ABBIAMO SBAGLIATO?

Stampa / Print
Fonte: http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/2009/05/abbiamo-sbagliato.html

Come ben sapete siamo stati in grado di prevedere e spiegare la discesa dei mercati azionari fin da giugno 2007.
Abbiamo chiuso TUTTE le operazioni al ribasso a fine febbraio (poco prima degli ultimi crolli fino al 10 marzo).

Abbiamo avvisato in tempo che i mercati sarebbero rimbalzati il 10 marzo.

Qualcosa abbiamo comprato, ma non ci vergognamo a dirlo: ABBIAMO VENDUTO TROPPO PRESTO!!!

Se qualcuno, il 20 di marzo, mi avesse detto che il mercato a fine aprile sarebbe arrivato a 19.000 …avrei sorriso…incredulo.E’ ovvio che mi dispiace di non aver approfittato di più di un rimbalzo dei mercati di proporzioni bibliche. Ma come potete vedere dai grafici, il mercato non è altro che ai livelli di fine anno….e ancora il 130% sotto i massimi del 2007!!!

Dal 20 aprile siamo al ribasso (con posizione piccole). I massimi del 20 aprile sono stati superati dal mercato italiano ma non da quello americano!
Se anche i mercati dovessero mostrare ancora i muscoli ed avvicinarsi ai 20500/21000…aumenteremmo la posizione al ribasso per cogliere, con profitto, l’inevitabile forte storno.

Oggi si apre maggio, per Mercato Libero, come dicevo, un mese di storni . Vedremo se la voglia di rialzo sarà capace di sfidare le leggi della natura.

Se anche maggio fosse al rialzo….la discesa sarebbe rimandata,( le nostre posizioni al ribasso più grosse) …..ma più dirompente.

La Fed ritiene che la contrazione dell’economia sia in fase di rallentamento.
Il Dipartimento del Lavoro ha annunciato che le nuove richieste di sussidio di disoccupazione sono calate di 14k unita’ (anche se hanno rivisto in negativo il precedente dato)
Il Chicago PMI, che è considerato uno fra i principali indicatori di fiducia, sta lentamente intraprendendo la via verso il livello spartiacque tra espansione economica e contrazione posto a 50. La pubblicazione di ieri infatti mostra un rassicurante 40.1 contro attese di 34.0. Ricordo che il dato mensile è poco importante in quanto volatile, il dato più rilevante è quello trimestrale.

Il rapporto prezzo utili NON è sostenibile a lungo da questi mercati e sono ancora molti i dati negativi che ancora affossano l’economia, a partire dalla disoccupazione e dalla scarsa ripresa della domanda

———————–

A PROPOSITO DELLA TEORIA DEL CONTAGIO: GUARDATE COME IL POPOLO INGLESE HA RISPOSTO ALLA DOMANDA (E PENSATE COME SAREBBE STATA LA RISPOSTA 8 SETTIMANE FA….)
Question: After two of the World’s largest banks declare a return to profit, is it safe to say the banking crisis over?
16325 votes

Yes – all the skeletons are out of the closet 5% 679 votes
Probably – Investor confidence is starting to return 23% 3621 votes
It’s impossible to tell at this stage 37% 5934 votes
No – this is a desperate ploy to boost credibility 15% 2342 votes
No – the damage is deep, and lasting 23% 3749 votes

LA MAGGIOR PARTE DEI VOTANTI ESPRIME INCERTEZZA e FIDUCIA ….MA solo due mesi fa la maggior parte dei voti sarebbe andata all’ultimo punto.

—–

Fugnoli continua a cambiere idea….nella sua lettera di oggi è convinto che influenza a parte, i mercati saliranno ancora. Peccato che non la pensava così due o tre settimane fa. Chissà se una volta tanto ci prenderà….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *