Stampa / Print
Fonte: http://www.carta.org/campagne/migranti/16056

Almeno 41 i migranti che hanno perso la vita alle frontiere europee nel mese di novembre. Otto persone sono annegate nel Canale di Sicilia, tre delle quali vittime di un naufragio fantasma avvenuto al largo di Malta, tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre. Quattro sono morte alle isole Canarie, dopo essere state ricoverate in condizioni critiche di salute a causa dei viaggi sempre più lunghi. In un caso la piroga era partita addirittura dalla Guinea Conakry, a sud del Senegal, per una traversata durata 12 giorni. Due vittime anche in Grecia, mentre un naufragio al largo dell’isola francese di Mayotte, nell’oceano Indiano, ha fatto 21 morti. Nel deserto algerino di Tanezrouft invece sono stati ritrovati i resti di sei migranti.

Questo l’allarmante bollettino di di novembre redatto da Fortress Europe [una rassegna stampa che dal 1988 ad oggi fa memoria delle vittime della frontiera: 13.280 morti documentate, tra cui si contano 5.127 dispersi] che ha stilato anche uno speciale sulla Tunisia «”La dittatura a Sud di Lampedusa”:http://http://fortresseurope.blogspot.com/2006/01/libia-siamo-entrati-misratah-ecco-la.html» e lanciato una petizione per aprire una Commissione d’inchiesta sulla condizione dei migranti in Libia. Fortress è riuscita a visitare riuscita a visitarne alcuni centri di detenzione libici, raccontando – con foto – alla vicenda dei 600 eritrei prigionieri a Misratah.

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.