Stampa / Print
Fonte: http://www.carta.org/campagne/dal+mondo/16053

I ribelli congolesi di Laurent Nkunda e il governo della Repubblica democratica del Congo [Rdc], che si scontrano da fine agosto nell’est del paese partecipano a colloqui di pace a Nairobi, in Kenya. E’ la prima volte che le due parti s’incontrano dall’inizio del conflitto. Da ieri e fine a mercoledì le delegazioni siedono attorno al tavolo Onu.

Si tratta, secondo il mediatore Onu e ex presidente del Nigeria Olesegun Obasanjo di «un’occasione che non deve essere né persa né spreccata».

Circa 250 mila persone sono sfollate a causa dei combattimenti. Il congresso nazionale per la difesa del popolo [Cndp] di Laurent Nkunda ha dichiarato il cessate-il-fuoco unilaterale a fine ottobre, permettendo il ritorno alla calma. La riunione dovrebbe formalizzare questa tregua.

Intanto, secondo un diplomata europeo, L’Ue sta varando le diverse opzioni per rispondere alla richiesta delle Nazioni unite di una «forza staffetta» in attesa dell’arrivo di tremila caschi blu che dovrebbero appoggiare i 17 mila uomini dell’Onu già presenti in Rdc.

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.