Stampa / Print
Fonte: http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/2009/05/i-temi-di-michele.html

Lunga telefonata ieri sera con Zio Michele.
Innannzitutto un augurio sincero per i suoi problemi si salute…che sembrano migliorare…MA PASSIAMO AI FATTI:

Petrolio: Michele si è espresso chiaramente: se alcune settimane fa aveva parlato di un petrolio a 71 dollari…..ora si spinge in là e rilancia:

PETROLIO A BREVE/MEDIO PERIODO A 77 DOLLARI.
A MEDIO LUNGO arriverà a 91 Dollarones!

Fiat, ieri con Michele siamo andati a nozze. io che da settimane dico che la Fiat viene comprata dagli americani (Notare che CNH è già americana…).
Michele afferma invece che l’intenzione della famiglia Agnelli è quello di abbandonare più in fretta possibile l’Italia. Se ci pensate su…vi accorgerete che gli interessi della famiglia Agnelli, negli anni si sono sempre più spostati in USA e Francia (Sequana). L’operazione AUTO, permetterà di spostare il baricentro industriale e di vendite in Europa e America relegando sempre più l’Italia a un piccolo mercato.

Fortis, in un vecchio post Michele aveva pronosticato per il titolo bancario una risalita molto importante. (il titolo allora quotava 0,80, ieri circa 2,80).
Michele ricorda come il titolo bancario era arrivato a quotare 32 euro…
Poi mi avvisa che….secondo alcuni ben informati amici londinesi, il titolo puo’ arrivare a 4,4 euro nei prossimi mesi.

E arriviamo alla telefonia. Telecom Italia. Qui uso parole sue: “a Londra ci sono enormi ordini d’acquisto su Telecom CONGELATI”.
Congelati? e cosa vuol dire, gli ribatto io!
Michele conferma che tutto dipenderà dalla politica e da Berlusconi. Il suo peso nella politica italiana sarà determinante per capire se Telecom possa essere oggetto di intensi acquisti. Se la sua stella tenderà ad offuscarsi Telecom potrebbe rinascere. in alternativa, un aumento (o anche uno status quo) della sua popolarità continuerebbe a tenere lontani gli investitori esteri.

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.