Stampa / Print

La legge che la maggioranza parlamentare di destra sta per votare sull’onda emotiva del caso Englaro e accettando le pesantissime ingerenze della Chitestamentobiologico.ilcannocchiale.it/?r=151504esa Cattolica è semplicemente spaventosa. In pratica dirà che in nessun caso si potrà interrompere l’alimentazione forzata a un paziente in stato vegetativo. Per le credenze di una minoranza, insomma, si impedirà a milioni di uomini liberi di morire con dignità. Non si può accettare una simile imposizione, non si può accettare che quattro prevosti e il signor Gasparri, dopo averci rotto le palle a sangue in vita, pretendano anche di dirci come dobbiamo morire. Ora basta. Vogliamo anche in Italia, come accade in molti paesi civili (che però non hanno né Gasparri né il Vaticano, forse sono civili anche per questo) una legge che garantisca la libertà di cura, che confermi il diritto alla salute, ma non il dovere alle terapie. Qui c’è un appello che hanno firmato in molti. Il primo firmatario è Ignazio Marino, chirurgo e senatore (PD), gli altri sono grandi e piccoli laici e persone perbene che non vogliono imposizioni etico-religiose sulla loro vita e sulla loro morte. hanno firmato in tanti, firma anche tu. Clicca qui oppure sul banner

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.