Stampa / Print
Ho chiesto a Giampaolo Giuliani di spiegarci come nascono i terremoti, e pubblico in video la prima lectio sismica.
Colgo l’occasione per rispondere a tutti quelli che mi scrivono, preoccupati a causa di fantomatiche previsioni di eventi catastrofici che il ricercatore del Gran Sasso avrebbe diffuso nelle modalità più rocambolesche.

Ecco due emblematiche lettere, scelte tra tutte quelle che quotidianamente pervengono a Byoblu.Com

Papà toglie i lampadari
Ciao, da giorni mio padre (che lavora a L’aquila e per carattere non è un allarmista) è preoccupato. Pare che si preveda un altro forte sisma e che Giuliani abbia “avvertito”..è vero? Ripeto: mio papà è preoccupato. Pare che la fonte sia attendibile e seria e ha persino tolto i lampadari a casa, dicendo: “meglio esagerare che sottovalutare”. Dorme con cellulare e mini torcia sotto il cuscino. Insomma non è da lui, ed ho timore che ci sia qualcosa di vero, ma non ho letto nulla sul tuo sito.
La terra continua a tremare e noi con lei, e onestamente a me queste scosse non sembrano affatto “di assestamento”. Sono troppo forti per esserlo, ma non essendo un’esperta mi piacerebbe conoscere il parere di Giuliani, che stimo molto.
Sai, ho una bimba di 10 mesi e mi sono appena trasferita in una palazzina in centro non di recente costruzione… Insomma, vorrei che tu con la serietà di sempre indagassi. Ti spiace? Sperando e confidando in te, ti auguro una buona serata.
Marianna D.G. – Avezzano

Il notaio che sa tutto
Salve Claudio, sono Alessio un ragazzo di 21 anni che risiede nella tendopoli di Paganica4. Quello che vorrei chiederti, visto anche la tua vicinanza con Giuliani, è se potevi pubblicare qulacosa circa la notizia che come una favola gira nella nostra città, in merito ad una lettera che Giuliani ha consegnato ad un notaio che riporta la data di un imminente sisma dalla capacità distruttiva superiore al 6° grado.
Ringraziandoti anticipatamente, ti invio i miei più distinti saluti ed i miei complimenti per il tuo blog.
Alessio B. – Paganica

Dopo quanto è successo, l’apprensione è comprensibile e più che giustificata. Tuttavia, come lo stesso Giuliani ha avuto modo di ripetere in numerose occasioni, la sua tecnica consente di prevedere il verificarsi di un sisma entro una finestra temporale che va dalle 6 alle 24 ore. 48 ore nel caso di eventi molto forti, superiori al 6° grado. Questa semplice consapevolezza basta a dissipare qualsiasi previsione, attribuita al ricercatore, che copra un arco di tempo superiore generalmente alle 24 ore. Giuliani inoltre non è Giucas Casella, e non affida al notaio la vita delle persone. Allo stato attuale delle cose, qualsiasi voce di ogni ipotetico vaticinio di Giampaolo Giuliani è falsa, ed è frutto di sciacallaggio proditoriamente costruito ad arte per screditarne il lavoro e la ricerca.

Se dai rilevatori di radon dovesse emergere un livello di rischiosità critico, Giuliani si recherà presso gli enti preposti per darne comunicazione con la massima urgenza. Inoltre ne darà immediatamente annuncio su questo blog.

Una buona notizia arriva invece dall’architetto Aldo Gregori, che in relazione al mio articolo le agibilità fantasma mi scrive la seguente lettera.

Le perizie ve le faccio io. Gratis.
Sono un architetto con studio tecnico a Prezza (vicino Sulmona), come i miei colleghi ho dato, tramite l’Ordine professionale, la mia disponibilità per verificare gli edifici colpiti dal sisma. Dopo diversi giorni sento delle lamentele da parte di amici e conoscenti che devono aspettare a lungo per avere la famosa visita. Il fatto mi sembra strano anche perchè non sono mai stato contattato da nessuno, così telefono alla protezione civile di Sulmona dove mi dicono che hanno tecnici a sufficienza e non c’è nessun bisogno di me. A parte il fatto che la protezione civile, o chi di dovere, ha mandato in giro colleghi incompetenti che sono stati contraddetti dai successivi sopraluoghi da parte dei VVFF, sembra normale che molti tecnici siano stati esclusi dalla possibilità di dare una mano e fornire le proprie competenze a chi ne ha bisogno, e avere di conseguenza la possibilità di lavorare alla ricostruzione ed il recupero, che è ora la cosa più importante?
Per fare riferimento al suo articolo riguardo le perizie private che arrivano a costare fino a 800 euro, attraverso il suo blog, se volesse, potrà comunicare il mio nominativo e la mia disponibilità a farle gratuitamente.

Cordiali saluti
Arch. Aldo Gregori
aldogregori@libero.it

Fonte: http://www.byoblu.com/

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.