Stampa / Print
Fonte: http://www.carta.org/campagne/migranti/lavoro/16155

Continuano le trattative della Cai per trovare un partner straniero per le nuova compagnia. Oggi l’ad di Lufthansa ha fatto sapere che un’allenza tra la compagnia e l’ex Alitalia svilupperà «sinergie per 500 milioni di euro» e consentirà l’ingresso della ex compagnia di bandiera italiana in un circuito «multi-hub». Domani, a pratire dalle 10, il personale di volo manifesterà davanti al varco equipaggi dell’aereoporto di Fiumicino. «Ci sono molte persone che ancora pensano che gli esuberi di Alitalia siano circa 3.000, tutti pensionabili e tutti garantiti – scrivono gli i sindacati che hanno indetto la protesta: Anpac, Upi e Sdl – Noi sappiamo che la realtà dei numeri è drammaticamente diversa: 10.000 cancellati. I cassaintegrati e i precari senza lavoro e senza prospettive hanno, invece tutta l’intenzione di smascherare adesso le bugie di Cai, del Governo, della politica e dei sindacati firmatari». Nel frattempo sono partite le nuove assunzioni, che la Cai sta gestendo con metodi poco ortodossi, come denunciano gli stessi sindacati firmatari dell’accordo. Un consigliere del Pd ha depositato un’interrogazione all’assessore regionale al lavoro per chiedere che sia verificato il rispetto delle regole sul collocamento obbligatorio delle persone disabili nel piano di assunzione Cai. In caso contrario la Cai dovrebbe essere esclusa dalla possibilità di avere concessioni aeree.

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.