Stampa / Print
Fonte: http://mercatoliberonews.blogspot.com/2009/04/bomba-ad-orolegeria-di-irlanda-e-spagna.html

Spiegel riporta che la Spagna sta implodendo, la disoccupazione è raddoppiata in un anno ed è al 16%, la spagna però è un paese in cui se licenzi qualcuno paghi 45 giorni di stipendio per ogni anno di impiego per cui se ha lavorato 15 anni paghi 2 anni di stipendio come liquidazione ad esempio, quindi è probabile che molte aziende aspettino ancora a licenziare. La sensazione è che hanno 3-4 mesi e poi le aziende medio-piccole cominciano a saltare, finora il crac era solo nelle costruzioni ma se le cose non migliorano in fretta iniziano i fallimenti a catena.

Già adesso l’indice dei prezzi al consumo è passato negativo -0.6% per cui in Spagna i tassi di interesse reali sono più alti di quelli della BCE (in Francia per dire l’inflazione è 1.4% quindi c’è un differenziale del 2% in termini REALI DI TASSI DI INTERESSE !)

Ovviamente la soluzione per la Spagna sarebbe di svalutare la peseta, tagliare i tassi di interesse a zero e stampare moneta come fanno gli inglesi, gli americani, i giapponesi e gli svizzeri ora. Prova a pensare: giapponesi e svizzeri ultra-efficienti e competitivi possono svalutare, ridurre i tassi di interesse a zero e stampare moneta, ma gli spagnoli che hanno vissuto di edilizia e turismo e non esportano quasi niente no, perchè sono agganciati alla Germania e ai suoi alleati, Olanda ed Austria e Francia

Ambrose Evans Pritchard riporta dell’Irlanda con un deficit pubblico che esplode al 18% del PIL per cui ha appena approvato una finanziaria “lacrime e sangue” che taglia sussidi e benefici sociali del welfare state per riuscire a stare dentro l’euro e la UE aggravando così la recessione. In Irlanda il ministro delle Finance prevece che l’inflazione sia -4% (!!) per cui i tassi di interesse REALI saranno il 6%. Invece di avere tassi di interesse reali zero o quasi come America o Giappone l’Irlanda si avvia ad una forma estrema di DEFLAZIONE con tassi di interesse reali del 6%. (in Spagna non so quali siano le previsioni, ma se l’inflazone è già -0.6% entro un anno può andare a -2% minimo per cui i tassi di interesse reali spagnoli possono andare al 4%)

Spagna ed Irlanda sono incastrate dentro l’euro e la UE che le soffocano, la potente America stampa moneta e così il Giappone ultra competitivo e persino la Svizzera che ha un surplus estero del 9% del PIL e loro invece devono sottostare alla Bundebank/BCE e all’euro, per cui sono fritte e la questione è solo quanto tempo occorre prima che ci sia una rivolta.

I loro politici sono ultra-europeisti e non ammetteranno mai l’errore di essere dentro la UE. Intanto la Germania fa finta di niente con la Francia sua alleata, Merkel e Sarkozy si preoccupano più che altro degli hedge funds nei paradisi fiscali per distrarre l’attenzione dalla bomba ad orolegeria di Irlanda e Spagna
http://www.cobraf.com/forum/topic.php?topic_id=5067&reply_id=155412

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.