Stampa / Print
Fonte: http://www.cittadinoqualunque.com/2008/12/anoressia-e-bulimia-lasciarsi-morire-in.html

Sono giorni di festa, la gente sta insieme per fare baldoria, e spesso in mezzo a questa folla si nascondono ragazze che soffrono in silenzio, che si stanno annientando nel loro interno, che insomma in mezzo a tanta gente vorrebbero consumarsi come una candela fino a sparire nel nulla, sono le vittime dell’anoressia.

Tremenda malattia dell’era moderna, che consiste nel rifiuto di alimentarsi, oppure nel vomitare tutto non appena si è mangiato (bulimia) ……….. è un morbo che si insinua nelle fragili menti delle ragazze (spesso in età adolescenziale) che le convince a non accettarsi più per quello che sono; a volte è scatenato da una delusione amorosa, a volte è indotto da una percezione della realtà distorta, complici i modelli che ci propinano i media: veline, letterine e showgirl super magre e super rifatte che hanno la faccia tosta di dire “io mangio quello che voglio, non faccio nessuna dieta”.

Il primo ostacolo è ammettere che il problema esiste (come per l’alcolismo e la tossicodipendenza), infatti l’interessata si vede grassa anche quando arriva ad un peso di 40 Kg., poi il secondo passo che deve affrontare la famiglia della ragazza è capire cosa fare, infatti ciò che spaventerebbe me se mia figlia un giorno cadesse in questo baratro, è la totale impreparazione di fronte ad un male così pericoloso e mortale, ma soprattutto inaspettato.

Ragazze non distruggete la vostra vita, reagite e trovate la voglia di aiutare voi stesse e vi accorgerete che avete in torno tante persone che vi vogliono bene e che stanno cercando di aiutarvi ….. dovete solo permetterglielo.

Ovviamente la cosa primaria è di rivolgersi alle strutture mediche specializzate per i disturbi dell’alimentazione, io naturalmente mi astengo dal formulare teorie e dal dare consigli avventati, però voglio segnalare un paio di siti specializzati per aiutare chi ha questo problema:

Anoressia – Bulimia

bulimianoressia

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.