Stampa / Print

Campo di volontariato internazionale al Presidio Permanente No Dal Molin organizzato da Servizio Civile Internazionale

NO DAL MOLIN – Vicenza (3.1) 28/08/2009 – 13/09/2009 10 volontari Contesto del progetto e dell’associazione: il Presidio Permanente No Dal Molincontro la costruzione della nuova base statunitense di Vicenza. Da ormai tre anni a Vicenza è nato un movimento trasversale di donne e uomini che cercano di impedire la costruzione di una nuova base militare statunitense a 1,5 km dal centro della città, patrimonio Unesco. Vicenza diventerebbe la sede della più grande base USA in Europa. Il Presidio Permanente è un movimento ma anche una struttura fisica composta da due tendoni montati in un campo in prossimità dell’area Dal Molin dove si organizza la mobilitazione contro il progetto. In questi 3 anni sono stati organizzati: 2 manifestazioni nazionali, centinaia di iniziative, un referendum autogestito, due Festival estivi con concerti, azione dirette non violente e dibattiti. Il campo di volontariato si svolgerebbe appunto durante il Festival estivo che è per il movimento un’occasione per raccogliere fondi e creare un punto di incontro tra tutti coloro che a Vicenza e in tutta Italia credono nella pace e lottano contro la militarizzazione dei territori. Vicenza in questi anni è diventata un simbolo della resistenza della comunità locale contro progetti portati avanti contro l’interesse dei cittadini e in difesa dei beni comuni. Le motivazioni che muovono la comunità vicentina non sono di carattere prettamente ideologico ma anche legate a fattori ambientali (la base verrebbe costruita sopra la falda acquifera e nell’ultimo polmone verde rimasto in città), a fattori etici e alla contrarietà a vivere in un territorio che è complice della guerra e delle politiche imperialiste. Lavoro: le attività del campo consisteranno nel supporto da parte dei volontari al montaggio smontaggio delle strutture logistiche (tendoni, palco, cucine, campeggio, bagni, etc..), all’allestimento creativo del Festival (segnaletica, scenografia del palco, dei bar e delle altre strutture), aiuto in cucina, mescita bevande, pulizia e mantenimento del luogo dove si svolge il Festival. Parte Studio: è prevista una formazione sulle pratiche di azione diretta non violenta, risoluzione dei conflitti e condivisione all’interno del gruppo, prendendo spunto dall’esperienza del movimento vicentino. Alloggio: in tenda fornita da noi presso l’area del Festival o in zona limitrofa. È necessario portare sacco a pelo e materassini. Lingua del campo: inglese e italiano. Particolari capacità richieste: sono gradite figure quali: tecnici del suono, persone con spiccato senso artistico (per gli allestimenti), aiuto cuochi. Persone con predisposizione al lavoro manuale. Aeroporto o stazione più vicina: stazione ferroviaria di Vicenza, si raggiunge in un’ora dalla stazione di Venezia e in 2 ore circa da quella di Milano. Se arrivi in aereo gli aeroporti consigliati sono: Venezia o Verona, ma anche Milano e Treviso. Informazione aggiuntive: Se hai una bicicletta portala, noi in ogni caso cercheremo di fornirne una per ciascun volontario. Per la descrizione in inglese e iscriverti al campo clicca qui o scrivi a incoming@sci-italia.it Tratto da Sci-Italia

Fonte:http://www.nodalmolin.it/spip.php?article291

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.