Una coppia di genitori sposati può trasmettere ai figli il cognome della madre o entrambi i cognomi?

Stampa / Print

Una coppia di genitori sposati può trasmettere ai figli il cognome della madre o entrambi i cognomi?

NO, non si può!

Iscriviti su Facebook al gruppo “Libertà di scelta nella trasmissione del cognome ai figli” per sostenere una nuova normativa che consenta ai genitori di scegliere il cognome da trasmettere. Leggi come fare per iscriversi
Questo sito ha lo scopo di promuovere una nuova normativa in tema di trasmissione del cognome ai figli che consenta ai genitori di scegliere liberamente se trasmettere il cognome paterno piuttosto che quello materno, o il doppio cognome. Questo è quanto proponiamo alle donne e agli uomini che vogliano contribuire al superamento del patriarcato.

Le proposte di legge depositate in parlamento
I 7 disegni di legge in materia di cognome presentati alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica promuovono quasi tutti il doppio cognome.

Come fare per assegnare il cognome materno o il doppio cognome ai figli al momento della nascita?
Se non siete una coppia sposata potete dare ai vostri figli il solo cognome materno.
Vai alla pagina FAQ per leggere come fare, il risultato sarà una sentenza come quella pubblicata nella sezione Sentenze di questo sito.

Posso cambiare il mio cognome per avere solo il cognome materno o il doppio cognome?
Il cambio di cognome è permesso dalla normativa vigente solo in pochi casi: qui trovi le informazioni che ti servono e i moduli per presentare la richiesta.

Siamo una coppia di italiani non sposati, possiamo dare ai figli che verranno il cognome della madre o aggiungere il cognome della madre a quello del padre?

Risposta: La legislazione attuale prevede, seguendo una particolare procedura al momento della nascita, di avere l’assegnazione del cognome da parte del Tribunale dei minori. Il Tribunale dei minori una volta sentito il parere dei genitori, può assegnare il cognome materno in via esclusiva o insieme a quello paterno.

  1. Al momento della dichiarazione di nascita per l’iscrizione del nuovo nato nel registro comunale dello stato civile solo la madre deve riconoscere il figlio, il padre potrà iniziare la procedura di riconoscimento già dai giorni seguenti.
  2. Dopo la dichiarazione di nascita da parte della SOLA madre occorre recarsi all’ufficio riconoscimenti presso il comune di nascita del bambino per fissare la data del riconoscimento paterno con i seguenti documenti:- estratto per riassunto dell’atto di nascita del figlio da riconoscere (in carta semplice; occorre una settimana circa perché sia pronto) – estratto per riassunto dell’atto di nascita del padre ( in carta semplice), – certificato contestuale del padre (in bollo), – certificato di famiglia del padre (in bollo).
  3. Nella data stabilita i due genitori dovranno recarsi all’ufficio riconoscimenti. In questa circostanza i genitori esprimeranno anche le loro preferenze in materia di cognome.Se tutto procede regolarmente a tre settimane dalla nascita il riconoscimento sarà esecutivo e valido a tutti gli effetti giuridici.
  4. Tutta la pratica viene quindi spedita al Tribunale dei Minori che, sentiti i genitori, deciderà se lasciare al bambino il cognome della madre, aggiungere a questo quello del padre o sostituire il cognome della madre con quello del padre. Prima di essere convocati passeranno diversi mesi.
  5. Prima o poi vi verrà notificata la decisione del tribunale.
  6. Se volete mantenere il cognome assegnato non sposatevi neanche dopo il riconoscimento

Fonte: http://nuke.cognomematerno.it/Home/tabid/36/Default.aspx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *