Mezzi ecologici per il porta a porta

Stampa / Print
Fonte: http://www.comunivirtuosi.org/

Dal 1° dicembre sono in funzione nel Comune di Capannori (LU) quattro nuovi mezzi elettrici che prestano servizio per la raccolta domiciliare dei rifiuti nella zona interessata dall’ultima estensione del servizio, che interessa la zona nord e in parte quella est del territorio, iniziata proprio in quella data.

Un’estensione che ha interessato 10.320 abitanti, 3.970 famiglie e 550 utenze non domestiche e che ha fatto salire all’80% la percentuale di popolazione servita dal ‘porta a porta’.
I nuovi mezzi sono 2 Porter elettrici della Piaggio e 2 veicoli Truck Travel della ditta E.V.F. srl e sono stati acquistati dall’azienda Ascit con un investimento complessivo di 155 mila euro finanziato per 82.600 euro dalla Cassa Depositi e Prestiti, con un contributo a fondo perduto appositamente previsto per l’acquisto di mezzi ecologici.


I 4 nuovi automezzi sono stati presentati sabato scorso nel corso di un incontro con la stampa, avvenuto in piazza Aldo Moro, di fronte alla sede del Comune, dall’assessore all’ambiente, Alessio Ciacci, e da Lorenzo Matteucci e Alessandro Bianchi, rispettivamente direttore e responsabile della raccolta ‘porta a porta’ dell’azienda Ascit.


“Stiamo cercando di percorrere, con un impegno sempre maggiore, la strada dell’ecoefficienza e di una maggior compatibilità ambientale dei nostri stili di vita e del nostro modello di sviluppo – dichiara l’assessore all’ambiente, Alessio Ciacci -. La strada da fare è ancora tantissima ma i risultati fin qui raggiunti ci incoraggiano ad andare avanti nella costruzione di buoni comportamenti, l’unica possibilità che abbiamo per costruire un futuro migliore per noi ed i nostri figli. Ascit,e tutti i suoi operatori, stanno dimostrando un grandissimo sforzo e una ammirevole passione per il bene dell’azienda e della collettività, affinché i nostri scarti abbiano una seconda vita e non finiscano in discariche od inceneritori, e si possa sempre più riciclare e non smaltire in impianti che sotterrano i rifiuti e sono destinati a far pagare sempre più tutta la collettività. Con l’inserimento, dal 1° dicembre dei mezzi elettrici – conclude Ciacci – dopo l’utilizzo, ormai da anni di quelli a metano, riduciamo ulteriormente anche le emissioni in atmosfera dei mezzi che ogni giorno vengono a ritirare a domicilio i nostri scarti”.


I due ‘Porter Electric Power’ della Piaggio sono veicoli a ‘zero emissioni’ alimentati da un motore elettrico che con un ciclo di ricarica sono in grado di raggiungere 110 chilometri di autonomia in ambito urbano alla velocità massima di 57 km/h. Le batterie di questo veicolo si ricaricano sia da una presa a 3 Kw, sia da una presa da 1, 5Kw impiegando dalle 2 alle 8 ore.
I due mezzi ‘Truck Travel’ sono anch’essi alimentati a motore elettrico a corrente continua con batterie che hanno un tempo di ricarica che va dalle 6 alle 8. Possono raggiungere una velocità massima di 60 km/h ed hanno un’autonomia operativa di 75 chilometri.

La presentazione dei nuovi mezzi è stata l’occasione per rendere noti i dati relativi alla raccolta ‘porta a porta’ del mese di novembre in attesa dei dati di dicembre e dunque di quelli definitivi sul 2008. Da gennaio a novembre, confrontando i dati con lo stesso periodo del 2007, c’è stato un aumento di quasi il 24,5% di raccolta dell’organico (4.614 tonnellate), del 25% di multimateriale (2.392 tonnellate), del 32, 5% degli oli esausti (11 tonnellate).


Significativo anche il dato sui materiali elettrici, elettronici e computer che hanno visto un aumento fino al 310% (41 tonnellate), dato che dimostra la funzionalità e l’efficienza delle isole ecologiche di Colle di Compito e di Salanetti, dove viene conferito questo tipo di materiali.
Con l’aumento della raccolta differenziata si è verificato una conseguente diminuzione di ben il 19,66% dei rifiuti indifferenziati, dato destinato a diminuire ancora notevolmente con la prossima estensione del ‘porta a porta’ anche nel Compitese.


Un dato molto importante, frutto della raccolta “porta a porta” ma anche delle molte politiche avviate dall’amministrazione comunale sulla riduzione dei rifiuti e la promozione dei prodotti alla spina, è la riduzione complessiva della produzione dei rifiuti che è pari al 4,52%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *