Il Presidente invita i media a non mettere l’Italia in imbarazzo prima del G8

Stampa / Print

[The Guardian] Il Capo dello Stato italiano oggi ha invitato i politici e i giornalisti a non compromettere ulteriormente la reputazione internazionale dell’Italia sospendendo le discussioni sui temi controversi all’avvicinarsi del summit del G8 dei Paesi ricchi della prossima settimana. L’incontro sarà presieduto da Silvio Berlusconi sullo sfondo di una serie di sensazionali accuse sulla sua vita sessuale. “Sarebbe giusto, di qui al G8, data la delicatezza di questo appuntamento internazionale, avere una tregua nelle polemiche” ha dichiarato il Presidente Giorgio Napolitano.Non ha chiarito a quali controversie si riferisse, ma le presunte relazioni di Berlusconi con ragazze squillo e l’amicizia con un’adolescente aspirante attrice e modella sono state al centro dell’attenzione del pubblico per oltre un mese. Il Presidente del Consiglio ieri sera ha invitato a seguire il suggerimento di Napoletano.
“Ci auguriamo che l’invito del Capo dello Stato venga raccolto” ha aggiunto. Berlusconi ha escluso l’ipotesi che il suo governo possa cadere, sostenendo che è “il più stabile e sicuro di tutto l’occidente”. Parlava da una conferenza stampa a Napoli a bordo della “Fantasia”, una nave da crociera che avrebbe dovuto ospitare le delegazioni del summit prima che il Presidente del Consiglio spostasse la sede del vertice dalla Sardegna a L’Aquila, la città colpita dal terremoto.Con statistiche, diagrammi e progetti alla mano, il Presidente del Consiglio ha assicurato ai media che i suoi illustri ospiti sarebbero stati senza dubbio accolti con stile in una grande caserma frettolosamente trasformata per l’occasione. Ha ricordato che il posto sarà presto fornito di 121.000 metri quadri di giardino con 6.850 cespugli e ampi prati.Passando al tema del pericolo per la posizione internazionale dell’Italia il Presidente del Consiglio ha dichiarato: “Certamente non faremo una brutta figura”. Napolitano ha affermato di aver avuto una conversazione “approfondita” con Berlusconi sul G8. Ma non è chiaro se sia avvenuta prima o dopo aver lanciato l’appello altamente insolito per quello che nei fatti sarebbe una sospensione della normale vita democratica in Italia. Alcuni magistrati della città di Bari stanno interrogando circa 30 donne, alcune delle quali accusate di essere state pagate da un imprenditore locale per partecipare a cinque feste organizzate da Berlusconi. Una di queste ha dichiarato che una escort pagata ha dormito con il Presidente del Consiglio lo scorso novembre quando era ancora sposato.La controversia sulle presunte ragazze squillo ha temporaneamente oscurato un precedente scandalo a proposito di una misteriosa relazione di Berlusconi con una ragazza napoletana diciottenne che aveva fatto domanda per lavorare in uno dei suoi canali televisivi. Il Presidente del Consiglio aveva dichiarato che avrebbe riferito in Parlamento in merito alla relazione con la ragazza, ma non l’ha mai fatto.Non c’è stata un’immediata reazione all’iniziativa di Napolitano da parte del principale gruppo di opposizione italiano, il Partito Democratico (PD), che è sembrato diviso sulla questione.Il capogruppo del partito alla Camera dei Deputati, Antonello Soro, ha affermato che il Presidente aveva “pienamente ragione”, ma ha aggiunto che Berlusconi, con le sue “dichiarazioni e continue accuse”, è stato il principale responsabile della controversia. Un parlamentare del PD, Marco Beltrandi, ha comunicato tuttavia di essere sconvolto dall’appello del Presidente, che sarebbe “inaccettabile in qualsiasi altro paese”. Antonio Di Pietro, leader del più piccolo partito Italia dei Valori, ha respinto l’idea che l’immagine del paese possa essere danneggiata da ulteriori controversie. “Tutto il mondo ride di noi” ha sottolineato. “Dovremmo trovare una soluzione a questo cancro chiamato governo Berlusconi il più presto possibile, anche prima del G8”.I vertici del G8 rappresentano una questione delicata per Berlusconi. L’ultimo che ha presieduto, a Genova nel 2001, è stato teatro di scontri violenti tra la polizia e i contestatori, dove un dimostrante è stato ucciso con un colpo di pistola. Molti agenti di polizia sono stati successivamente processati per un sanguinoso attacco a dimostranti indifesi.[Articolo originale “Don’t embarrass Italy before G8 summit, president urges media” di John Hooper]

Fonte: http://italiadallestero.info/archives/6501

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *