Darwin ha torto – di Paolo Sylos Labini

Stampa / Print
Fonte: http://www.megachip.info/modules.php?name=Sections&op=viewarticle&artid=689

Navigando su Internet può capitare di trovare cose curiose. Come questa. Messaggio al ministro Moratti. Signor Ministro, Le scrivo in qualità di presidente dell’Associazione Internazionale delle Scimmie (AIS). Abbiamo appreso che per calcoli politici Lei aveva deciso di eliminare dai programmi scolastici la teoria di Darwin, secondo cui l’uomo discende da noi. In seguito, per nuovi calcoli politici, lei ha riammesso l’insegnamento di quella teoria. A nome delle associate, e mio personale, debbo protestare con forza. La prima decisione era quella giusta. E’ infatti falso che l’uomo discenda da noi. Certo, alcuni gruppi umani presentano caratteristiche che possono indurre in inganno. Così il gruppo umano autodefinitosi “dei padani” ha tratti in comune con un gruppo nostro, chiamato “delle scimmie urlatrici”, ma è una rassomiglianza puramente esteriore. Fra voi, umani, e noi, scimmie, ci sono differenze incolmabili. Sappiamo che voi dite di amare le prove. Eccone alcune. Nei vostri studi su di noi avete mai trovato tracce di un evento come l’Olocausto? Un eccidio effettuato con gelida ferocia e spietata determinazione? No, da noi non c’è mai stato un evento simile. E avete mai trovato prove di scimmie che abbiano torturato altre scimmie? No, non è mai successo. Gli animali predatori sono tanti, ma lo fanno per alimentarsi. E noi non siamo neanche predatori. Avrete certo notato che fra noi sono frequenti gli atti di solidarietà. Avete mai avuto notizia di scimmie che abbiano trasformato altre scimmie in schiave, o peggio? No, da noi la dignità è una caratteristica innata e riguarda tutte le scimmie, senza eccezioni. Per questi motivi, e per moltissimi altri analoghi che qui non occorre richiamare, noi consideriamo la teoria di Darwin falsa e calunniosa e disconosciamo non solo ogni paternità nel vostri confronti, ma anche ogni relazione e ascendenza. Il presidente dell’AIS. P.S. Abbiamo appreso che l’idea originaria di togliere di mezzo Darwin dalle scuole non è sua, bensì di una setta di cristiani evangelici, che in America sono tanti e hanno avuto un ruolo determinante nell’elezione di George Bush Junior. Meglio così: ora abbiamo maggiori speranze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *