Stampa / Print
Fonte: http://www.procaduceo.org/it_strum/zapper.htm

Il germe è nulla, l’ambiente all’interno dell’organismo è tutto. I microbi non causano la malattia come le mosche non causano la sporcizia (A. I. Mosseri>).

——————————————————————————–

Un po’ di storia
Lo Zapper è un’apparecchiatura elettronica, pensata e creata dalla dottoressa americana Hulda Clark, che si era convinta, a fronte di molti studi e sperimentazioni sui pazienti, che molte forme di cancro, se non tutte, hanno come movente di base e sono mantenuti dai parassiti.

Secondo la Clark lo Zapper è capace di eliminare i micro-organismi patogeni che sono in grado di causare emicrania, pressione alta, diabete, morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson, tumori e altre malattie. Si veda a tal proposito il suo volume La cura di tutte le malattie delle Macro Edizioni.

Come già scoperto da George Lakhovsky, circa ottanta anni fa, i mitocondri presenti in ogni cellula si comportano come circuiti oscillanti cellulari. Pertanto ogni microbo, fungo o microorganismo vivente, ha una frequenza di risonanza ed è sensibilissimo all’elettricita e ai campi EM (Elettro Magnetici).

La Clarck ha pensato che, se si riuscisse a combinare questi due fattori nel modo più adeguato, sarebbe stato possibile eliminare qualsiasi microorganismo in pochi minuti, senza alcun danno al nostro organismo.

Come è fatto lo Zapper?

Lo Zapper si presenta come una piccola scatola da cui escono due cavi che vanno collegati al paziente, generalmente si usano delle fascette che vengono poste sui polsi o altri punti determinati.

Il suo utilizzo si presenta molto vario, presenta un’indiscutibile azione antibiotica e può dare sollievo immediato in casi di dolore provocato da un’infezione. Sembra anche che possa agire positivamente su tutte le malattie che hanno una provata o ipotetica origine microbica. Tra queste citamo: diabete, ernia iatale, morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson, tumori, cancri, ecc. Sembra anche che possa aiutare nei casi di AIDS.

È ovvio che lo Zapper non serve nei casi in cui la malattia è stata generata da qualche veleno (naturale o di sintesi), che è entrato nel nucleo delle cellule dell’organo malato rendendolo più acido del normale, oppure alterando il terreno biologico creando così la possibilità che qualche germe vi possa proliferare. Può comunque aiutare in modo significativo nel cammino verso la guarigione.

Come funziona lo Zapper?
Allora il popolo lanciò il grido di guerra e si suonarono le trombe. Come il popolo udì il suono della tromba ed ebbe lanciato un grande grido di guerra, le mura della città crollarono; il popolo allora salì verso la città, ciascuno diritto davanti a sé, e occuparono la città (Gosuè, 6:20)
Lo Zapper si basa sul principio di risonanza, per cui una particolare nota di un tenore può far rompere un bicchiere di cristallo. Nella Bibbia si narra come il grido di guerra e il suono delle trombe sia persino riuscito a far crollare le mura di Gerico.

Fondamentalmente lo Zapper emette una corrente alternata che, qualora applicata all’organismo, tendo a scorrere sulla superficie degli organi cavi (stomaco, cistifellea, intestino, ecc.). Non è perciò diretta ad un dato organo, ma agisce un po’ dappertutto nell’organismo. I microorganismi nascosti nelle cellule possono salvarsi, ma appena escono, vengono annientati. Per questa ragione è necessario ripetere l’applicazione varie volte.

Ad oggi, chi lo propone, afferma che non vi sono effetti collaterali. Vi sono dei pazienti che, dopo l’applicazione, si sono sentiti un po’ a disagio, questo fatto dimostra che i reni e il fegato stanno facendo un gran lavoro per eliminare i miliardi di microorganismi che, essendo morti, devono essere espulsi al più presto dall’organismo.

Va ricordato che l’uso dello Zapper non sarebbe possibile se non si conoscessero le caratteristiche vibratorie dei vari micro-organismi, scoperte da Raymond Royal Rife circa 70 anni fa. Ne seguono alcune, ricordiamo che le frequenze riportate non si usano con lo Zapper, che usa l’unica frequenza di 30Khz (1 Khz = 1000 Hertz o vibrazioni al secondo).

