Stampa / Print
Fonte: http://www.carta.org/campagne/diritti+civili/16077

Un sit-in per esprimere la «solidarietà a tutti i gay americani», che oggi scioperano in segno di protesta contro il no ai matrimoni sancito dai recenti referendum in California e in altri stati dell’unione. La giornata di protesta si chiama «Day without a gay» e coinvolge milioni di omosessuali in tutto il mondo.

Le associazioni omosessuali italiane [tra cui Arcigay e Arcilesbica, Famiglie arcobaleno, Azione Trans, Cgil Nuovi diritti, Babilonia Magazine, Arcitrans Libellula 2001] hanno organizzato un presidio, oggi alle 17, davanti all’ambasciata Usa in via Veneto. I manifestanti stenderanno uno striscione lungo sei metri con lo slogan «Day without a gay». «Dobbiamo fare sentire la nostra voce a livello internazionale», ha detto Imma Battaglia, presidente di Di Gay Project che ha promosso l’appello della manifestazione. «La ‘proposition 8’, passata in California contro i matrimoni gay, va respinta – ha continuato Battaglia – Occorre unire le forze dei gay e dei movimenti affinché parlare di unioni omosessuali non sia considerato un tabù. Il neo presidente degli Stati uniti Obama si è detto favorevole alle unioni civili. Occorre aumentare la pressione per affermare i diritti negli Usa, ma anche in Italia, dove non esiste nessun riconoscimento legislativo».

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.