Italia: Bruxelles si occupa alla legge che istituisce il reato d’immigrazione clandestina

Stampa / Print

[Le Monde] La Commissione europea ha annunciato l’intenzione di esaminare le misure del “pacchetto sicurezza”, approvato giovedì 2 luglio dal Senato italiano. Jacques Barrot, commissario alla giustizia, vuole verificarne la “compatibilità” con il diritto comunitario, avvertendo che “regole di espulsione automatica per intere categorie non sono accettabili”.
La legge istituisce il reato d’immigrazione clandestina punito con una multa da 5.000 a 10.000 euro, accompagnata dall’espulsione immediata. Rende obbligatoria la presentazione del permesso di soggiorno o del passaporto per dichiarare la nascita di un bambino. Il soggiorno dei clandestini nei centri di ritenzione potrà essere prolungato fino a sei mesi (due mesi attualmente), al fine di permetterne l’identificazione in vista della loro espulsione. Il progetto rendelegalizza inoltre le ronde cittadine volute dal partito anti-immigrati della Lega Nord, principale alleato di Berlusconi. Secondo la comunità di Sant’Egidio, vivono in Italia da 400.000 a 500.000 clandestini. [Articolo originale “Italie : Bruxelles se penche sur la loi créant un délit d’immigration clandestine” di Philippe Ridet]
Fonte: http://italiadallestero.info/archives/6631

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *