Stampa / Print
Fonte: http://attivissimo.blogspot.com/2008/11/striscia-abbocca-videobufala.html

Striscia la notizia trasmette come vero il video-bufala dell’aereo che perde un’alaL’articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Striscia la Notizia ha presentato stasera, dandolo per buono, il falso video dell’aereo acrobatico che perde un’ala e atterra intatto, di cui ho pubblicato l’indagine antibufala qualche giorno fa (prima parte; seconda parte). Grazie a tutti i lettori che me l’hanno segnalato.

Il video, che in realtà è uno spot pubblicitario di una marca di vestiario, è stato trasmesso da Striscia nella rubrica Fatto Matto, piazzandolo addirittura al primo posto, come vedete nel fotogramma qui accanto e sul sito della trasmissione.

A Striscia non leggono il Disinformatico? Più seriamente, non fanno alcun controllo prima di trasmettere qualcosa di vistosamente taroccato? A nessuno della redazione è venuto il dubbio di trasmettere un falso?

Santo cielo, si sono ridotti a mandare in onda quello che pescano su Youtube. Cosa piuttosto ironica, visto che Mediaset ha avviato una causa megamilionaria con Youtube perché Youtube pubblica i video di Mediaset.

Adesso che fanno, si autoconsegnano il Tapiro, o glielo portiamo noi?

E soprattutto, glielo spiegate voi, che a me vien da ridere?

Con tanti saluti a quelli che dicono che i blog sono inaffidabili e che soltanto il giornalismo delle grandi testate ha dignità. L’unica grande testata, qui, è quella da dare contro il monitor.

2008/11/19
Concordo con chi ha sottolineato, nei commenti qui sotto, che la rubrica Fatto matto pubblica video di ogni sorta, senza alcun esplicito imprimatur di autenticità, per cui la trasmissione di questo falso video da parte di Striscia è un peccadillo; che probabilmente causerà meno danni rispetto alla trasmissione di un servizio-bufala da parte di un TG. Non ne sto facendo un dramma, per carità.

Al tempo stesso, visto che comunque ciò che passa in TV viene ritenuto (a torto o a ragione) vero se non diversamente specificato, sarebbe stato corretto, e non sarebbe costato nulla, indicare che si trattava di un falso, per evitare ogni effetto diseducativo. Sarebbe bastato aggiungere due parole di precisazione al commento audio di Greggio: “Uno spericolato pilota acrobatico… Accidenti, ha perso un’ala!… Precipita!… Ora sarà impossibile atterrare…. E’ atterrato! Un vero miracolo. Non siamo certo a Fiumicino. Lì il miracolo è decollare.”

Anzi, rivelando alla fine che si trattava di un falso ci sarebbe stato un effetto sorpresa e forse la gag sarebbe stata più divertente.

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.