Come crearsi un kit di sopravvivenza – Parte Prima

Stampa / Print
Fonte: http://www.climatrix.org/2008/11/come-crearsi-un-kit-di-sopravvivenza.html

PARTE 1 – A cosa serve un kit di sopravvivenza. I preparativi preliminari.

Cominciamo da questo primo post la presentazione di una mini-guida sul come costruirsi un kit di sopravvivenza multiuso. Questo argomento è interessante per chiunque, anche se generalmente rapisce soltanto l’attenzione degli escursionisti, dei cacciatori, dei ricercatori o studiosi, dei militari o di chiunque debba fronteggiarsi con la possibilità o la necessità di dover vivere o avventurarsi in ambienti o contesti poco ordinari per un certo periodo di tempo.

Nella quotidiana realtà familiare, domestica o urbana nella quale si trova a vivere la maggior parte di noi, tendiamo a rinchiuderci in una dimensione un po’ ovattata dimenticandoci del fatto che, essendo tutto così impermanente, potremmo accidentalmente trovarci in un contensto imprevisto senza avere il tempo di raccogliere tutte le nostre cose o magari senza dover mordersi le mani per non averci pensato prima… di trovarsi nei pasticci.
Effettivamente, non presenteremo come prepararsi ad un viaggio, bensì come tenersi sempre pronto per un’avventura o un’emergenza, senza perdere di vista la necessità di equipaggiarsi in maniera essenziale ma adeguata.
Sono molti gli itinerari o le esperienze che potrebbero vedervi implicati o partecipi ma, in ognuno di questi casi, necessiterete di alcuni oggetti e dovrete conoscere alcune tecniche basilari.

In ordine di priorità sarà dunque di fondamentale importanza non dimenticarsi mai di creare le condizioni per poter essere sempre in grado di sapersi orientare per essere in grado di effettuare spostamenti sicuri al fine di procurarsi e cucinarsi del cibo ed utilizzare, raccogliere o purificare l’acqua. Potrebbe sembrare una considerazione banale ma, in situazioni critiche, in casi di emergenza o in avventure più o meno estreme, possedere qualche informazione in più può fare la differenza tra una morte probabile ed una potenziale sopravvivenza.
A seconda dei luoghi che frequentate o in cui vivete il vostro kit di sopravvivenza subirà alcune variazioni ma tenteremo di crearne uno che possa essere facilmente trasportabile, anche a piedi e per lunghi percorsi; ovviamente, la vostra corpuratura, forza, resistenza e spirito d’adattamento saranno variabili importanti che giocheranno a vostro favore o sfavore.
Partiamo dal considerare come accessibile a chiunque l’acquisto di un capiente zaino (uno di quelli da trekking va benissimo) che vi fornisca anche la possibilità di agganciare altre cose al suo esterno, mediante corde, ganci o moschettoni, ed un utile marsupio multitasca da allacciarsi al cinto e dove riporre oggetti che dovranno essere facilmente raggiungibili senza dover ogni volta fermarsi per aprire lo zaino e rovistarci dentro. L’ordine con cui sistemerete le vostre cose è un altro fattore indispensabile che si rivelerà ancor più importante in momenti di caos o disagio.

A seconda della latitudine in cui vi troverete e della temperatura/stagione, avrete certamente bisogno di avere un riparo in cui dimorare o dormire di notte. Su questo punto le possibili variabili in gioco nei singoli casi potrebbero fornirvi molteplici necessità o scelte, ma partiamo dall’enumerare tre oggetti che, in un modo o nell’altro vi permetteranno di avere ottime possiblità di sopravvivenza:
– sacco a pelo
– amaca ripiegabile
– tenda da campeggio
Per ognuno di questi strumenti e a seconda di quelle che sono o pensate che siano le vostre necessità, troverete certamente in commercio dei modelli dalle buone caratteristiche tecniche ma soprattutto poco ingombranti e piuttosto leggeri. Purtroppo, molte volte, i prodotti migliori hanno dei costi forse non accessibili a chiunque, pertanto vi consigliamo di effettuare un acquisto solo dopo un’attenta ricerca e comparazione, alla ricerca del miglior rapporto qualità/prezzo per voi accessibile.
Questa regola dovrà valere anche per l’acquisto del resto del materiale che vi presenteremo nei prossimi post, anche se molte volte è meglio spendere qualcosa in più per qualcosa di molto utile che probabilmente dovrete comprare una sola volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *