualsiasi disturbo renale soprattutto in presenza di emorragia e nefrite. Riduce la pressione alta e sintomi come palpitazione cardiaca, vertigini, mal di testa, rumori nelle orecchie, stitichezza, insonnia, disturbi visivi. E’ un tramite vitale per il sistema nervoso e aumenta le difese immunitarie. Ha effetti anti-depressivi e migliora la memoria e l’apprendimento. E’ di aiuto nella cura del diabete e nella prevenzione dei calcoli alla cistifellea. Inositolo
Appartiene al complesso B ed è strettamente associato alla colina ed alla biotina. Promuove la produzione di lecitina nel corpo e protegge fegato, reni e cuore. Aiuta la nutrizione delle cellule cerebrali, delle membrane degli occhi, intestino e midollo osseo. E’ vitale per la crescita dei capelli e previene le calvizie e l’assottigliamento dei capelli. E’ risultato di grosso aiuto per il trattamento della stitichezza, perché ha un effetto stimolante sui muscoli del tratto intestinale. Aiuta ad abbassare il livello del colesterolo nel sangue ed i grassi del fegato. Dà sollievo nella tensione premestruale, nel mestruo doloroso, nella mastite cistica (insieme alla colina). Unito alla vitamina E ed all’olio di germe di grano aiuta nella sclerosi multipla e nei disturbi muscolari. Controindicata è la caffeina che crea grosse carenze di inositolo. Paba (Acido paraminobenzoico)
E’ una vitamina nella vitamina perché in natura si trova solo in combinazione con l’acido folico. E’ stato usato con successo nel trattamento del vitiligine (che può essere causato anche da una carenza di acido cloridrico, vit. C o B-5) e del lupus eritematosus, della sclerodermia e nella prevenzione delle scottature solari in cui agisce come filtro di protezione assorbendo gli ultra violetti, con uso interno ed esterno. Aiuta la fertilità in entrambi i sessi, particolarmente nelle donne, in quanto stimola la produzione di estrogeno. Il suo uso permette, insieme al complesso B, un minor dosaggio di insulina nei diabetici. E’ anti-artritico, anti-asmatico e ringiovanente (il principio attivo nella cura della dottoressa rumena Aslan). Come uso esterno oltre a prevenire, cura le scottature e combatte rughe, pelle secca e macchie scure. Vitamina C (Acido ascorbico)
E’ una vitamina anti-ossidante con proprietà miracolose che possono essere spiegate dal fatto che la C è il “cemento delle cellule”. Combatte lo stress sia fisico che mentale e disintossica; riduce il colesterolo ed i trigliceridi, aumenta la resistenza alle infezioni (cistiti, bronchiti ecc.) è di aiuto agli artritici, perché il liquido lubrificante delle giunture diventa meno denso alleviando così il dolore, ed ai diabetici (per ogni grammo di vit. C si diminuisce l’insulina di 2 unità). Rafforza i vasi sanguigni e tutto l’organismo aiutando nella produzione del collagene (una sostanza ringiovanente della pelle). Forma le cartilagini ossee, per cui è utilissima in caso di fratture, osteoporosi ecc.. Esalta l’assorbimento del ferro e ripara i tessuti accelerando il processo di cicatrizzazione e di guarigione. Ha proprietà anti-allergiche e anti-coagulanti. Indispensabile soprattutto per chi beve o fuma (per ogni sigaretta si consumano 25 mg di vitamina C). Diminuisce il rischio di calcoli biliari e renali. Migliora il funzionamento del cervello e riduce al minimo la tossicità dei farmaci. Secondo il premio Nobel Linus Pauling, l’assunzione di vitamina C nella dose appropriata per ciascuno, può allungare la vita da 12 a 18 anni! Vitamina D
Appartiene a quelle sostanze organiche chiamate “steroli”, che sono precursori di molti ormoni importanti. E’ indispensabile all’assorbimento del calcio (rachitismo, osteoporosi ecc.). Necessaria nell’infanzia e nell’adolescenza è utile anche in vecchiaia perché rinforza i denti e previene la piorrea. Secondo il dottor Arthur Knapp, la vitamina D migliora la miopia e le condizioni di congiuntiviti allergiche. Insieme alla vitamina A, nell’olio di fegato di merluzzo, previene i raffreddori o comunque ne allevia il decorso. Vitamina E
E’ una vitamina liposolubile composta da sostanze dette tocoferoli, di cui esistono in natura ben 7 forme: alfa, beta, gamma ecc.. Antiossidante, ossigena i tessuti, i muscoli e nervi aumentando così resistenza ed energia. E’ di aiuto al cuore perché dilata i vasi sanguigni, migliorando la circolazione, sciogliendo i coaguli sanguigni e prevenendone la formazione (trombosi, flebite). Attenua il dolore dell’angina pectoris (precauzione: usare in dosi minime e poi aumentare gradualmente in caso di malattie reumatiche al cuore). Sblocca i vasi sanguigni e perciò aiuta le vene varicose. Riduce il colesterolo facendo aumentare il livello di HDL nel sangue.E’ antianemica, in quanto protegge i globuli rossi. E’ diuretica e quindi abbassa la pressione alta (anche in questo caso si comincia a piccole dosi per poi aumentare gradualmente). E’ di aiuto in caso di distrofie muscolari, arteriosclerosi, diabete, disturbi mestruali, ulcere (impedisce il formarsi di cicatrici). Previene la formazione di “cisti” non cancerose al seno. L’uso esterno, oltre che interno, aiuta nei casi di ustioni, cicatrici, smagliature e rughe. E’ ritenuta, infatti, la vitamina “anti-invecchiamento” perché influenza la formazione cellulare nel processo di sostituzione delle cellule. Vitamina F
La vitamina F è una vitamina solubile nel grasso e consiste di acidi grassi polinsaturi (acido linoleico, acido linolenico ecc.). Questi si trovano per lo più negli oli vegetali mentre quelli saturi nel grasso animale.Il corpo non produce questi acidi che debbono essere ottenuti dai cibi e sono tanto necessari quanto più sono i grassi solidi ingeriti.Gli oli più ricchi di acidi grassi polinsaturi sono l’olio di ribes nero, l’olio di cartamo e l’olio di enotera. Questi aiutano ad impedire i depositi di colesterolo nelle arterie; combattono le malattie di cuore; aiutano a dimagrire bruciando i grassi saturi; aiutano a mantenere sani pelle e capelli e influenzano positivamente l’attività ghiandolare. Un altro olio polinsaturo particolare, di cui si discute molto oggi, l’olio di pesce, che contiene l’acido eicosapentaenoico, di cui è ricca la dieta degli Esquimesi. Il processo aterosclerotico, presso questo popolo, si instaura molto in ritardo rispetto alle culture occidentali e ciò può avere una spiegazione proprio in questo acido, che ha l’effetto di abbassare il livello di colesterolo, ma soprattutto, i trigliceridi (laddove gli altri oli polinsaturi sono meno efficaci). Importantissimo l’effetto fibrinolitico (antitrombotico). Vitamina K
Necessaria per una normale coagulazione del sangue. Questa vitamina è sintetizzata nel tratto intestinale dalla flora batterica, che viene distrutta in caso di terapia antibiotica. Mangiare in tal caso yogurt e acidophilus. Fonti naturali di vitamina K sono l’alfalfa e la clorofilla. Vitamina P (Complesso C, Bioflavonoidi, Esperidina, Rutina)
Antiossidante, aiuta la vitamina C a mantenere sano il collagene. Rinforza le pareti dei capillari, prevenendo la facilità alle emorragie. Impedisce gli accumuli di liquido nei tessuti e le emorragie interne ed esterne (lividi). Utile in caso di mestruazioni dolorose o irregolari, vene varicose, cuperosa, emorroidi. Antiabortica, antitrombotica.

OPC (Procianidini oligomerici)

Fa parte della famiglia dei bioflavonoidi. Lo troviamo supratutto nei semi e nella corteccia delle piante. L’OPC ha un potente effetto di disattivazione dei radicali liberi. I risultati di studi in vetro dimostrano che l’OPC, come un antiossidante, è 20 volte più efficace della vitamina C e persino 50 volte più efficace della vitamina E nel disattivare i radicali liberi. I primi studi con l’uso dell’OPC hanno mostrato un effetto molto favorevole alla circolazione periferica. Migliora lo stato di salute dei vasi capillari. L’OPC è un forte inibitore dell’istamina. E’ stato usato con successo nel trattamento di ulcere gastriche, di allergie e di asma. Tra le afflizioni causate almeno in parte dall’azione dei radicali liberi rientrano i problemi di confusione cerebrale nelle persone anziane, il morbo di Alzheimer, l’anoxia come risultato dell’aterosclerosi, così come ateromatosi ed infarto cardiaco e cerebrale e certi tipi di crescita neoplastica causati da fattori chimici, fisici (radiazioni) e biologici. Le informazioni contenute in questo opuscolo sono state tratte da:
Almanacco della Nutrizione di L. J. Dunne – Alfa Omega Editrice – Roma
Come Sopravvivere con un Corpo di B. Schwitters – Alfa Omega Editrice – Roma
Vitamin Bible di Earl Mindell
Let’s Get Well di Adelle Davis
Life Extension di Durk Pearson e Sandy Shaw
Super Health di Dr. Donsbach
Miracle Cure – Organic Germanium di Kazuhiko Asai
Zinc and Other Micro-Nutrients di Dr. Carl C. Pfeiffer
Mega Nutrients for your Nerves di H.L. Newbold
Amino Acids di Leon Chaitow
L’OPC in Pratica di B. Schwitters – Alfa Omega Editrice – Roma
Il Libro Complete dei Minerali per la Salute di J.I. Rodale


Fonte: http://www.lastrega.com/archivio/bioalimenti.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *