Stampa / Print
Fonte: http://scienzamarcia.blogspot.com/2009/01/grillo-travaglio-ed-altri-guru.html

Non ho nessuna fiducia in Grillo, Travaglio, Di Pietro ed altre persone che svelano solo una parte (la più facilmente individuabile) della menzogna. Chi parla male della destra nasconde le magagne della sinistra, chi parla delle della sinistra non parla delle menzogne dell’11 settembre, chi parla dell’11 settembre non parla del signoraggio … e se c’è qualcuno che parla di 11 settembre e signoraggio o ignora le scie chimiche o ne accenna appena (che è poi un altra maniera per evitare che la gente arrivi troppo in là nella sua scoperta delle verità che il sistema cerca sapientemente di occultare).
Insomma è fin troppo facile parlare male di Berlusconi o di Prodi, molto più difficile mostrare che sono entrambi alleati che collaborano alla realizzazione dei progetti del gruppo Bilderberg per la creazione di un Nuovo Ordine Mondiale; e se c’è qualcuno che svela anche queste manovre “curiosamente” è così distratto da non spiegare che i vertici del potere globale stanno organizzando la distruzione della terra anche attraverso devastazioni innaturali (trombe d’aria, terremoti, alluvioni, uragani) artificialmente create e/o manipolate.
A tal riguardo consiglio la lettura di questi due articoli:
Insospettabili gatekeepers, di Antonella Randazzo
Il ragioniere dei potenti, di Capitan Nemo
e la visione di questo video sui retroscena del “caso Grillo”

Chi ci domina è molto scaltro e furbo, e spesso crea (o domina, infiltra, manipola) sia i partiti di governo che quelli di (finta) opposizione, gestisce le imprese che inquinano e finanzia (o crea, infiltra, manipola) le associazioni “ambientaliste” in maniera tale che esse sappiano stare zitte quando a loro fa più comodo.
Prendiamo ad esempio il WWF ed il suo primo presidente, ex nazista ed ex presidente del gruppo Bilderberg, una personcina davvero generosa, altruista ed affidabile; traggo da questa fonte le seguenti informazioni:
– Bernard di Lippe-Biesterfeld, Principe d’Olanda presidente del Bilderberg fino a quando nel 1976 diede le dimissioni per lo scandalo di una tangente da 1,1 milioni di dollari dalla Lockheed Corporation, per la vendita di aerei caccia all’aviazione olandese. E’ stato presidente del WWF dalla fondazione nel 1961 fino al 1971, ex affiliato al NSDAP (il partito nazista, tessera No. 2583009 del 1 maggio 1933) fino al suo matrimonio con la regina d’Olanda. Secondo le rivelazioni della rivista Newsweek del 5 Aprile 1976, le attività di spionaggio di von Lippe a favore delle unità speciali delle SS (o Schutzstaffel) nella industria chimica IG Farben (la stessa che fabbricò lo Zyklon-B) sono documentate dalle testimonianze del Processo di Norimberga. Nel dopoguerra assunse importanti posizioni nell’industria petrolifera, in particolare con la Royal Dutch Petroleum (Shell Oil) e nella Société Générale de Belgique.
A tale uomo tutto d’un pezzo è succeduto alla guida del WWF nientedimeno che un reale d’Inghilterra, il Duca Filippo di Edimburgo, il quale sosteneva con forza il progetto di depopolazione mondiale (leggi: genocidio di massa), ed ebbe a dichiarare idee di questo tenore:”Non puoi tenere un gregge che non riesci a nutrire. In altre parole la conservazione può esigere la cernita e l’eliminazione per mantenere l’equilibrio tra il numero di ciascuna specie in rapporto ad un dato habitat. Mi rendo conto che si tratta di un argomento scottante, ma resta il fatto che l’umanità è parte del mondo vivente”. “Nel caso in cui mi reincarnassi, mi piacerebbe tornare sottoforma di un virus mortale, in modo da poter contribuire in qualche modo a risolvere il problema della sovrappopolazione”. Non c’è che dire, il WWF è proprio stato fondato e guidato da veri paladini dell’umanità.
Del resto ho personalmente contattato un responsabile locale della Lega Ambiente sul problema delle scie chimiche il quale all’inizio mi ha rispoto “sì, ci interessiamo anche noi al problema dell’inquinamento dovuto al traffico aereo”; quando poi ho spiegato meglio che non mi riferivo al normale inquinamento dovuto traffico aereo si è defilato rifiutando di proseguire nel dialogo. E quando ho insistito ha risposto che “la Lega Ambiente non può mica occuparsi di tutto”. Provare per credere.
Questo meccanismo perverso è difficilmente comprensibile dalle persone che si fermano din troppo spesso all’apparenza, come immaginare ad esempio che un “ambientalista” svolga in realtà la funzione di comuffare la realtà e nascondere l’avvelenamento della biosfera? Guardate quante belle parole spese da una persona ben nota per il suo tenace negazionismo a riguardo delle scie chimiche. Come fare poi a spiegare alla gente il vero ruolo di certe persone apparentemente insospettabili?
Quanto a Travaglio ricordo la presenza sul youtube di questi due video
http://it.youtube.com/watch?v=Lcc1gmrXD94
http://it.youtube.com/watch?v=gvW5wDsWCBc
per il resto ci sarebbero fiumi di parole da spendere, dai commenti censurati sul blog di Grillo su certi argomenti troppo scomodi, ai giornalisti rai che appaiono persino rivoluzionari quando si occupano dell’11 settembre e poi si dimenticano di sostenere i propri collaboratori esterni dall’attacco della magistratura … se qualcuno ha da fornire link e suggerimenti appena posso aggiorno l’articolo.

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.