Acaridi 682-877 Khz
Ascaridi (spesso causa di asma!) 408 Khz
Campylobacter 355 Khz
Candida 386 Khz
Campylobacter 355 Khz
Citomegalovirus 409 Khz
Clostridium Botulinum 362 Khz
Colibacilli (alcuni) 356 Khz
Colibacilli (altri) 393 Khz
Dirofilaria 409 Khz
Fasciolopsis buskii 434 Khz
Giardia 424 Khz
Muffe di fango, gli organismi più primitivi 77 Khz
Mycobacterium Tuberculosis 432 Khz
Salmonella 329 Khz
Scabbia 735 Khz
Stafilococco aureus 378 Khz
Streptococco Beta 385 Khz
Tenia vari tipi 448 – 481 Khz
Toxoplasmosi umana 395 Khz
Treponema (sifili) 347 Khz
Virus Epstein Barre 380 Khz

Come si usa lo Zapper?
Dopo aver collegato i due cavetti al paziente vengono fatti tre trattamenti:

primo trattamento (sette minuti), si eliminano fino a 120 tipi di parassiti,
intervallo di circa 20 minuti,
seconda trattamento (sette minuti), in cui vengono uccisi batteri e virus che erano all’interno dei parassiti,
intervallo di circa 20 minuti,
terzo trattamento (sette minuti), in cui vengono uccisi gli ultimi microrganismi rimasti.

Alla fine, l’infezione dovrebbe essere debellata, almeno in teoria. In pratica conviene ripetere il trattamento per qualche giorno.

Per un risultato ottimale i trattamenti con lo zapper vengono integrati con una cura fitoterapica a base di Mallo Verde di Noce Nera, Artemisia e Chiodi di Garofano.

Attenzione! L’utilizzo dello Zapper è sconsigliato alle donne incinte e ai portatori di protesi elettroniche o stimolatori cardiaci, con i quali può interferire.

Svantaggi e vantaggi
Quadro ematico patologico prima del trattamento

Prima del trattamento con il Biozapper, utilizzando un microscopo a campo oscuro, si vede un quadro patologico dal sangue con piastrine agglutinate fra di loro. Questo porta i seguenti svantaggi:

blocco del sistema immunitario e degli organi drenanti,
iperacidità (acidosi),
sostanze tossiche non possono essere drenate,
il tessuto connettivo si riduce in scorie,
terreno ideale per funghi, batteri e parassiti,
malattie croniche.

Quadro ematico patologico dopo del trattamento

Adesso si riconosce un quadro ematico molto migliorato. Le piastrine non sono più agglutinate e il sangue può di nuovo passare attraverso i capillari sanguigni più fini. Si possono elencare i seguenti vantaggi:

miglioramento del flusso sanguigno,
attivazione del sistema immunitario,
i germi patogeni perdono il loro mascheramento e così possono essere attaccati più facilmente dal sistema immunitario o vengono uccisi direttamente dalle frequenze emesse dallo Zapper.

Nota finale
Anche se si dimostrasse inoppugnabilmente l’efficacia dello Zapper, non andrebbe comunque ritenuto l’arma finale contro tutte le infezioni. “Personalmente, sottolinea il dott. Emilian Dobrea (endocrinologo), sulla base dei miei studi personali sono convinto che in effetti, una volta identificato il virus o il batterio da colpire, lo Zapper è assolutamente efficace.

Ma bisogna anche dire che non basta eliminare il microorganismo patogeno per cantar vittoria. Se il terreno, la situazione di debolezza immunitaria che gli hanno permesso di aggredirci, permangono, lui prima o poi ritorna. È dunque necessario, effettuato il trattamento, modificare le condizioni di difesa, cioè sanare l’organismo debole e sguarnito”.

——————————————————————————–

NOTA. Abbiamo citato questa apparecchiatura, ma non ne condividiamo completamente l’utilizzo, anche se in certi casi potrebbe rivelarsi realmente risolutore. Perché? Perché non sono le zanzare a creare la palude, ma la palude a creare l’almbiente adatto per le zanzare. Lo Zapper lavora con lo stesso principio dei farmaci, cioè tende ad eliminare virus, batteri, ecc. senza preoccuparsi del fatto che vi è un terreno biologico alterato che li ospita e li favorisce.

Noi pensiamo che il vero modo per donare la buona salute sia quello di eliminare le cause profonde del disagio o della malattia. È solo con una diagnosi olistica, che considera tutti i fattori che possono essere determinati, che le vere cause possono essere rintracciate e quindi eliminate.

Per approfondimento
Huld Regehr Clark, Il cancro, prevenzione cura.
Edizioni Aiep.
Huld Regehr Clark, La cura di tutte le malattie.
Macro Edizioni, Tel 0541.344820.
Claudio Viacava, Patologie Occulte La causa del cancro e di altre malattie alla luce di nuove scoperte scientifiche.
Macro Edizioni, Tel 0541.344820.
www.bngitalia.it/zapper/
www.ecosalute.it/
www.nexusitalia.com/zapper.htm
www.spaziopmr.it/zapper.htm
Siti in cui si può comperare lo Zapper
www.bngitalia.it/zapper/

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.