Stampa / Print
Fonte: http://www.carta.org/campagne/migranti/16490

E’ scattato alle primo ore dell’alba un nuovo blitz nel campo di Casilino 900. La chiamo “operazione di ripulitura” dei campi nomadi dalle persone potenzialmente pericolose. Ma non è ancora chiaro se rientri o meno nell’ambito del censimento 2. Nell’operazione sono state impiegate 16 autovetture e 6 cavalli per un totale di 36 agenti. Il campo è stato circondato e i poliziotti, fotografie alla mano, hanno individuato e prelevato le persone che, in base a un censimento eseguito in passato dai carabinieri di cui non si conoscono però i dettagli, risultano colpite da provvedimento di espulsione. Trentadue rom sono stati prelevati dagli agenti della polizia e accompagnati all’ufficio immigrazione per verificare la loro posizione. Per il momento non si consce l’esito degli accertamenti, né quale sarà il destino delle persone fermate. Il blitz a Casilino 900 apre la stagione dei “rastrellamenti”: nei prossimi giorni, infatti, la Prefettura ha fatto sapere che l’operazione verrà estesa ad altri campi. Niente di nuovo, al contrario, per quanto riguarda la bonifica e il miglioramento delle condizioni socio-abitative all’interno dell’insediamento. L’accordo tra i rappresentanti del campo e il Comune di Roma, sbandierato oltre due settimane fa dal sindaco Alemanno, resta per ora sulla carta.

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.