PETROLIO A 75 DOLLARI?

Stampa / Print
Fonte: http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/2009/05/petrolio-75-dollari.html

Tre settimane fa Michele Nista ci ha avvisati che il petrolio sarebbe arrivato presto a 71 dollari. Oggi dall’Arabia arriva l’avviso:
The world economy has strengthened enough to weather oil prices at $75-$80 a barrel, the Saudi oil minister, Ali Naimi, said on Wednesday.

Pensate che ieri l’inflazione tedesca è risultata bassissima…e la scusa è il crollo dei prezzi energetici.

Ebbene…sappaite che quel dato è vecchio e inattendibile. Il petrolio, da inizio anno è salito e di molto…
Il costo per il sistema si abbatterà ben presto sul continente Europa. L’inflazione è già ripartita….ma per mesi nessuno se ne accorgerà.

L’obiettivo è di far emergere il dato inflattivo ufficiale…quando oramai è troppo tardi.

Ogni giorno..quando andate al distributore di benzina…guardate al prezzo che sale…quando andate a far la spesa controllate i prezzi…fra tre mesi anche il costo dei mutui a tasso variabile comincerà a risalire la china…

Non guardate il dato ufficiale ma quello REALE.

Se vi accorgete che state risparmiando soldi rispetto al mese precedente…allora vuol dire che siete nella direzione giusta (in quanto pensioni, sanità e istruzione pubblici vanno via via peggio e quindi il risparmio DEVE aumentare).

Altrimenti…non credete al dato inflattivo che vi propinano e pensate già che siete più poveri.

La forza di un paese si basa sulla crescita del potere d’acquisto, nell’aumento dei flussi di cassa, nel contenimento del debito a livelli sopportabili, e nel risparmio dele famiglie…IL RESTO SONO BALLE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *