WordPress: aggiungere una mappa del sito per Google

Stampa / Print
Direi che è ineccepibile: l’interesse di tutti i blogger è teso ad avere il maggior numero di contatti sul proprio blog: è interessante sapere che quello che scriviamo nelle nostri notti insonni sia letto da qualcuno. Mezzo principale per essere conosciuti dal mondo ed essere visibili è Google. Ci sono altri motori di ricerca, ma quello più frequentato e in grado di decretare il successo o la disfatta di un sito è praticamente solo questo. In questo post voglio discutere una tecnica su come creare aggiungere una ’sitemap’ (ovvero una mappa del sito) al proprio blog realizzato con wordpress al fine di renderlo più facilmente ‘ricercabile’ da parte di Google. Questa operazione ci permetterà di essere indicizzati dal motore di ricerca con maggiore facilità e, quindi, essere più facilmente trovabili.

Creare il file della sitemap

Prima regola: “rendi le tue informazioni facilmente trovabili”, non nascondere le tue pagine in modo che per raggiungerle il povero visitatore del tuo sito debba fare 1.000 click.
Il modo migliore per onorare questa regola è quello di creare una mappa del nostro sito, in modo che tutti i contenuti siano esposti in modo ordinato.
Ci sono, in realtà, molti modi per fare la mappa del proprio sito, ma Google incoraggia l’uso di un proprio formato.
Per la creazione del file contenente la nostra mappa, essendo utilizzatori di WordPress, possiamo utilizzare Google site map generator plugin creato da Arne Brachhold e rilasciato secondo le logiche della licenza Open Source.

Come installare il plugin

L’installazione del plugin è veramente semplice: si inizia scaricandolo estraendolo sul proprio disco ed eseguendone l’upload sul server che ospita il nostro blog.
Unico tecnicismo un po’ più complicato consiste nel creare due file: sitemap.xml e sitemap.xml.gz e permetterne la scrittura da parte di chiunque. Seguite la guida del vostro programma FTP per capire come fare.
A questo punto, connettetevi alla console di amministrazione del vostro blog e accedete alla sezione di amministrazione dei plugin per attivarlo.
Dalla pagina ‘Opzioni’ scegliete ‘XML-Sitemap’ per accedere alle configurazioni specifiche del plugin.
Cliccate il bottone “Rebuild Sitemap” in cima alla pagina, il plugin costruirà la mappa del sito del vostro blog, ogni volta che aggiungerete un nuovo contenuto, penserà a ricreare la mappa aggiornata, Google periodicamente controllerà il file creato e acquisirà le variazioni.

Usare i webmaster tools di Google

Affinché Google possa accedere regolarmente alla mappa del sito appena creata, è necessario creare un proprio account presso il Google’s Webmaster Tool.
Se non lo avete ancora fatto aggiungete il vostro sito fra quelli controllati.
Avete due strade per eseguire questa operazione. Personalmente preferisco farlo aggiungendo del codice HTML nella sezione “head” del sito. Selezionando questa opzione, vi verrà comunicato un tag da inserire in questa sezione e di verificare che il motore di ricerca abbia correttamente acquisito i dati relativi al vostro blog. Seguite le istruzioni, sono semplici e molto intuibili.

Aggiungere la sitemap

Adesso è necessario far conoscere a Google l’esistenza della nostra sitemap in modo che il motore di ricerca la possa scaricare aggiornata.
L’operazione è molto semplice: è sufficiente riempire il campo “My Sitemap URL is” con l’indirizzo completo del file che il pluging di WordPress ha generato e cliccare “Add Sitemap”.
Inizialmente vedrete lo stato di pending, ma è normale: il processo di controllo del file non è immediato.

Fonte: http://www.corradoignoti.it/wordpress-aggiungere-una-mappa-del-sito-compatibile-con-google/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *