Si, è un’influenza creata dall’uomo.

Stampa / Print
Fonte: http://mercatoliberonews.blogspot.com/

simpsons.jpgSe immaginate scienziati della Spectre al lavoro per produrre un virus che spazzerà via 6 miliardi di individui, onde ritornare a godersi indisturbati un Eden terrestre (con 6 miliardi di cadaveri insepolti in giro, ma questo è un dettaglio fastidioso che non è il caso di considerare), allora avete proprio poca fantasia. Su, fate uno sforzo. Dovendo imputare all’uomo la creazione di questo nuovo bel virus, non occorre disturbare la fantascienza: la realtà è più che sufficiente. Un articolo su Grist ci racconta i deprimenti retroscena. Si chiama Smithfield Food, ed è il più grande produttore di insaccati da supermercato del nordamerica. Smithfield ha un enorme stabilimento di maiali nello stato del VeraCruz in Messico, Granjas Carroll, da dove pare questa epidemia abbia avuto origine. Secondo i residenti, le materie organiche e fecali prodotte dall’industria non vengono adeguatamente trattate, creando inquinamento nell’aria e nelle acque della regione. I residenti hanno a lungo protestato per gli odori fetidi nell’aria e nell’acqua, e per gli sciami di mosche che infestano le paludi di rifiuti. Lamentano anche disturbi respiratori. Ora, con il 30% della popolazione colpita dall’influenza, i cittadini chiedono a gran voce un’ispezione dello stabilimento industriale. Finora, riporta il giornale La Marcha, nessuna risposta dal governo.Il collegamento viene fatto anche dall’autorevole quotidiano La Jornada, secondo il quale all’origine della diffusione del virus sono proprio i nugoli di mosche che sciamano intorno al produttore di wurstel, e precisamente nelle paludi formatasi per lo scarico noncurante degli escrementi dei maiali sul territorio.Vorrei commentare ma non ho neanche la forza di farlo. Mi chiedo, chissà se questa storia raggiungerà le prime pagine dei giornali internazionali o resterà confinata nella cronaca locale. Chissà se il governo messicano avrà le palle per spedire qualche funzionario dotato di provette e microscopi a fare una verifica presso la prestigiosa multinazionale. Oppure se assisteremo al solito zerbinaggio, alla solita complicità, al solito “tacete e crepate” a cui cominciamo ad essere fin troppo abituati. Altro che Spectre, la realtà è molto peggio della fantasia. Persino nel film dei Simpson, quando il maiale di Homer inquinava il lago, mettevano la città in quarantena. Gente civile, nei cartoons. (Update: riporta El Universal come nella zona intorno alla Granjas Carroll fosse presente un tipo particolare di influenza fin dal mese di dicembre scorso. 500 persone colpite, 2 morti. L’azienda, interpellata, ha negato che i suoi maiali fossero malati, ma qualcuno insinua che c’è stato tutto il tempo di abbatterli qualora colpiti.)(Update 2: ecco un video che dimostra come l’allarme influenza, nella zona incriminata, fosse partito il 5 aprile. Potete vedere anche la terribile situazione ambientale in cui versano i dintorni dell’industria Granjas.)

http://crisis.blogosfere.it/2009/04/si-e-uninfluenza-creata-dalluomo.html

1 comment for “Si, è un’influenza creata dall’uomo.

  1. 4 maggio 2009 at 12:12

    Bel punto di vista.
    Questo magari lo aveiva già letto?
    http://salsadibit.blogspot.com/2009/05/influenza-suin-ehm.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *