Stampa / Print
Fonte: http://www.italiopoli.it/post/2148341.html

Ricevo & Pubblico

Egr. Sig. Beha, mi occupo di sport e di calcio in particolare esattamente da 50 anni. In questo lasso nel calcio ho fatto di tutto: giocatore (a livello dilettantistico), allenatore e dirigente. Sono anche il decano dei giornalisti sportivi piacentini (sono pubblicista da 40 anni) e da anni mi occupo della gestione del Piacenza calcio (esclusivamente a titolo personale).

Alla luce di ciò credo di conoscere il mondo del calcio piuttosto bene. Non sempre ho condiviso i suoi giudizi, ma ciò è normale in uno sport in che, in fondo, c’è molto di empirismo. Quello che ho sempre apprezzato in Lei, invece, è l’onestà intellettuale e per il coraggio e l’intelligenza che si riscontrrano nei suoi scritti. Per un giornalista non è merito di poco conto.

Il motivo per cui Le scrivo è di complimentarmi per la posizione assunta in merito a Calciopoli. La invito ad andare a fondo a questo scandalo. Scoprirà tante cose interessanti con dei risvolti politici e dell’alta finanza molto interessanti. Si indaghi sull’attività di Tavaroli e dei suoi mandanti e complici. Ed allora probabilmente avrà conferma che il povero Moggi è stato sacrificato per nascondere loschi affari di ben più importante rilevanza.

Mi scuso per averLe preso un pò del suo prezioso tempo e le auguro un buon lavoro.

Luigi Carini

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.