Giuliani: INGV in ritardo di 10 anni sulla ricerca

Stampa / Print

INGV in ritardo sulla ricerca Giuliani

Siete in tanti, tantissimi a chiedermi cosa dice Giuliani in merito al recente sciame sismico. Questo non è un blog specializzato in questo settore, nè un blog regionale, ma voi me lo chiedete, io lo faccio. «Uno è lieto di poter servire» [L’Uomo Bicentenario – Robin Williams]. Ecco quanto ho raccolto dalla sua viva voce, questa mattina alle undici.

Claudio Messora: «Giampaolo Giuliani, quali sono gli aggiornamenti?»

Giampaolo Giuliani: «Si sta manifestando una sequenza sismica di eventi attestati tra il 3 e il 3.5 di magnitudo. Le zone più interessate sono i Monti della Laga, i monti Reatini e il Gran Sasso. L’epicentro si snoda intorno a Capitignano, Capotosto, Montereale, Amatrice, e questo fa sì che a L’Aquila le scosse si avvertano un po’ più attutite, mentre la terra tremi con maggiore intensità nel teramano, nella zona di Ascoli Piceno e di Macerata.
Si stanno verificando una media di 4 o 5 eventi all’ora, percepibili a livello strumentale, di cui usualmente uno di terzo grado o poco superiore. Tuttavia, la curva di magnitudo sta crescendo. I livelli di misurazione del gas Radon si mantengono medio alti, circa 2.200 punti sopra la soglia. Questo si traduce in una finestra di eventi sismici attesi compresi tra il 2.7 e il 3.5. Anche se nelle prossime 24 ore (fino alle 11 di domani mattina) i miei strumenti e la mia tecnica di rilevazione non indicano nessun forte sisma, è tuttavia il momento di assumere tutte le precauzioni del caso. Se avvertite una scossa in cui si muovono il tavolo, le sedie e tintinnano le suppellettili (3.5 – 3.8), non rimanete dentro casa. Soprattutto se si sono già verificate due o tre scosse ravvicinate nell’arco della giornata. E’ prudente mantenere uno stato di vigile allerta.
Comunico che è partita anche la stazione di rilevamento di Fagnano. Questo amplia considerevolmente le possibilità di indagine e di studio.»

Claudio Messora: «Hai visto la puntata di SuperQuark del 23 giugno scorso, dove è stato mandato in onda un servizio che ha liquidato la tua ricerca bollando le tue previsioni come sbagliate e passando oltre? Come la commenti?»

Giampaolo Giuliani: «Si parla spesso di terremoti, si dicono cose importanti su di me senza neppure ascoltarmi, limitandosi a riportare voci di chi spesso neanche mi conosce, per sentito dire. Che modo di fare informazione è questo? Apprezzo il lavoro di Piero Angela, ma servizi come questo fanno solo disinformazione. Chi l’ha detto che le mie previsioni erano sbagliate? Lo erano quelle false, quelle dichiarate dall’INGV circa Sulmona, mentre tutte le mie previsioni, quelle che avete sentito dalla mia voce, si sono sempre rivelate esatte.
Abbiamo una delle reti di sismografi più fitte d’Europa, anche se nel resto del mondo ne esistono delle migliori. Eppure il sismografo non ci permette in alcun modo di prevedere i terremoti. Tutto quello che può fare è consentire la creazione di mappe che indicano una probabilità statistica.
Chi in tutti questi anni ha portato avanti in Italia il programma di ricerca sulla previsione e sulla prevenzione sismica è in forte ritardo sulla comunità internazionale. Possibile che nessuno dica che il nostro paese ha un gap di almeno dieci anni da colmare rispetto alla ricerca internazionale? Come mai i ricercatori dell’INGV mostrano di non avere alcuna competenza sulla fisica del Radon?»

Fonte: http://www.byoblu.com/post/2009/06/26/Giuliani-INGV-in-ritardo-di-10-anni-sulla-ricerca.aspx#continue

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *