Stampa / Print
Fonte: http://feeds.feedburner.com/~r/beppegrillo/rss/~3/469253186/tra_la_via_emilia_e_il_west.html

La gestione dei rifiuti in Emilia Romagna

“La ricca Bologna che fu contadina” diventa disoccupata, ma con l’ orto di cemento. Gli ortaggi ora li importa. Il bufalo emiliano romagnolo è più sanguigno degli altri della penisola. Quando carica, carica. Il suo è sempre un movimento di massa. Gli piace far le cose insieme agli altri. E fa paura. L’Emilia Romagna è stata la regione più nera d’Italia, poi la più rossa.
Il cambiamento è quasi sempre partito da lì.
Le regioni italiane stanno diventando un mosaico di disoccupati. Nel frattempo l’Italia del Nord è cementificata dagli immobiliaristi che si fanno prestare i soldi dalle banche che si fanno prestare i soldi dal Governo e quindi dai contribuenti.
Lo psico(nano)spacciatore di ottimismo non riesce più a capire la differenza tra fiducia e consumismo. Per lui l’ottimista deve consumare, altrimenti è un sabotatore dell’economia. L’Italia è diventata grande grazie al risparmio dei nostri padri e nonni nel dopoguerra. Vi ricordate la Giornata del Risparmio? E i salvadanai? E il libretto per depositare i soldi per mandare i figli all’Università? Se l’Italia non è ancora fallita del tutto, lo deve ai risparmi che le famiglie sono riuscite a salvare dalle banche, dalle finanziarie, dalle aziende quotate in Borsa.
Chi ti invita a consumare è uno spacciatore di miseria. Di una vita senza qualità.
Un blogger ha scritto: “Dopo l’Onda degli studenti, il maremoto dei disoccupati”. Preparate i salvagenti.
Loro non molleranno mai(ma gli conviene?), noi neppure.

BOLOGNA : 365 esuberi all’azienda tessile La Perla.
REGGIO EMILIA : 114 licenziati alla Dual.
MODENA : 48 esuberi nel gruppo alimentare Fini.
IMOLA : 53 cassintegrati alla ceramiche Leonardo.
IMOLA : 114 esuberi alla Cerim di Mordano.
FORLIVESE : 100 aziende in crisi.
BOLOGNA : 50 cassintegrati alla Marconigomme.
EMILIA : ottomila cassintegrati in più entro fine 2008.
EMILIA : 150 esuberi negli uffici postali.

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.