La pressione alta nei giovani

Stampa / Print
Fonte: http://www.farmacoecura.it/prevenzione/la-pressione-alta-nei-giovani/

Un recente studio sostiene che una pressione alta in giovane età è responsabile di futuri gravi danni alle arterie; questo disturbo, manifestare in gioventù un’elevata pressione, è detto pre-ipertensione. “Sono troppo giovani per avere un gran numero di infarti e ictus”, ha detto l’autore principale dello studio, il Dr. Mark J. Pletcher, dei 3560 partecipanti la cui età va dai 18 a 30 anni all’inizio dello studio. “Ma valutando la quantità di calcio coronarico si misura l’aterosclerosi, che è un forte indizio di possibili attacchi di cuore.” “Quello che abbiamo dimostrato è che valori pressori di poco più alti del normale, oltre 120 e sopra 80, sembrano associarsi con aterosclerosi più avanti nella vita e probabilmente con attacchi di cuore e ictus”, ha detto Pletcher, un assistente professore di epidemiologia, biostatistica e medicina presso l’University della California, San Francisco. I risultati sono stati pubblicati il 15 luglio nel numero di Annals of Internal Medicine. “Questa è un’altra piccola prova che si deve prestare attenzione alla preipertensione nei giovani,” ha affermato il Dr Richard B. Devereux, professore di medicina al Weill Cornell Medical College di New York. Egli ha condotto uno studio diversi anni fa, tra gli indiani americani, scopendo un’associazione tra la pre-ipertensione all’inizio età adulta e le anomalie dei muscoli del cuore. “Hanno usato un biotest completamente diverso,” ha detto Devereux dei ricercatori di S. Francisco. “Contribuisce ad una più completa panoramica”. La pre-ipertensione durante la giovane età è associata non solo con lo sviluppo di aterosclerosi, la formazione di placche che possono eventualmente bloccare le arterie, ma anche con l’arteriosclerosi, l’irrigidimento delle arterie, spiega Devereux. Dal nuovo studio è emerso che l’ipertensione è più comune negli uomini, neri, nelle persone in sovrappeso e i soggetti con basso status socioeconomico. I partecipanti con reddito al di sotto dei $ 25000 e senza istruzione universitaria hanno mostrato infatti due volte più probabilità di avere pre-ipertensione precoce rispetto a quelli con reddito annuo di più di $ 100000 e un istruzione superiore. Il trattamento farmacologico non è una vera opzione per la pre-ipertensione nei giovani, sostiene Pletcher: “Non abbiamo prove del fatto che il trattamento di questa patologia in giovane età impedisca le malattie cardiovascolari, perciò non la raccomando”, ha detto. Ma i medici devono prestare attenzione ai casi limite di alta pressione del sangue nei giovani e dovrebbero raccomandare misure preventive. “Vi consigliamo di modificare lo stile di vita, fare più esercizio, avere una migliore alimentazione, e così via, per migliorare la salute cardiovascolare”, ha detto. Devereux aggiunge che “L’attività fisica, una dieta migliore, smettere di fumare, evitare scelte che possono essere dannose per le arterie diminuiscono la probabilità di danni futuri.” Fonte: HealthDay News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *